Vai ai contenuti principali
Matrimonio

Matrimonio religioso: tradizioni, idee, consigli, burocrazia. Ecco come organizzarlo!

Come organizzare un matrimonio religioso alla perfezione? Quali sono i passi da seguire e le idee per renderlo un momento unico? Pratiche burocratiche ma anche tante idee di allestimento e qualche consiglio per trasformarlo in un evento da sogno!

sposi che ridono durante matrimonio religioso

In Italia la tradizione del matrimonio religioso resiste forte e salda, nonostante si pensi che oggigiorno sia il solo rito civile ad andare per la maggiore. Sfatiamo questo mito dicendo che sono ancora moltissime le coppie di sposi che non rinunciano alla cerimonia in chiesa e che questo fenomeno non si manifesta solo al Sud Italia come si potrebbe superficialmente pensare, bensì lungo tutto lo stivale, da Nord a Sud, da Bolzano ad Agrigento. Ma cosa c'è dietro questo rito così ancestrale? Quali sono le tradizioni legate al matrimonio in chiesa? E per quanto riguarda la burocrazia? Se volete sapere tutto sul matrimonio religioso, dalla storia alle pratiche da presentare, dagli allestimenti ai consigli degli esperti, ecco una guida completa che farà certamente al caso vostro!

Matrimonio religioso: tutto quello che c'è da sapere

sposi che si baciano in chiesa

Matrimonio religioso: partiamo dalle basi

Parliamoci chiaro: quante delle coppie che si sposano in chiesa conoscono nei minimi dettagli la storia e le tradizioni legate al matrimonio religioso? In cosa consiste esattamente e da dove proviene questa pratica così diffusa? Sapevate che esistono due tipi di matrimonio religioso? Eccoveli spiegati nel dettaglio.

Matrimonio concordatario

Ebbene per matrimonio religioso si intende l'unione tra due coniugi davanti al ministro di culto cattolico, ovvero il parroco, al quale la legge dello Stato riconosce effetti civili, secondo certe condizioni. Questo grazie al Concordato Lateranense del 1929, un patto stipulato fra Stato Italiano e Santa Sede. Il matrimonio religioso, con queste caratteristiche, è anche chiamato matrimonio concordatario. 

Matrimonio canonico

Il matrimonio detto canonico, invece, è comunque un matrimonio celebrato in chiesa ma che ha validità soltanto per l'ordinamento religioso, pertanto non sarà valido per lo Stato Italiano. 

Insomma, questo per dirvi in poche parole che se volete sposarvi in Italia e desiderate che il rito del matrimonio abbia valore legale a livello statale, le cose da fare sono due: o organizzare un matrimonio concordatario in chiesa, durante il quale verranno anche effettuate le letture del Codice Civile, o sposarvi sia in chiesa che in Comune, nell'ordine da voi desiderato. Che vogliate celebrare il matrimonio civile e poi religioso o al contrario poco importa: l'importante è organizzarli entrambi.

Se, però, preferite unire i due riti per comodità e desiderate sapere tutto su questo argomento, ecco un articolo dedicato esclusivamente al matrimonio concordatario.

sposi che escono dalla chiesa, lancio del riso

Documenti per matrimonio religioso

Prima o poi la parte meravigliosa arriverà, parleremo dello scambio delle promesse, degli anelli e di tutta la magia dietro la celebrazione del vostro amore. Ma prima dobbiamo ritagliarci qualche minuto per conoscere qual è la burocrazia dietro il rito religioso e se differisce da quella legata al rito civile. D'altra parte, senza documenti non ci si sposa, quindi prima il dovere e poi il piacere!

