Sposi in chiesa
Colizzi Fotografi

Dopo l'entusiasmo e la felicità della proposta di matrimonio, è giunta l'ora di rimettere i piedi per terra e iniziare i preparativi del giorno più importante della vostra vita. Ma da dove cominciare? Avete sentito dire che ci saranno milioni di cose da fare, dovrete pensare all'abito, ai fornitori, alla location, a come sistemare i parenti... certo, non capita spesso di progettare un grande evento! Niente paura, perché con questa guida su come organizzare un matrimonio dalla A alla Z, fugherete ogni vostro dubbio e affronterete questo percorso senza stress. 

Guida completa su come organizzare un matrimonio

Manuale per organizzare un matrimonio senza stress

Mettiamo le cose in chiaro: per non farsi sormontare dall'ansia e non entrare in un tunnel senza via d'uscita come potrebbero risultare i preparativi di nozze, dobbiamo essere consapevoli di alcune verità. Ovvio, la vostra to do list sembra essere infinita, ecco perché, per affrontare al meglio questo percorso, è bene essere a conoscenza di alcuni aspetti che -se non considerati a priori- potrebbero rendere il tutto molto stressante. Leggete il nostro articolo sullo stress da matrimonio e non perdetevi i 10 aspetti da mettere in conto prima di iniziare a organizzare le nozze:

Lancio petali di rosa
Eurofoto

  • 1. La preparazione delle nozze è stancante

Non è di certo nostra intenzione affievolire gli entusiasmi e generare il panico; tuttavia non si può negare che l’organizzazione di un matrimonio sia impegnativa, per cui sarà imprescindibile fare degli sforzi per mantenete la calma e stilate una lista delle cose da fare e, per ciascuna, individuare il momento opportuno per svolgerla. 

Sposa in primo piano e sposo in secondo piano
Nando Spiezia Photography

Inoltre, avete sempre pensato che non sareste mai diventate ansiose come l'amica che si è sposata l'anno precedente: ricordate bene che non aveva più tempo per uscire, talmente presa dall'organizzazione delle nozze. Ora che tocca a voi barcamenarvi tra appuntamenti per la prova trucco, l'ordine dei fiori e la scelta del menù... capite quello che deve aver passato. Per uscire da questo loop, c'è solo una cosa da fare: take it easy. Certo, ci saranno momenti in cui la cosiddetta "Bridezilla" che vive dentro di voi -ovvero, come dicono gli americani, la sposa folle causa preparativi- potrebbe risvegliarsi: in tal caso lasciatela sfogare... vedrete che poi vi sentirete meglio!

  • 2. Non si può avere tutto sotto controllo

Ci rivolgiamo a voi, maniaci del controllo! Mettetevi il cuore in pace: non potrete mai avere ogni aspetto completamente sotto controllo. È giusto mettere tutto l’impegno possibile nella preparazione di quello che sarà un giorno memorabile, ma abbiate sempre un occhio di riguardo per il vostro benessere psicofisico. Anche se vi dimenticherete un piccolo dettaglio o vi imbatterete in qualche disguido, sappiate che il vostro matrimonio sarà indimenticabile in ogni caso. Pensare di poter controllare qualsiasi aspetto non farà altro che arrecare stress alla vostra persona e alla vostra coppia. Capirete presto che, nonostante siate organizzati alla perfezione, ci sarà sempre qualche imprevisto. Se sarete rigidi di fronte agli inconvenienti, a spezzarvi sarete voi, se invece saprete adattarvi, tutto andrà per il meglio. Essendo coinvolte tante persone nella fase dei preparativi ed essendo numerose le incombenze da portare a termine, è davvero impossibile pensare di riuscire a vigilare su tutto.

Invitati nozze in piscina
Eurofoto

Ricordatevi che la perfezione non esiste: non trasformatevi in schiacciasassi pronti a eliminare qualsiasi ostacolo si frapponga fra voi e “il matrimonio perfetto”. Non è questo quello che conta: i vostri invitati sono lì unicamente per vedervi felici e celebrare questa gioia con voi.  

