Matrimonio

Matrimonio misto tra ateo e cristiano: come funziona?

Scoprite insieme a noi in cosa consiste il matrimonio misto tra partner divisi in fatto di fede e credenze religiose. In questo articolo ci occupiamo di matrimoni misti celebrati nel nostro Paese tra atei e cristiani.

dettaglio mani sposi durante cerimonia religiosa

dettaglio mani sposi durante cerimonia religiosa

Due persone, un unico grande amore, due diversi modi di intendere e concepire la religione. Se da una parte c’è chi vuole esprimere la sua fede dinanzi al suo Dio, dall’altra c’è chi vuole dare alle parole legate all’impegno e alla responsabilità un’accezione laica e puramente giuridica. In questi casi, il matrimonio misto è l’unica via d’uscita. Vediamo allora cosa comporta.

I matrimoni misti nel nuovo millennio

Per la Chiesa Cattolica è detto misto un matrimonio in cui una delle parti è un non credente oppure che non appartiene alla fede cattolica, e può essere celebrato in chiesa quando si verificano determinate condizioni, che sono:

Per entrambi gli sposi:

  • devono essere consapevoli sui fini e sulle proprietà essenziali del matrimonio
  • educazione dei figli alla fede cattolica.

Per lo sposo o la sposa cattolico/a:

  • che abbia ricevuto i sacramenti del battesimo, comunione e cresima
  • deve promettere di non abbandonare la sua religione e di educare i figli alla fede cattolica.

Per lo sposo o la sposa non credente (o di religione altra religione):

  • deve promettere di non ostacolare la fede dell'altro/a
  • deve promette di non ostacolare l'educazione cattolica di eventuali figli
  • deve accettare e condividere i valori naturali del matrimonio, la sua unicità, l'esclusività, l'indissolubilità e la fecondità, ovvero aperto alla nascita di eventuali figli.

Affinché un matrimonio misto, però possa essere valido, secondo il diritto in vigore nella Chiesa latina1, è necessario che venga richiesta la licenza da parte del Vescovo della propria diocesi, basterà rivolgervi al parroco della chiesa dove deciderete di celebrare le nozze.

invitata che legge libretto messa durante cerimonia religiosa

Matrimonio misto: diritto canonico e rito da celebrare

Sull’organizzazione del rito di un matrimonio misto tra una persona cattolica e una non credente o di religione diversa, la chiesa prevede esclusivamente il rito cattolico, con la presenza di due testimoni. In queste circostanze però la parte non cattolica non è tenuta a ricevere l'Eucarestia o a partecipare al sacramento. La partecipazione al rito cattolico per il partner ateo, infatti, non implica alcun risvolto, non produce nessun effetto e pertanto non vincola a nulla.

Ovviamente, questa è la normativa ufficiale alla quale possono essere apportate delle modifiche e cambiamenti a discrezione della diocesi e dell'Ordinario del luogo, in questo modo può essere chiesto da parte degli sposi di celebrare un rito leggermente personalizzato con l'inserimento di qualche formula diversa.
Resta invariata invece la parte conclusiva della cerimonia in cui i coniugi celebrano la parte del rito civile con l’apposizione delle firme insieme ai testimoni.

Matrimonio misto: il corso prematrimoniale si fa?

Uno dei punti più discussi circa il matrimonio misto resta il corso prematrimoniale. Fatto salvo che non vi è alcuna obbligatorietà da parte del partner ateo, va sottolineato che molti percorsi che preparano le coppie al matrimonio seguono una programmazione molto attuale. Diversi sono i dibattiti non incentrati sulla religione ma tenuti da professionisti esperti, capaci di sviscerare l’ambito di coppia sotto diversi punti di vista: psicologico, legale, medico etc.In questo caso, un percorso di accompagnamento al matrimonio potrebbe essere costruttivo anche per la parte atea. Vi invitiamo in tal caso a parlarne con il parroco che celebrerà le nozze così da valutare insieme un percorso comunitario (con altre coppie che celebreranno le nozze nel vostro stesso periodo) o personalizzato (in base alla vostra situazione).

sposi che si tengono per mano durante cerimonia in chiesa

E dopo aver fatto chiarezza su tutto ciò che c'è da sapere sui matrimoni misti e la relativa normativa, non vi resta che dedicarvi alla parte più bella dell'organizzazione della cerimonia di nozze, quella che vi vedrà impegnati nella scelta dei testi per la celebrazione, gli invitati da coinvolgere nelle letture, i canti per i vari riti cercando di dare un risvolto romantico e sincero in cui entrambi possiate riconoscervi.

Riferimenti

  1. diritto in vigore nella Chiesa latina www.vatican.va

Altri articoli che potrebbero interessarti