Alessandro Colle

“Cosa mi metto” è la classica espressione di una donna che inizia a fantasticare sul suo abito da cerimonia. Nonostante nella maggior parte dei casi venga snobbato, il galateo aiuta a definire alcune regole utili anche in fatto di look; se per gli abiti da sposa non esistono regole ferree ben precise, in fatto di invitate le cose si complicano un po’. In questo articolo scopriremo cosa è giusto sapere in merito agli abiti da cerimonia donna specifici per le cerimonie diurne. Cosa è importante sapere e cosa conviene osservare.

1. L’abito

Potrete tranquillamente spaziare tra la maggior parte dei modelli proposti negli atelier, molti dei quali rientrano nella definizione di abiti da cocktail. Un abito da cerimonia corto (purché non sia eccessivamente corto) è sicuramente la scelta più popolare: che abbia un taglio a tubino o una gonna a palloncino o lunga al ginocchio, l’essenziale è non esagerare con la profondità della scollatura. Non mancano alternative che includono i pantaloni, soprattutto se abbinati a top leggeri in seta, tutoni eleganti dal taglio morbido e, se siete proprio fan sfegatate dell’abito lungo, date spazio al colore. Non dimenticate blazer, stole o giacchini per abiti eccessivamente scollati sulla schiena, soprattutto in caso di cerimonie religiose.

2. I colori

Esiste una differenza sostanziale per abito diurno e abito serale? Se la sera va a braccetto con alcune regole di maggior eleganza e con lustrini e paillettes, di giorno la parola d’ordine deve essere essenzialmente allegria, fantasia, stampe geometriche, floreali e colore. I colori pastello la fanno da padrona ma recentemente stanno spopolando le tonalità fluo ed elettriche, dal blu al giallo, adatte a giovani invitate che vogliono osare con un pizzico di eccentricità. Da evitare il colore bianco.

Whitemoments

3. Le scarpe

La scarpa deve essere sempre un accessorio di classe ed eleganza soprattutto quando è ben visibile e quindi può fare la differenza in un total look. Sì a tacchi che slanciano, purché ci si senta a proprio agio; no a zeppe, zatteroni e plateau eccessivi. Per i look diurni vanno benissimo i sandali gioiello anche con un tacco limitato, oppure le sfiziose ballerine abbinate ad abiti bon ton stile vintage. Ricordate che potete utilizzare la scarpa per contrastare look eccessivamente neutri, al contrario, su abiti eccessivamente colorati, dovrebbe essere un elemento più sobrio, caratterizzato solo da qualche applicazione.

4. Le calze

Al grande dilemma calze, rispondiamo che il galateo caldeggia per il loro utilizzo, soprattutto per una questione di uniformità del look. In realtà la calza (veltatissima e color carne) vi aiuterà anche a mascherare qualche difetto, definendo la silhouette, creando un incarnato omogeneo e, non da ultimo, a calzare meglio le scarpe. Per matrimoni diurni, in piena stagione estiva, potete evitare di metterle purché possiate permettervelo e purché abbiate un minimo di abbronzatura che non guasta.

5. L’acconciatura

Per una cerimonia diurna le acconciature possono spaziare tranquillamente dal raccolto allo sciolto. Optate per acconciature elaborate solo se siete testimoni, damigelle o avete un legame molto stretto con gli sposi; non utilizzate fiori freschi altrimenti potreste richiamare impropriamente l’acconciatura sposa semiraccolta; utilizzate invece spilloni e gemme colorate che richiamano il vostro abito. Se siete amanti del cappello, il galateo ne consente l’utilizzo fino alle 17

Marco Bernardi Photography

6. Il make up

Un po’ come il trucco sposa naturale, un buon make up vi aiuterà a definire perfettamente il total look, mascherando gli effetti dei raggi del sole, soprattutto per matrimoni diurni in piena estate, con rischio sudorazione, rossore e macchie delle pelle. Abbiate cura di non calcare troppo la mano per un effetto pagliaccio; utilizzate sempre la strategie di valorizzare o gli occhi (con ombretti sfumati, colorati o smokey eyes) o le labbra (con gloss o rossetti matt).

7. La borsa

Anche per le cerimonie diurne, l’accessorio borsa deve ispirarsi alle scarpe, andando di pari passo con stile e colori. In linea generale, per le nozze, la scelta spazia tra le pochette e le clutch, ma sono molto gettonate anche le tracolle, magari da portare a mano. Il modello a busta si può portare anche sotto il braccio con un colore che contrasta con l’abito. Puntate sul colore o sul design per rendere ironico questo accessorio molto glamour.

8. I gioielli

Devono essere vistosi e colorati solo su abiti sobri mentre piccoli e luccicanti su abiti elaborati ed eccentrici. Non caricatevi di ninnoli ma puntate sulla qualità, evitando accessori chip. Per cerimonie di giorno le pietre dure renderanno più particolare l’outfit ma, in questo caso, vi consigliamo di scegliere bene su cosa puntare: un bracciale è perfetto se avete le braccia scoperte, una collana va bene su scollature importanti, mentre gli orecchini completano acconciature semplici e tirate.

Non di rado, per ricevimenti formali, le partecipazioni matrimonio includono l’indicazione di un dress code particolare, per questo è opportuno definire nel dettaglio l’abito e gli accessori, evitando oltremodo di commettere spiacevoli errori in merito alle regole di galateo. Anche in caso di ricevimenti a tema, gli inviti matrimonio potrebbero contenere dei piccoli dettagli utili per acquistare abiti in una determinata nuance o accessori estrosi per una dopo festa con i fiocchi.