  • 3. Ci sarà sempre qualcuno pronto a dirvi "come andrebbe fatto"

Suocere, avanti tutta! I consigli naturalmente sono sempre ben accetti, anche perché dal suggerimento di un'amica o di una mamma può emergere un'idea davvero originale alla quale non avevate pensato. Tenete però presente che a sposarvi siete voi, pertanto sono le scelte che vi fanno sentire più a vostro agio quelle che contano davvero, al di là di ciò che pensano amici e parenti. Inoltre, purtroppo, capita spesso che ci sia qualcuno pronto a dirvi come andrebbe fatto questo o organizzato quello o, addirittura, qualcuno che si sente in diritto di imporre il proprio parere perché sta contribuendo alle spese delle nozze. Nel caso ciò accada, non agitatevi e siate pronti ad arginare con gentilezza eventuali ingerenze. Quindi tenete alla larga i seccatori: alcune persone possono provare piacere a minare le vostre sicurezze o, più semplicemente, hanno il potere di farvi uscire dai gangheri. Quando ne prendete consapevolezza, allontanatevi da loro.

Sposi che si baciano
Biagio Sollazzi

  • 4. Non avrete obblighi, ma solo possibilità

A parte i momenti previsti dal rito civile o da quello religioso, il vostro matrimonio non dovrà seguire un copione prestabilito. State alla larga da chi vi dice che dovrete obbligatoriamente fare il lancio del bouquet o quello della giarrettiera, che la sposa dovrà vestirsi di bianco e che non dovrete vedervi la notte prima delle nozze. Molti sposi che già convivono prima di sposarsi, infatti, scelgono di intraprendere questo passo insieme in tutto e per tutto. Mano nella mano, arrivano insieme all'altare in modo spontaneo: lui con un bel paio di sneakers ai piedi e lei indossando un abito da sposa colorato! Che c'è di male?

  • 5. Mettete in conto gli imprevisti

Gli imprevisti fanno parte della vita e, inevitabilmente, anche dell’organizzazione del matrimonio. Situazioni o eventi non preventivati possono influire sul costo del matrimonio: pertanto, quando calcolate il budget di matrimonio conteggiate almeno un 10% di spesa in più, cosa che vi permetterà di affrontare con serenità qualsiasi sorpresa! Gli imprevisti, però, non riguardano solo il budget: e quel parente lontano che vi darà buca il giorno prima del matrimonio? Fate un bel respiro e prendetela con filosofia: non vale la pena rovinarsi una giornata straordinaria per questi piccoli cavilli. 

Dettaglio polsino sposo
Marco Bernardi Photography

  • 6. Farete scelte inaspettate

Avete sempre immaginato il vostro matrimonio in grande: tantissimi ospiti che vi attorniano mentre tagliate un'enorme torta nuziale a più strati nella corte di un antico castello medievale. Forse andrà così, ma sapete una cosa? Quando scoprirete tutte le possibilità che offre il mondo bridal e valuterete i pro e contro di ciascuna, vi sorprenderete delle vostre scelte. Senza rendervene conto, finirete con l'indossare un abito straordinario, ma che di principesco non avrà nulla, e festeggerete le nozze in una suggestiva location urban chic, con pochi invitati intimi e una spettacolare vista sulla città dove vi siete appena trasferiti!

  • 7. I professionisti sanno ciò che fanno

Nel preparare il vostro matrimonio avrete a che fare con una serie di professionisti come fioristi, fotografo e magari anche wedding planner. Potete pure iniziare i preparativi pensando che voi fareste meglio di chiunque, in qualsiasi settore, e potreste persino azzardare critiche al fiorista o allo chef responsabile del catering... ma presto si farà avanti in voi la consapevolezza che ognuno sa fare il proprio mestiere ed è necessario lasciare svolgere a ciascuno il suo. In poche parole: fidatevi dei professionisti ai quali vi affidate, vedrete che vi alleggerirete di non poco! 

wedding planner che allestisce tavolo nuziale
Photografica Mangili

A loro delegherete alcune scelte e chiederete consigli, manifestando le vostre esigenze. Fidatevi di quello che vi dicono partendo dal presupposto che gli esperti del settore sono loro. Se il fiorista vi sconsiglia una varietà per il vostro bouquet perché, per esempio, poco resistente alla temperatura prevista, dategli ascolto! Se non riponete in queste figure la vostra fiducia, rischierete di creare tensioni e situazioni spiacevoli.

