Elisabetta Riccio Wedding

Quando siete andati a ordinare il vostro bouquet di fiori e il fiorista vi ha domandato se ne avrebbe dovuto realizzare alcuni anche per le vostre damigelle, non avete saputo rispondere. Poi, nella vostra testa avete iniziato a immaginare di personalizzare le partecipazioni di matrimonio delle vostre migliori amiche con l’indicazione che le vorreste come damigelle di nozze: sarebbe una sorpresa pazzesca per loro! Mentre cercate di decidere, cominciano a venirvi mille dubbi su quale dovrebbe essere l’abito da cerimonia da indicare loro per l’occasione. Non ne avete idea? Tranquilli, ne parliamo tra poco!

Origine delle damigelle d'onore

La storia della damigella d’onore ha origini antichissime, lontane come l’antico Egitto. Pare che a quel tempo si temesse che gli spiriti maligni potessero intralciare il percorso di transizione della giovane sposa verso la sua nuova vita, quindi – per far sì che non fosse riconosciuta e per depistare le cattive presenze – un gruppo di donne la accompagnavano vestite in modo simile a lei. Nel corso del tempo le damigelle di nozze sono diventate un simbolo dello status sociale di una famiglia: tante più amiche la sposa poteva permettersi di mostrare in pubblico, tanto più dimostrava all’alta società il suo benessere economico. L’immagine di avere un lungo seguito di fanciulle al proprio cospetto rappresentava infatti un segno di potere e di influenza: tra le famiglie più nobili le relazioni sociali erano importanti anche per questo motivo.

Weddgraphy

Una tradizione acquisita

Quella della damigella d’onore per noi italiani è una tradizione acquisita, infatti si tratta di un’usanza tipicamente americana: negli Stati Uniti, tra le damigelle della sposa rigorosamente tutte uguali nell’abbigliamento, c’è quella d’onore, ovvero la testimone che firmerà la licenza di matrimonio. Normalmente la damigella d’onore si distingue dalle altre per l’abito che indossa che sarà dello stesso colore e della stessa stoffa, ma tendenzialmente realizzato in un modello più elaborato (molte volte si tratta di un abito lungo da cerimonia). Attenzione però, come insegnano molti film di Hollywood, le damigelle dovranno sempre avere un loro corrispettivo maschile. Tenetelo a mente se vorrete rispettare questa usanza alla lettera.

E in Italia?

In Italia la figura della damigella è sempre stata sostituita dal più noto “paggetto”: il bambino con l’importante compito di consegnare le fedi nuziali ai due sposi, appena prima del momento dello scambio delle frasi per promesse di matrimonio. Le damigelle esistono, ma non sono persone adulte: si tratta di bambine che, agghindate con ghirlande di fiori e vestite con i loro abiti da cerimonia per bambine, aprono la cerimonia anticipando l’ingresso della sposa, mentre l’organo suona la marcia nuziale e loro spargono lungo il corridoio centinaia di petali di rose.

Sweetphotofactory

Le damigelle oggi

Oggi le damigelle sono figure che si prestano a un milione di possibilità diverse. Tanto per cominciare, le ragazze che assumeranno questo ruolo non dovranno per forza essere nubili, né tantomeno single: potrebbero essere le fidanzate o mogli dei testimoni dello sposo, in una situazione di ideale equilibrio. Una di loro potrebbe essere la testimone della sposa, oppure potrebbe trattarsi di un gruppo a parte di “amiche speciali” che supportano quella che di loro sta per convolare a nozze, specialmente nelle fasi preparatorie.

L’abito delle damigelle

Passiamo all’aspetto più divertente del farsi attorniare da un gruppo di damigelle. Tanto per cominciare sarà un modo per colorare la cerimonia di nozze con i loro abiti eleganti da cerimonia in coordinato (il colore lo scegliete voi, ovviamente). Potrete dare loro solo l’indicazione di un colore e lasciarle libere di interpretarlo a loro piacimento. Questa è sicuramente la soluzione più economica per voi - che non dovrete farvi carico di nessuna spesa - e meno restrittiva per loro. In alternativa potrete acquistare per loro degli abiti in stock: stesso modello per tutte, dello stesso colore oppure di colori diversi. In quest’ultimo caso dovrete farvi carico personalmente della spesa ma potrete optare per soluzioni fast fashion a portata di portafoglio. L’effetto sarà grazioso, anche se la libertà delle vostre invitate piuttosto limitata. Ovviamente loro saranno esonerate dal rispetto di un eventuale dress code che avrete deciso per tutti gli altri ospiti, quindi ricordatevi di non scriverlo sui loro inviti di matrimonio!

Team Alexia-HD

La terza e ultima soluzione, decisamente impegnativa dal punto di vista della spesa, garantisce una classe impeccabile: le vostre damigelle avranno abiti confezionati su misura dalla vostra sarta di fiducia, fatti del medesimo tessuto e realizzati sulla base dello specifico modello che si adatta al fisico di ciascuna.

Ora che sapete tutto sulla damigella d’onore, non potrete fare a meno di averne una. Pensate a quanto sarà rincuorante avere un’amica fidata che non vi perde di vista per tutta la durata della cerimonia, reggendo il velo del vostro abito da sposa e sistemandovi i capelli se qualche ciocca sarà fuori posto. Ci sarà solo un momento in cui potreste non trovarla al vostro fianco, ma non temete: se la vedrete sparire tra la folla sarà solo per cercare di accaparrarsi il bouquet da sposa che vi accingete a lanciare. Uno, due, tre… via!