Per sposarvi in chiesa vi serviranno tutti i documenti obbligatori per il matrimonio civile più quelli necessari al matrimonio religioso, tra cui l'attestato di partecipazione al corso prematrimoniale e il nulla osta ecclesiastico, nel caso vogliate celebrare le nozze in una parrocchia diversa da quella che vi è stata assegnata. Qui trovate un articolo dedicato ai documenti matrimonio cattolico, dove si enunceranno tutti i certificati da presentare, compresi quelli di Battesimo e Cresima, mentre qui potete farvi un'idea di cosa sia il nulla osta per matrimonio

In breve, i documenti necessari per il matrimonio civile sono:

  • documento di identità valido;
  • stato di famiglia;
  • codice fiscale;
  • marca da bollo;
  • autocertificazione da compilare presso l'Ufficio di Stato Civile.

A questi documenti, dovrete aggiungerne altri per potervi sposare in chiesa. Ecco un riassunto dei documenti che dovrete presentare per il matrimonio religioso:

  • certificato di Battesimo;
  • certificato di Cresima;
  • certificato di stato libero ecclesiastico;
  • attestato di partecipazione al corso prematrimoniale;
  • nulla osta ecclesiastico (solo se deciderete di celebrare le nozze in una diocesi diversa da quella di appartenenza). 

Ma a proposito di Battesimo e degli altri Sacramenti Ecclesiastici, è possibile sposarsi senza essere battezzati? Scopritelo leggendo questo articolo!

E in caso di coppia mista? Ovvero, è possibile sposarsi in chiesa se un membro della coppia è ateo o di altra religione? Se vi ritrovate in questa situazione e volete saperne di più, ecco un articolo sul matrimonio misto.

bacio sposi durante matrimonio in chiesa

Pubblicazioni matrimonio religioso

Per quanto riguarda l'ampio tema delle pubblicazioni matrimonio, cercheremo di farla più semplice possibile. Nell'eventualità di matrimonio religioso — da sottintendere concordatario — c'è bisogno della doppia pubblicazione: le pubblicazioni civili presso la Casa Comunale e le pubblicazioni ecclesiastiche che verranno affisse alle porte della casa parrocchiale di entrambi gli sposi, se appartengono a parrocchie diverse. Le pubblicazioni verranno lasciate affisse per 8 giorni comprese due domeniche. 

Trascorsi questi 8 giorni senza intoppi e rilasciato il certificato di nulla osta al matrimonio, i futuri sposi dovranno consegnare al parroco tale documento ed effettuare con lui un colloquio dopo il quale verrà rilasciato un ulteriore documento di "consenso religioso", che confermerà anche la data delle nozze.

Per ricapitolare quanto detto, non perdevi l'articolo sui dubbi più frequenti sul matrimonio religioso.

sposi che si guardano di fronte le mure della chiesa

Corso prematrimoniale e processetto matrimonio: cosa sono?

Ora che abbiamo capito quali documenti presentare, analizziamo altri due punti chiave del matrimonio in chiesa. Il corso prematrimoniale e il tanto temuto processetto matrimoniale. Sapete cosa sono? Continuate a leggere per chiarirvi ogni dubbio!

Corso per matrimonio religioso

Sposarsi in chiesa con rito religioso oltre a essere una tradizione è anche un atto da prendere con serietà assoluta. È importante fare delle riflessioni sul passo che si sta per compiere, pensare al futuro della coppia e alle eventuali conseguenze del matrimonio. Inoltre, prima di sposarsi con rito religioso è anche fondamentale conoscere un po' la religione cattolica, nel caso non si sia così ferrati in materia, in primis i vari sacramenti, nonché i valori e il significato dell'unirsi in matrimonio. Come poter fare? Be', con il corso prematrimoniale, obbligatorio se puntiamo a sposarci in chiesa. Diversi appuntamenti durante i quali condividere i propri pensieri, le proprie paure e sentimenti, un momento in cui si potranno sentire altre campane — in quanto saranno presenti altre coppie —  e ascoltare le parole del parroco su vari argomenti, dalla costruzione della famiglia all'allevamento dei figli e così via. Per chiarire ogni dubbio e rispondere alle domande più frequenti in materia, leggete il nostro articolo sul corso prematrimoniale.