  • 8. Attenzione alle conversazioni monotematiche

Organizzare un matrimonio comporta molta concentrazione, una buona dose di pazienza e molta, molta costanza. Ogni giorno dovrete occuparvi di qualcosa e sarà necessario avere una buona memoria per ricordarsi tutti gli impegni presi. Cosa succede solitamente per non soccombere? Comincerete a esternare i vostri impegni e le vostre preoccupazioni, tra di voi e con chiunque capiti nel raggio di pochi metri. Niente di più sbagliato! Per evitare di allontanare le persone attorno a voi, inondandoli di questioni per loro poco rilevanti, ricordatevi due cose: mettetevi nei loro panni e non scordate di chiedere loro “come stai?”. Non solo risulterete gentili, ma ascoltare una storia diversa dalla vostra non può che farvi bene!

Amiche che si fanno un selfie
Photografica Mangili

  • 9. C’è sempre chi non può partecipare

Eccoci di nuovo qui! Calcolate che, in media, tra il 10% e il 20% degli ospiti declina l'invito. Non rimaneteci male, è normale. Per essere sempre pronti a modificare al meglio la vostra organizzazione, chiedete semplicemente di confermare la presenza entro una certa data. Lo potete anche scrivere all'interno della partecipazione.

  • 10. Un’età per ogni compito

State pensando di affidare piccoli compiti ai vostri nipotini o cuginetti? Ottima idea! Per evitare contrattempi o confusione nei momenti cruciali della cerimonia, però, cercate di scegliere damigelle e paggetti che abbiano almeno 5 anni, meglio 6 o 7 per chi dovrà portare le fedi!

fedi nuziali
Eurofoto

I primi passi dell'organizzazione

Veniamo al dunque. Ora che abbiamo capito e digerito ciò a cui andremo incontro durante l'organizzazione delle nozze, stiliamo una lista degli step da seguire per iniziare i preparativi con il piede giusto! Come organizzare un matrimonio dalla a alla z? Ecco da dove partire.

Iniziate con la burocrazia

Partite dal Comune di residenza e passate poi alla chiesa, nel caso in cui vogliate sposarvi con rito religioso. Informatevi per tempo e prendete nota di tutta la trafila e dei documenti necessari e di come funziona eventualmente il corso pre-matrimoniale. Se la vostra idea è quella di non sposarvi in chiesa, leggete la nostra guida completa sul matrimonio civile

Sposi durante il rito civile
Russotto Photography

Fissate la data delle nozze

Pensate alla stagione che più vi piace e non trascurate la disponibilità dei familiari, le feste comandate, i ponti e gli avvenimenti speciali che potrebbero impedire ad alcuni invitati di assistere al matrimonio. Stilate una lista degli invitati di nozze provvisoria e defalcate con il tempo i nomi che che decidete di eliminare. Intanto avrete già un’idea di massima del numero di invitati e quindi potrete richiedere i preventivi del caso. Ipotizzate anche eventuali deadline, vi sarà utile per ordinare il caos di idee che avrete in mente.

Stabilite un budget

Decidete bene in quali parti dei preparativi pensate di investire di meno e in quali di più. Prendetevi del tempo e definite le vostre priorità: non tutti gli sposi amano le stesse cose; alcuni potranno voler spendere di più in cibo, altri nel servizio fotografico. Usate un planner per non dimenticare nulla e uno strumento per il calcolo del budget: magari riuscirete persino a risparmiare qualcosa!

Decidete che tipo di banchetto volete offrire 

Lo stile a cui state pensando è anche ciò che influenzerà maggiormente la scelta della location. Matrimonio classico, urban o country chic? L'Italia offre molteplici soluzioni a questo riguardo, siamo sicuri che troverete il posto giusto per voi! Occhio però a optare per una location adatta al numero dei vostri invitati: non sceglietene una esageratamente grande se state organizzando un ricevimento intimo, perché potrebbe risultare dispersiva; al contrario una location troppo piccola per un cospicuo numero di ospiti potrebbe impedirvi di organizzare bene gli spazi.

Davide Soncin Photographer
Davide Soncin Photographer

Scambiate idee con altre coppie

Chiedete consiglio, aiuto e opinioni sia attraverso i forum delle reti sociali che di persone in coppia che vi stanno attorno. Condividere esperienze vi farà sentire più sicuri e tranquilli riguardo a come organizzare un matrimonio meraviglioso. 

