L’allestimento della tavola, specie per i grandi eventi, è una vera danza tra particolari, creatività e tanta tecnica. Abbiamo riassunto gli aspetti più importanti da tenere a mente tra cui la posateria, il tovagliato e alcuni dettagli come i segnaposto matrimonio. Godetevi le nostre 50 ispirazioni per una mise en place moderna: se avete già immaginato come sarà il bouquet sposa, probabilmente avete già un'idea delle decorazioni floreali che adotterete per abbellire i tavoli del vostro ricevimento!

Gli elementi essenziali: parola al galateo

Gli elementi essenziali che troverete sulla tavola di qualsivoglia evento formale sono sempre gli stessi e sono tutti organizzati secondo le regole del galateo. Basta conoscere la giusta chiave di lettura per interpretare al meglio ogni elemento, quasi come fosse un codice di comunicazione univoco. La mise en place, vista dall’alto, presenta quindi il solito schema con il sottopiatto sopra il quale è adagiato il piatto del secondo, a circa tre cm dal bordo del tavolo. A questo viene aggiunto il piatto da antipasto e il piatto del potage (a meno che non siano i camerieri a portarlo in tavola). Il piattino del pane viene sistemato in alto, a sinistra del piatto; qui troverete anche il coltellino da burro, se previsto.

Le posate sono posizionate partendo dalla parte esterna per proseguire verso il piatto: le forchette si trovano alla sinistra con i rebbi verso l’alto, fatta eccezione per quella da ostriche che si trova a destra del cucchiaio. Alla sinistra delle forchette è posizionato il tovagliolo. Nella parte destra del piatto ci sono i cucchiai e i coltelli, la cui lama è sempre rivolta verso il piatto. Le posate da dolce si trovano in alto, tra i bicchieri e il piatto.

I bicchieri si trovano in alto a destra del piatto e sono disposti in ordine decrescente: il calice grande per l’acqua, il calice bombato da vino rosso e il calice a tulipano per il vino bianco. In alcuni casi è anche previsto il flûte.

Divertitevi a creare scenografie

Una volta posizionati gli elementi essenziali, potete dar libero sfogo alla vostra fantasia, scegliendo quegli accessori a corredo della vostra tavola, ispirandovi anche al tema di nozze. Il centrotavola, ricco di bouquet di fiori o altri accessori, è sicuramente l’elemento di spicco della vostra tavola, anche per la sua collocazione strategica. Il tovagliato deve essere scelto in base alla connotazione della location; per un ricevimento nuziale sono da preferire i tessuti leggeri e i colori chiari in grado di garantire eleganza e pulizia.
La carta menù deve mantenere l’impostazione degli altri elementi grafici, quindi deve richiamare la carta e il font degli inviti matrimonio. Infine, selezionate le migliori idee segnaposto matrimonio in modo che non intralcino gli elementi funzionali del banchetto.

Mise en place : gli ultimi dettagli da considerare

Gli elementi indispensabili nell’arte della tavola sono ormai posizionati, ora non resta che passare in rassegna gli ultimi dettagli:

  • assicuratevi che gli invitati abbiano il loro posto a sedere, definendo lo schema del banchetto su di un tableau;
  • definite la decorazione del tavolo nuziale - i bouquet di peonie regalano eleganza e sontuosità preservando raffinatezza e buon gusto;
  • per una mise en place stravagante, come quella di un ricevimento pic-nic, potete scardinare qualche regola allestendo tutto con tovaglie a quadri e cesti in vimini, panche in legno o cuscini;
  • per un allestimento dei tavoli da matrimonio perfetto, cercate di coordinarvi con il responsabile del catering, il direttore della location e il fiorista oppure demandate tutto al wedding planner che saprà creare la scenografia perfetta.

Ora che avete tutto più chiaro, iniziate a mettere nero su bianco le idee per mise en place, senza dimenticarvi di creare un fil rouge con l’allestimento degli altri tavoli importanti per il vostro banchetto nuziale: i tavoli del buffet, il tavolo nuziale e quello allestito per ospitare le bomboniere matrimonio.