I Love Tuscany

Quando si tratta di torte, la nostra attenzione viene facilmente distolta dagli abiti da cerimonia, specialmente se ci troviamo di fronte due appassionati pasticcieri come il Sig. Luca Zarcone di Il Gufo Bianco e Rosy di Le Torte di Giada. Non abbiamo potuto fare a meno di interrogarli sulla naked cake e quello che abbiamo scoperto è da leccarsi i baffi! Quindi vi conviene fare due cose: scegliere un trucco da sposa che preveda un rossetto molto resistente e, mentre sedete comodi durante la prova dell’acconciatura da sposa, leggere il seguente articolo...perché abbiamo davvero messo a nudo questa famosa torta!

Che cos’è una naked cake?

Rosy di Le Torte di Giada ci spiega che la naked cake è una torta che non viene rivestita di pasta di zucchero, ma che viene comunque personalizzata con i giusti elementi a seconda dell’evento per cui viene preparata. Arianna di Il Gufo Bianco, che ha trascritto per noi le parole del suo titolare, ci dice che questa tipologia di torta è proprio “nuda” come dice il nome: non prevede alcun tipo di guarnizione ai lati e lascia vedere (o intravedere) i vari strati di pan di spagna di cui è composta.

Matrimoni all'Italiana

Quali tipologie esistono?

Grazie alle risposte dei pasticcieri, abbiamo scoperto che esistono diverse tipologie di questa torta, quasi si trattasse di un abito da cerimonia da donna. Le Torte di Giada, per esempio, propone delle originali naked cakes a forma quadrata, che incontrano il gusto di molti futuri sposi 2018. Il Sig. Zarcone precisa che esistono vari tipi di naked cakes: la classica è la più romantica per via delle sue decorazioni con fiori e frutta di stagione, la country prevede meno decorazioni e all’apparenza è più rustica, infine ci sono quelle geometriche che presentano linee più nette, uno stile basilare e pulito, decorazioni accennate per un’eleganza essenziale che le fa da padrona. Infine, in certi casi è possibile realizzare la naked cake con alcuni dettagli tipici di altre torte nuziali, come la drip cake.

Quante richieste per matrimoni?

Secondo l’esperienza di Rosy, nel 2018 vincerà ancora la torta ricoperta in pan di zucchero, perché si può decorare con elementi a tema e perché è possibile realizzarla anche in formato “monumentale”, cosa infattibile per una naked cake: troppi piani renderebbero instabile la torta. Anche il Sig. Luca conferma che il cake design tradizionale va ancora per la maggiore, anche se l’avvento dello stile shabby chic ha portato a un forte aumento della richiesta di naked cakes, sempre più frequente. (Se questo sarà lo stile scelto per le vostre nozze, ricordatevi di rendere coerenti con esso tutti i dettagli, fin dalle partecipazioni di matrimonio fai da te).

Matrimoni all'Italiana

Una o più torte?

Come intuibile, tutto dipenderà dal numero di invitati: quanti inviti di matrimonio avete spedito? Rosy spiega che se gli invitati sono 70/80, una naked cake a 3 piani (circa 60 cm) è sufficiente, mentre se gli ospiti sono di più, allora verrà affiancata da un’altra torta per le rimanenti porzioni. Arianna ci scrive che normalmente se ne prepara una sola, la quale avrà diversa forma e dimensione in base al numero degli ospiti e alla richiesta degli sposi.

Meglio solo in un certo periodo dell’anno?

Rosy non ha dubbi: la naked cake è sempre un’ottima idea. Se avete già acquistato un abito da sposa invernale, potete stare tranquilli: per quel periodo Le Torte di Giada propone la red velvet naked cake, che con i suoi toni rossi e le sue creme bianche crea un’atmosfera natalizia molto apprezzata. Anche il Sig. Zarcone sostiene che questa sia una torta molto versatile, perché è possibile renderla adatta a qualsiasi periodo dell’anno. Per esempio la si può decorare con foglie autunnali e castagne, oppure con pigne e arance, fiori della Stella di Natale...il tutto realizzato artigianalmente, ovviamente.

Valentina Fraccaroli

E per certi tipi di matrimonio?

Da Le Torte di Giada si riesce a rendere una naked cake adatta a tutti i tipi di eventi: Rosy afferma che basta chiamare a rapporto i giusti fiori, macarons e cake toppers, usarli in modo sapiente e coerente con l’occasione...e il gioco è fatto! La spiegazione fornitaci da Il Sig. Luca ci toglie ogni dubbio: data la sua origine tipicamente “rurale”, la naked cake è sicuramente perfetta per tutti quei matrimoni che prevedono uno stile più rustico e casalingo (ad esempio shabby chic, boho chic, country). D’altro canto, data la sua poliedricità, in alcuni casi è possibile adattarla anche a matrimoni dallo stile più classico, per esempio andando a coprire maggiormente il pan di spagna laterale e inserendo dei nastrini di raso alla base di ogni piano (ancor meglio se sostituiti da giri di perle commestibili). Per un elegante effetto total white, Il Gufo Bianco propone delle splendide rose bianche in gum paste tono su tono come decorazione laterale. Noi aggiungiamo solo una cosa: dietro una torta perfetta c’è sempre un abile pasticciere!

Ora che avete scoperto di non poter più fare a meno della naked cake, correte a richiederla nel vostro menù di nozze! Abbandonate quello che stavate facendo: ci penserete domani a completare le ultime partecipazioni di matrimonio. Fate attenzione però a non esagerare con gli assaggi, specialmente se l’abito da sposa che avete appena acquistato vi calza a pennello…sì, lo sappiamo: sarà difficile fermarsi!