Quanto tempo è necessario per organizzare un matrimonio?

È giunto il momento di parlare di tempistiche. Quanto tempo prima ci si deve muovere per organizzare un matrimonio passo per passo? Ebbene, è consigliabile iniziare la preparazione dell’evento almeno 12 mesi prima della data prefissata per le nozze. Può sembrare tanto o poco a seconda dei caratteri, ma per gestire il tutto senza farvi assalire dallo stress da preparativi, è preferibile cominciare un anno prima.

angolo bomboniere nuziali
Nicola Tanzella fotografo

Quali sono i primi step da compiere?

Tenete presente che ci sono dei dettagli che vanno lasciati necessariamente per ultimi, come può essere la prova trucco o acconciatura, ma la maggior parte dei preparativi è bene farli in anticipo e con calma. Sicuramente la ricerca della location e della chiesa (o della sede comunale) sono tra gli step fondamentali da cui partire, soprattutto se desiderate celebrare il matrimonio in un periodo di alta stagione. Ecco una lista che potrete spuntare via via nel corso dell'organizzazione:

  • Stabilire la data;
  • Scegliere la chiesa o il municipio;
  • Budget a disposizione;
  • Stabilire il tema delle nozze, quindi individuare una location;
  • Fare il corso prematrimoniale (se si opta per il rito religioso);
  • Contattare i testimoni ed eventuali paggetti e damigelle;
  • Sbrigare gli aspetti burocratici;
  • Individuare il catering, definire il menù, ordinare la torta nuziale;
  • Redigere la lista degli invitati e scegliere la disposizione a tavola;
  • Intrattenimento musicale;
  • Organizzare il viaggio di nozze;
  • Scegliere le decorazioni floreali e il bouquet;
  • Trovare il fotografo;
  • Prenotare il mezzo di trasporto;
  • Scegliere gli abiti e gli accessori, provare il trucco sposa e prenotare sedute di bellezza;
  • Scegliere e inviare le partecipazioni;
  • Ordinare le bomboniere e i confetti;
  • Scegliere le fedi;
  • Lista nozze.

Bacio tra sposi
Colizzi Fotografi

C'è qualche fornitore in particolare che bisogna contattare prima degli altri?

Una volta prenotata la location e confermata la data per la cerimonia, potete cominciare a fissare gli appuntamenti con i fornitori che vi seguiranno nelle varie fasi dell’organizzazione. In particolare, sarebbe opportuno contattare per primi il fotografo, il fiorista e il wedding planner, figure essenziali al matrimonio e centrali in ogni fase dello stesso. Nonostante ciò, ognuno di noi è diverso e pertanto le priorità delle coppie saranno diverse, ma una buona soluzione da usare come linea guida potrebbe essere la regola delle 3 A: Ambiente (in cui sono compresi chiesa e location), Abito e Allestimenti (fiori, bomboniere, fotografo, ecc.).

Per darvi un'idea più precisa sugli step da affrontare se state organizzando un matrimonio con un anno di anticipo, ecco una piccola check list: 

  • 10/12 mesi prima: prenotare location, catering, fotografo, fioraio, musicisti;
  • 7/9 mesi prima: prenotare chiesa/comune, occuparsi della burocrazia e prendere appuntamento in atelier per l'abito;
  • 4/6 mesi prima: iniziare a pensare al viaggio di nozze, inviare le partecipazioni, cercare l'auto;
  • 2/3 mesi prima: dedicarsi al completamento dell'outfit. Accessori, trucco, acconciatura, bouquet e non dimenticatevi le bomboniere.

unione civile
Immagini Studio Marco Pugliese

È vero però che spesso la vita ci mette di fronte a scelte inaspettate: la proposta è arrivata e non vedete l'ora di sposarvi? Volete anticipare la data delle nozze per qualche motivo? Sì, è vero, abbiamo detto che il tempo giusto per progettare nozze senza stress è 12 mesi, ma non sempre abbiamo tutto questo tempo. Quindi vi proponiamo due alternative: come organizzare un matrimonio in 3 o 6 mesi, spiegandovi in che modo potrete accorciare i tempi e quali sono le priorità da seguire per poter pianificare il tutto. 