Emme Vision

Processetto matrimoniale

Se pensavate di tirare un respiro di sollievo dopo aver concluso con i documenti e le pubblicazioni, vi sbagliavate perché prima di sposarvi con rito religioso c'è un altro scoglio da dover superare. Avete mai sentito parlare del processetto? Un ultimo colloquio con il parroco durante il quale confermare la vostra intenzione di convolare a nozze. Il parroco procederà a porvi una serie di domande, che con probabilità avrete già trattato al corso prematrimoniale, quindi niente paura. Siamo certi che saprete come rispondere correttamente; altrimenti potete sempre leggere l'articolo in cui abbiamo spiegato tutti i dettagli del processetto matrimoniale, con tanto di lista delle domande che solitamente vengono poste ai futuri sposi.

sposi che si sorridono durante matrimonio in chiesa

Tempistiche matrimonio religioso

Ebbene adesso che abbiamo elencato i vari documenti e i passi da seguire prima di poter finalmente convolare a nozze con matrimonio religioso, quanto tempo prima organizzare il tutto? Come sempre quando si parla di nozze, prima siamo pronti meglio è! Tra frequentazione del corso prematrimoniale, preparazione dei documenti e pianificazione del resto del matrimonio, muoversi con un anno di anticipo è senza dubbio il tempo più indicato, anche se sei mesi prima sono comunque sufficienti. 

Se avete fretta di convolare a nozze, invece, i parroci più accondiscendenti potranno anche riuscire a sposarvi nel giro di 3 o 4 mesi. Tuttavia, ci sono diversi fattori che giocano un ruolo chiave, il periodo dell'anno in cui volete sposarvi, ad esempio, o la parrocchia che avete scelto.

Infine, volete sapere cosa dice il galateo sul matrimonio religioso? Ecco alcune informazioni in più.

scambio degli anelli

Matrimonio in chiesa: come si svolge?

Addentriamoci all'interno del rito nuziale. Come organizzarlo al meglio e quali sono le fasi da seguire? Innanzitutto partiamo dai testimoni: per sposarsi sono previsti al massimo due testimoni per persona. Spesso però notiamo la presenza di tre testimoni per lato; be' due di questi sono testimoni simbolici — almeno dal punto di vista civile — in quanto non firmeranno l'atto di matrimonio che verrà tramitato al Comune ma solo quello che resta alla Chiesa. 

Scaletta matrimonio religioso

Sapete già come funziona l'entrata in chiesa? In generale, sappiamo che prima entra lo sposo con sua madre e poi la sposa con il padre, ma esistono anche alcuni ingressi alternativi tramite i quali personalizzare la vostra cerimonia. In questo articolo trovate tutto quello che dovete sapere sull'entrata in chiesa. Per quanto riguarda il saluto che voi sposi vi scambierete in chiesa, però, un consiglio ve lo vogliamo dare: si sa, resistere alla tentazione di baciarsi o abbracciarsi può sembrare impossibile, soprattutto se non vi vedete da più di 24 ore! Cercate comunque di contenervi almeno fino al momento dello scambio delle fedi e di scambiarvi soltanto un casto bacio sulla guancia per rispetto verso il luogo di culto. 

Per quanto riguarda invece lo svolgimento del rito in tutte le sue fasi, dall'entrata dello sposo fino al lancio del riso una volta concluso il tutto, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sulla scaletta della cerimonia religiosa.

uscita sposi dalla chiesa

Dove devono sedersi le famiglie?

Le posizioni da occupare in chiesa sono stabilite dal galateo. La famiglia dello sposo si colloca nella zona a sinistra della navata, mentre i parenti della sposa si siedono a destra. Naturalmente, le prime file sono riservate ai genitori, ai fratelli e alle sorelle, seguiti dagli altri familiari come zii, nonni e cugini; infine, è il turno degli amici e i conoscenti che si accomodano nelle ultime file disponibili.

