Valeria D'Angelo - Love Photography
Valeria D'Angelo - Love Photography

Quante volte vi è capitato di immaginarvi con il vostro abito da sposa mentre percorrete la navata di una chiesa? Eppure la scelta del luogo in cui pronunciare le fatidiche frasi di matrimonio non è sempre scontata. I motivi che spingono una coppia a scegliere una parrocchia differente da quella di appartenenza possono essere numerosi. Abbiamo pensato di riassumerli in questo articolo dove, a margine, troverete riassunta la to do list delle cose da fare per completare il giusto iter burocratico.

1. Questione di stile

L’organizzazione delle nozze non può prescindere da scelte legate a stile ed estetica. Se pensate che questi aspetti debbano essere relegati solo, ad esempio, alle idee segnaposto matrimonio piuttosto che alle scelte religiose, beh vi sbagliate di grosso. Non si tratta di questioni effimere o poco rilevanti, quanto di coerenza con l’idea di evento che state cercando di maturare nel vostro cuore. Un esempio? Chi sta optando per una cerimonia intima e riservata, preferirà di gran lunga una piccola chiesetta in campagna mentre chi punta a un evento formale e principesco, preferirà una chiesa storica e importante.

Fotograficart
Fotograficart

2. Il rapporto col parroco

Non vedete questa affermazione dal lato negativo. Tutt'altro. Sono tante le coppie che hanno un sacerdote nel loro cuore, un amico di famiglia, un confidente, una guida spirituale a cui ci si sente talmente tanto legati da voler a tutti i costi che sia lui a benedire l’unione nuziale. Se quindi non avete particolari legami con la vostra parrocchia di appartenenza ma, al contrario, siete affezionati ad un parroco, potete scegliere la chiesa presso cui quest’ultimo svolge il suo ministero, pronunciando lì le vostre frasi d’amore.

3. Motivi legati alla fede e alla devozione

Caso esattamente inverso dal precedente è quello in cui una coppia sceglie di sposarsi in una determinata parrocchia a cui è particolarmente legata per motivi di fede e devozione. Questa giustificazione di sposarsi in una parrocchia differente da quella di appartenenza la si riscontra maggiormente quando la preferenza ricade su basiliche, santuari, cattedrali o abbazie generalmente note o meta di importanti pellegrinaggi.

4. Lontani per lavoro

Ben diverso dai precedenti casi è quello in cui i futuri coniugi lavorano e risiedono in un luogo lontano ma hanno deciso di sposarsi nella loro terra d’origine. Qui infatti i legami con parrocchia o sacerdote possono esserci come no in quanto la motivazione principale ricade su una questione puramente logistica.

5. Un matrimonio misto

Sulla questione dei matrimoni misti ci siamo soffermati più volte e, oltre a riportarvi le indicazioni sancite nel Codice di Diritto Canonico, abbiamo sempre rimesso l’effettiva procedura da seguire a un dialogo che è bene avere con il sacerdote di riferimento. Purtroppo, non sempre tutte le procedure riescono a concludersi nel modo più rapido possibile e tante volte è necessario cambiare parrocchia perché in quella d'appartenenza del partner cristiano, non è ammessa una determinata confessione religiosa.

Fotographare
Fotographare

6. Legami famigliari

Sognare di pronunciare le stesse promesse nella chiesa in cui anni addietro i vostri nonni o genitori hanno consacrato la loro unione e dove magari a breve pronunceranno le loro frasi per 50 anni di matrimonio, può essere un’altra motivazione che vi spingerà a richiedere il cambio di parrocchia rispetto a quella di vostra appartenenza.

To do list: le cose da fare

Ecco allora gli adempimenti da portare a termine prima dell’invio degli inviti di matrimonio, affinché possiate celebrare le nozze in una parrocchia differente dalla vostra:

  • rivolgetevi al parroco della vostra diocesi chiedendogli la possibilità di sposarvi in un’altra chiesa;
  • il sacerdote dovrà inviare la domanda alla curia della vostra diocesi affinché sia vidimata dalla Cancelleria (stato dei documenti + posizione matrimoniale contenente le vostre generalità);
  • una volta ottenuto il nulla osta ecclesiastico, dovrete allegare il certificato delle avvenute pubblicazioni civili e presentare tali documenti alla curia della diocesi in cui desiderate contrarre matrimonio.

Michelino Studio
Michelino Studio

Se riuscirete a creare un buon dialogo tra i sacerdoti di entrambe le parrocchie sarete agevolati sia nel passaggio dei documenti che nelle tempistiche. In questo modo, una volta ufficializzata la scelta della parrocchia, non avrete problemi per la compilazione delle partecipazioni di matrimonio al cui interno andrà necessariamente inserito il luogo e l’orario della cerimonia nuziale.