Organizzare un matrimonio in 6 mesi

Non è il momento di farsi prendere dal panico. È vero che il tempo vola, ma sei mesi non sono poi così pochi! Se vi impegnate e permettete a qualcuno di aiutarvi, potrete arrivare all'altare senza stress e festeggiare il vostro amore come avete sempre immaginato. Ci sono soltanto alcuni step da seguire e un tantino di mente ferma per rimanere sereni.

Spuntate subito le priorità

Prima cosa da fare quando si ha poco tempo, spuntare le priorità, ovvero: prendete subito un appuntamento presso il vostro Comune di residenza per ufficializzare le promesse di matrimonio e avviare l’iter delle pubblicazioni. Seconda cosa, mettetevi in contatto con il parroco che dovrà sposarvi e, se sarà il vostro caso, domandategli se fosse possibile anticipare il corso prematrimoniale. Se optate per la cerimonia civile, verificate la disponibilità della data da voi scelta nel Comune della vostra città, tenendo presente che è possibile sposarvi anche presso un altro Comune.

Sposa che firma documenti rito civile
Colizzi Fotografi

E ricordate! Potreste anche provare a organizzare le nozze senza aver stilato nessuna lista di cose da fare, ma non sarebbe una buona idea. Buattate giù delle liste, che poi diventeranno elenchi su elenchi da modificare e rivedere man mano che si procede con i preparativi. Si tratta dell’unico modo per avere tutto sott'occhio: sia ciò che si è portato a termine sia ciò che rimane da fare, oltre che essere uno strumento utile per dividersi i compiti. 

Location occupata? Si parte!

Quando il countdown verso la data delle vostre nozze vi ricorda ogni giorno che il tempo stringe, dovete immediatamente assicurarvi un posto dove ospitare tutti i vostri invitati. Non sarà facile, quindi dovrete giocare d’astuzia. Dopo un po’ di tentativi presso i luoghi più famosi nelle vicinanze, ampliate la ricerca verso altre città o regioni, magari aiutandovi con il nostro portale. Le possibilità di trovare una location disponibile nella data prescelta in questo modo aumenteranno. Certo, dovrete spendere qualcosa di più per trasporti e pernottamento, ma potrete risparmiare su altri fronti o selezionare solo le persone a voi più vicine. Ultimo consiglio? Optate per un servizio che includa anche il catering, così da non dover duplicare la ricerca.

Sposi che si baciano in location allestita
Photografica Mangili

Gli strumenti (indispensabili) del mestiere

In sei mesi, forse, non ci sarà tempo sufficiente a mettere insieme tutte le minuzie del caso; magari sarà necessario rinunciare a qualche elemento "superfluo", come il photo booth, la confettata o quei segnaposti che avevate tanto desiderato ma che non avete il tempo di far realizzare. Tuttavia, ci sono tre cose a cui proprio non potrete rinunciare: le fedi, le partecipazioni e il bouquet. Per quanto riguarda le prime, potreste farvi consigliare una gioielleria fidata da un familiare o da un amico e ricordarvi di recarvi in loco con le idee ben chiare in testa.

Non avete più tempo di preparare le partecipazioni? Speditele online! Vi serviranno solo gli indirizzi di posta elettronica dei vostri ospiti e potrete farlo comodamente dal vostro PC. Infine che dire del bouquet di fiori? Potreste delegare questa incombenza a una persona di fiducia che conosca i vostri gusti e vi stia aiutando nell'organizzazione delle nozze.

bouquet di fiori bianchi
Fabio Betelli Photographer

Altro elemente indispensabile per un matrimonio: l'intrattenimento musicale! La musica è certamente un elemento essenziale, non esiste matrimonio senza musica: ci sarà nella cerimonia, nel banchetto e durante la festa, nonché in ogni momento topico, come l'uscita degli sposi, l'entrata al banchetto, il primo ballo e il taglio della torta. Ma per contribuire al "successo" del vostro evento non basta che ci sia, deve essere anche quella giusta! La vostra musica dovrà rispecchiare, enfatizzare e trasmettere completamente il mood delle vostre nozze. E già che parliamo di intrattenimento, ritagliatevi qualche giorno per pensare all'animazione: pensate a qualche attività divertente con la quale intrattenere i vostri invitati; non servono grandi cifre, vi basterà un'idea semplice. Avete mai fatto il gioco della mela appesa? Piccolo revival anni '90, ed è subito Il tempo delle mele!