Addobbi per matrimonio in chiesa e non solo: cosa è ammesso

Per organizzare un matrimonio religioso ci sono tante cose a cui pensare e passi da seguire. In primis, avete pensato se indosserete o meno il velo o che musica mettere di sottofondo? Nel primo caso, attualmente i parroci risultano essere più flessibili, ma per la scaletta musicale fate attenzione, perché a seconda di quanto sarà tradizionalista il vostro don, questo potrebbe mettervi dei paletti su alcuni aspetti, dalla scelta della musica a quella degli allestimenti floreali. 

Scendere a compromessi

A proposito di rigidità del parroco e norme da seguire, è bene ribadirlo, quando si sceglie di sposarsi in chiesa è fondamentale scendere a compromessi e adattarsi alle regole imposte dalla chiesa in cui si è scelto di convolare a nozze. Esistono parrocchie in cui non sarà possibile pronunciare le promesse di matrimonio personalizzate, ma soltanto la classica formula matrimonio religioso ("Io accolgo te come mio/a sposo/a, prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita"), parrocchie in cui sarà vietato il lancio del riso o dei petali di rosa, parroci che vi consegneranno una lista di brani ammessi e che metteranno bocca sulla quantità di fiori da poter mettere in chiesa, nel caso siano fan della sobrietà.

sposi che escono dalla chiesa, lancio del riso

Be', ragazzi, c'è poco da fare, se non quello di tentare con gentilezza di dissuadere il prete su uno o più aspetti a cui tenete particolarmente; ma in linea di massima quelli che dovrete scendere a compromessi sarete voi, rispettando i costumi e le norme della chiesa. Ecco alcuni consigli: 

  • addobbi floreali per matrimonio in chiesa: molto probabilmente il parroco vi indicherà i punti dove poter distribuire le composizioni floreali. Qui sì, qui no, qui assolutamente no! Non disperate e, anzi, cercate di abbellire nel miglior modo possibile gli angoli che vi sono stati concessi, in particolare l'altare, punto su cui sarà senz'altro focalizzata l'attenzione di tutti gli ospiti. Se desiderate qualche consiglio concreto, date un'occhiata alla nostra galleria ricca di idee sugli addobbi per la chiesa;

chiesa durante matrimonio religioso

  • abito da sposa matrimonio in chiesa: nel rispetto del luogo di culto, si dovrà indossare abiti adeguati. Se ci si sposa in chiesa, la scelta dell'abito da sposa potrebbe risultare difficoltoso, in quanto spesso viene richiesto un abbigliamento sobrio, senza scolli vertiginosi o spalle scoperte. Nel caso la vostra scelta sia ricaduta proprio su un bel corpetto senza maniche e con scollo a cuore o a V, la soluzione migliore è quella di acquistare un semplice accessorio a coprire la parte scoperta, che sia il décolleté o la schiena. Una mantella, un bolero, un top in pizzo o un elegantissimo scialle risolveranno il problema senza farvi rinunciare all'abito dei vostri sogni.
  • velo sposa: e per quanto riguarda il velo? È obbligatorio portarlo in chiesa? Il velo è un simbolo di purezza e castità. Non è obbligatorio indossarlo, ma è molto indicato per i matrimoni religiosi. Sono tantissime le donne che decidono di portarlo soprattutto dal momento che negli ultimi decenni si è trasformato anche in un accessorio di moda. Quello che copre il viso va abbassato prima dell’ingresso in chiesa e tenuto fino all'arrivo all'altare, quando il padre, il marito o il testimone scoprono il volto della sposa;