Sposi che giocano al gioco della mela
Enrico Mingardi photographer

Il vero risolutore di problemi: il web

Nella fretta vi siete appena resi conto di aver spedito gli inviti di matrimonio senza l’indicazione su come farvi il regalo di nozze? Niente panico! Potete sempre inviare ai vostri ospiti una nuova comunicazione online in cui segnalate loro l’esistenza del vostro sito web! Crearne uno oggi è molto semplice e potete aggiornarlo in ogni momento libero, ovunque vi troviate. Qui potrete comunicare ai vostri ospiti ogni cambiamento o dettaglio organizzativo e interagire con loro in modo più immediato. Un’altra soluzione simile è quella di creare una pagina sui social dedicata all'evento, magari aggiungendo un hashtag dedicato alla ricerca dei contenuti. Organizzare un matrimonio in sei mesi mette a dura prova, ma c'è sempre una soluzione a portata di mano!

Finalmente, la bellezza

Finora avete pensato solo ed esclusivamente agli impegni burocratici e alla soddisfazione dei vostri ospiti, ma è giunta l’ora di incentrarvi su di voi. Pensate al vostro aspetto e alla vostra bellezza e, mentre vi occupate della ricerca del vestito da sposa e dell’abito per la vostra damigella, delegate il resto. Lasciate a un esperto wedding planner il compito di ricercare gli allestimenti e chiedete a un’amica esperta di hand-made di aiutavi con le bomboniere. Nel frattempo, prenotate la prova trucco e acconciatura e informatevi su quali trattamenti estetici potrebbero essere fattibili nei sei mesi prima delle nozze. 

Se volete altri consigli sull'argomento, leggete anche questo articolo sugli step da compiere a sei mesi dalle nozze!

Sposa che si trucca
Biagio Sollazzi

Organizzare un matrimonio in 3 mesi

E adesso arriva la vera sfida! Come organizzare un matrimonio in soli 3 mesi? Non possiamo dirvi che sarà facile, perché non lo sarà, ma non possiamo dirvi nemmeno che sarà impossibile. Quindi nervi saldi e tanto entusiasmo! Iniziano i 3 mesi di fuoco che vi permetteranno di coronare un sogno d'amore.

Sistemate le pratiche burocratiche

Ormai questo cavillo lo conosciamo. Senza documenti, pubblicazioni e permessi è inutile sognare. Appena possibile rivolgetevi a un funzionario comunale competente, spiegando le vostre tempistiche strette e favorendo una burocrazia snella e rapida. Per le nozze religiose, rivolgetevi a un parroco di fiducia così che possa aiutarvi nell'iter, venendovi incontro anche per quanto riguarda le date del corso prematrimoniale.

Catering e location: puntate all'essenziale

Nonostante le tempistiche siano davvero risicate, non rinunciate a scegliere la location del cuore e, subito dopo, il catering ideale per il banchetto. Se siete fortunati e avete a disposizione ville e campagne di proprietà, puntate a trasformare questi spazi con l’aiuto di qualche arredo a noleggio, in modo da non dover prenotare la location. Una volta ingaggiato il catering, procedete subito con il menù e la scelta della torta nuziale, così da ottimizzare gli appuntamenti. Ricordatevi che i tempi sono cambiati e oggi esistono diverse soluzioni da utilizzare al posto del banchetto tradizionale: apericena, brunch, cocktail wedding party o picnic sul prato, idee originali e furbe per evitare di perdere tempo con la suddivisione degli inviati a tavola.

showcooking
Emiliano Allegrezza

Outfit speciali che fanno battere il cuore

Tre mesi è probabilmente il tempo sufficiente per riuscire a trovare l’abito dei vostri sogni. L'unico intoppo potrebbe essere quello di avere meno margine di scelta sulla vostra collezione di abiti preferita. In questo caso le soluzioni sono tre: fatevelo disegnare e realizzare da una stilista, affidatevi alle mani di un atelier di fiducia che però vi proporrà solo i modelli rimasti in vendita, acquistate quell'esatto modello pur mettendo in conto il fatto che potreste percorre chilometri in cerca dell’atelier in cui è disponibile. 

In & out: i fornitori da lasciare o da scartare

Come abbiamo già spiegato per il matrimonio da organizzare in sei mesi, anche in questo caso dovrete incorrere in qualche rinuncia. Fate una breve selezione di quelli che dovranno essere i fornitori su cui contare e quelli invece da mettere da parte. Per quelli che saranno dentro la lista, usate il passaparola e fatevi consigliare dai vostri conoscenti; magari avrete un amico che si è sposato l'anno prima che sarà felice di suggerirvi un fotografo, un fioraio o una make-up artist. 

Anche in questo caso, esistono alcuni must have, tra cui le fedi e i fiori. Per le prime potete orientarvi sui modelli in commercio considerando che per l’incisione, qualunque essa sia, potrebbe andar via anche un mese. Per i fiori, invece, potete optare per composizioni semplici, utilizzando fiori di stagione e non importati, che potrebbero non arrivare in tempo.

Pochi ma buoni

Organizzare nozze per 200 invitati in soli tre mesi è un'impresa un tantino folle. Meglio mettere in piedi un ricevimento raccolto, per pochi intimi, che in fondo è quanto di più bello e romantico possa esserci. Circondatevi solo di persone vicine, preferendo amici e legami sinceri rispetto a inutili inviti puramente formali o di cortesia.

tavolo allestito per ricevimento nuziale
Emiliano Allegrezza

Probabilmente non ci saranno le tempistiche sufficienti per realizzare partecipazioni cartacee, programmarne la spedizione e aspettare la risposta di ogni invitato. Ecco perché si potrebbe ovviare a tutto questo scegliendo il Save the Date: una versione più easy delle partecipazioni, capace di informare tutti, dettagliando luogo, data e ora. Inviatelo online, tramite chat, social o e-mail: il tutto per informare e avere una risposta più rapida possibile.

DIY vs online: la risposta è nel tempo

In soli tre mesi, le decorazioni e gli allestimenti possono essere realizzati seguendo questi due filoni: il fai da te (o DIY, Do It Yourself) o gli acquisti online. Scegliete la formula più adatta alla vostre esigenze valutando il tempo che potete o dovrete dedicare a ciascun dettaglio.

Lista viaggio e passa la paura

Visto che non avrete abbastanza tempo per occuparvi della lista nozze, la soluzione ideale sarebbe quella di aprire una lista viaggio presso un’agenzia così, in base alla cifra raccolta, deciderete la destinazione ideale. Una soluzione rapida che vi regalerà anche un buon motivo per rilassarvi dopo tre mesi scoppiettanti. In alternativa, diffondete il vostro numero di conto corrente, ma cercate di farlo in modo elegante!

sposi nella metro di Londra
Stefano Faiola photographer

Integrate agenda e smartphone

Utilizzate tutti i dispositivi elettronici per avere sempre sottomano l’organizzazione delle nozze: che si tratti dell’agenda di appuntamenti caricata sul vostro cellulare o dell’aggiornamento live della lista viaggio. Sul nostro portale troverete molti tool che vi permetteranno di ottimizzare i tempi. Con un pizzico di organizzazione e divertimento riuscirete a mettere in piedi un matrimonio fantastico! Tuttavia, se proprio non volete rinunciare a nulla, date una svolta alle vostre nozze, contando sulla collaborazione di un wedding planner, che si incaricherà di tutti i preparativi e vi mostrerà come organizzare un matrimonio esclusivo! 

Errori da evitare nell'organizzazione delle nozze

Non illudetevi, mettere in piedi un matrimonio non è un cammino disseminato di rose, però, con un po’ di pianificazione, riuscirete nell'impresa più importante della vostra vita. Che stiate progettando le nozze con largo anticipo o che abbiate solo pochi mesi davanti a voi, ci sono degli errori che non potete permettervi di commettere in nessun caso.

scatola con ventagli matrimonio
913Art

Attenzione alla data!

Come detto più volte, abbiate premura di scegliere una data che non coincida con eventi rilevanti, come festività, partite di calcio o giorni particolari dell'anno: non c’è nulla di più irritante che sentirsi domandare dagli invitati se sarà possibile seguire la partita durante il ricevimento o, peggio, accettare un rifiuto a causa di una scampagnata già prenotata qualche tempo prima in vista di un ponte. 