sposi che si guardano durante matrimonio religioso

  • abiti da cerimonia matrimonio in chiesa: stessa cosa vale per le invitate; in chiesa no al décolleté in mostra, alle spalle scoperte o ai vestiti troppo corti. Per loro inoltre non sono indicati nemmeno outfit total black né total white. Diciamo che comunque i tempi sono cambiati e forse c'è meno rigidità anche da parte dei parroci sull'argomento, ma rischiare in un giorno così importante per gli sposi forse non è proprio indicato! Anche voi invitate potrete scegliere un accessorio da indossare solo per il momento della chiesa, per poi toglierlo e mostrare il fantastico abito che avete acquistato durante tutto il ricevimento nuziale!
  • musica per matrimonio in chiesa: altro tasto dolente quando si parla di matrimonio religioso. In generale, la musica classica, sia dal vivo che non, è totalmente indicata. Sì all'organista, al quartetto d'archi, all'arpista e al cantante di musica religiosa. Qui un articolo con alcuni brani di musica classica per matrimonio. Ma nel caso l'idea sia quella di organizzare una cerimonia più moderna e con la musica che più vi piace? In questo caso dovrete parlare col vostro parroco e capire se sarà disposto a far suonare quel brano rock rivisitato in chiave acustica che tanto amate o la colonna sonora del vostro film preferito. Mai dire mai, ma non nutrite troppe certezze sull'argomento!

Un'alternativa alla musica classica, nell'eventualità in cui il sacerdote non vi permetta di suonare la vostra musica preferita, è la musica gospel per matrimoni: dal sound molto coinvolgente, i brani gospel hanno al contempo uno spirito religioso e allegro, un modo quindi per intrattenere i vostri ospiti e per far contento il prete che, si spera, non potrà dirvi di no! Siete interessati a questo tipo di musica? Ascoltate la playlist di musica gospel per matrimonio che abbiamo preparato per voi!

sposi durante scambio delle fedi in chiesa

Il rapporto con il parroco può essere più o meno positivo, motivo per cui — se non andaste completamente d'accordo — potreste pensare di cambiare parrocchia, proprio per avere meno problemi possibili in quello che dovrebbe essere uno dei giorni più belli della vostra vita. Ecco un articolo dove vi elenchiamo i buoni motivi per sposarsi in una parrocchia diversa dalla vostra. Scendere a compromessi va bene, ma non poter in alcun modo personalizzare la cerimonia potrebbe non andarvi giù. 

Ma come scegliere la chiesa giusta in base alle vostre esigenze? Ecco un articolo che può chiarirvi ogni dubbio!

sposi che escono dalla chiesa, lancio del riso

Matrimonio religioso all'aperto o fuori dalla chiesa: è possibile?

Siete credenti e volete a tutti i costi sposarvi con matrimonio religioso per sancire la vostra unione davanti a Dio, ma è anche vero che morite dalla voglia di sposarvi all'aria aperta, senza dover ricorrere al successivo rito simbolico. È possibile? 

Se volete complicarvi l'esistenza, procedete lungo questa strada, perché dovete sapere che convincere il parroco a sposarvi fuori dalla chiesa non sarà un'impresa facile, per non dire impossibile. In primis perché affinché il matrimonio sia valido a livello religioso è necessario che il luogo in questione sia consacrato o che venga autorizzata ufficialmente la celebrazione del matrimonio religioso in un luogo non consacrato. Bisogna quindi ricevere l’autorizzazione del sacerdote (o addirittura del vescovo), che deve anche dare la propria disponibilità per celebrare il rito in un luogo diverso dalla chiesa. Pertanto, se la vostra idea è quella di sposarvi in spiaggia con matrimonio religioso, dovreste trovare un vescovo che permetta tale pratica — opzione alquanto remota. In alternativa, che ne pensate del giardino della diocesi? Sicuramente un'alternativa con meno grattacapi e che farà contenti tutti. 

Comunque sia, ecco un articolo riassuntivo dove troverete tutti i luoghi in cui potersi sposare con rito religioso fuori dalla chiesa.

giardino parrocchiale con allestita cerimonia religiosa

Adesso che siete più ferrati in materia di matrimonio religioso, siamo sicuri che organizzare il vostro matrimonio vi risulterà più semplice e veloce. Vi ricordiamo comunque di essere flessibili soprattutto con il parroco e di mantenere con lui una relazione positiva e gioviale affinché la celebrazione del matrimonio risulti toccante e romantica come l'avete sempre sognata. E se sarete costretti a scegliere meno fiori del previsto, fa niente, l'importante è raggiungere il vostro obiettivo: pronunciare il sì più convinto della vostra vita, davanti agli occhi di Dio.