Delegare fa bene

Pretendere di fare tutto da soli è impossibile. Quindi, una cosa è evitare di rincorrere i desideri altrui, un’altra è impuntarsi a non farsi aiutare. Scoprirete che l’aiuto di un amico/a, di un genitore o di un parente, può essere vitale per evitare di soccombere di fronte alla mole di impegni che vi attende. Temete di perdere il controllo? Niente di più sbagliato: sarete sempre voi a mantenere le redini ben salde, decidendo chi deve fare cosa e quando!

Amiche con palloncini
Biagio Sollazzi

E, mi raccomando, non dimenticate il vostro partner! Nella fase dei preparativi, vi renderete presto conto di quanto sia importante condividere, sia sul piano emotivo che pratico e logistico. Capirete che è quasi d’obbligo confrontarsi su gusti, idee e pareri, solo così arriverete a mettere a punto l’opzione ottimale. Inoltre, vi renderete conto che dividersi i compiti è fondamentale per evitare malumori, naturalmente nei limiti del possibile, ossia tenendo conto del tempo che ciascuno di voi ha libero oltre al lavoro. Opinioni, incombenze ma anche timori ed emozioni: capirete che confidarsi con il proprio partner circa paure, dubbi o ansie, è il vero cemento della vostra relazione.

Non date nulla per scontato

Fate una verifica con tutti i vostri fornitori almeno un mese prima del matrimonio e accertatevi che tutto sia corretto. Una settimana prima del giorno X, chiamate ancora e chiedete delle conferme per iscritto. Con un documento in mano avrete sempre uno strumento in più per poter, eventualmente, fare i vostri reclami. 

Il menù

dettaglio buffet matrimonio
Marco Bernardi Photography

Al momento di scegliere il menù del banchetto, non trascurate alcuni aspetti come il numero degli invitati o le esigenze alimentari dei commensali. A seconda di quanti ospiti avrete, ci saranno pietanze non indicate, vuoi per i tempi di cottura o per la conservazione: fatevi consigliare dai professionisti che si occuperanno del banchetto. Inoltre, per poter accontentare i vostri invitati, accertatevi su eventuali casi di celiachia, diabete, allergie varie o diete particolari. Se necessario, avvisate il ristorante perché vi prepari piatti speciali. Qui trovate i nostri consigli su come concordare col catering eventuali menù speciali!

Riprovate l'abito all'infinito

Se non volete avere sorprese dell’ultimo minuto con l’abito da sposa, riprovatelo quando andate a ritirarlo. Se, per caso, i titolari dell’atelier non lo ritengono necessario (o è già confezionato per essere portato via), insistete nell'ultima prova e non cedete. Gli ultimi giorni sono molto stressanti per una futura sposa e, provando il vestito, potrete accertarvi dell’ultimo e più importante dettaglio: tutto filerà liscio.

Photografica Mangili
Photografica Mangili

Organizzare un matrimonio è un vero pressure test, da questo non si sfugge! Check list da spuntare, impegni da portare a termine, prove, appuntamenti, cataloghi da spulciare. Il vostro tempo libero da dedicare al puro relax si ridurrà al minimo e i momenti per voi saranno quasi totalmente dedicati alle nozze. Certo, nulla di più bello in vista del grande giorno, ma anche di molto stressante. E poi, guardiamo la realtà in faccia, non sempre sarete d’accordo su tutto e non mancheranno piccoli litigi. Tuttavia, apprendere questa lezione prima di cominciare l’organizzazione vi sarà di grande aiuto: sapere che piccole divergenze sono normali, vi permetterà di affrontare al meglio e con serenità le varie situazioni, senza farvi prendere dall'ansia che qualcosa non stia andando come dovrebbe!

Spazioaperto fotografia di Rossana Lorenzetti
Spazioaperto fotografia di Rossana Lorenzetti

Adesso che abbiamo appreso come organizzare un matrimonio non dimenticatevi l'ultima regola: per non incorrere in una crisi di coppia, sarà importante ritagliarsi un pochino di spazio per il semplice ma efficace relax: vi aiuterà sia come coppia sia a ripartire con la progettazione belli carichi. Riservate giornate o serate solo per voi, durante le quali sarà vietato parlare di nozze! 

Ah! Siete sposi 2022? Leggete l'articolo su come organizzare le nozze in questo periodo!