Emily Photography

La parola matrimonio non lega molto con il termine “economico” ma a volte è importante essere oculati nelle spese e trovare degli escamotage per non andare fuori budget. Accade ad esempio con l’abito da sposa dove è possibile trovare il modello dei sogni, sbirciando tra i modelli di abiti da sposa economici ma non per questo meno raffinati, così come accade per i bouquet sposa dove è possibile contenere i costi, restando sui fiori di stagione. Vediamo come fare per i menù di nozze. 

Il banchetto dove lo metto?

Una delle prime mosse strategiche per contenere il costo del menù di nozze è proprio la scelta della location. Innanzitutto se avete a disposizione case in campagna, ville di proprietà con giardino o terrazza, questo è il momento perfetto per trasformarle in location di nozze; in questo modo, sul costo del menù inciderà solo ed esclusivamente il catering. In alternativa, preferite agriturismi e cascine a location lussuose come ville e castelli perché nel primo caso potrete risparmiare utilizzando le stesse materie prime del posto: dagli ortaggi alla frutta, dai prodotti caseari alle carni e ai vini.

Ilaria Pedercini

Aggiungi un posta a tavola. Sì ma meglio dopo il tramonto

I matrimoni serali, specie se organizzati d’estate o nel periodo natalizio, hanno un fascino fatto di lucine, atmosfera e paillettes su abiti lunghi da cerimonia. Bene, a tutto questo aggiungeteci anche una buona dose di risparmio sul menù di nozze, semplicemente perché un banchetto serale dura meno ed include un numero inferiore di portate. Scegliete quindi di sposarvi dopo il tramonto per un menù di nozze più economico.

Il buffet: questione di punti di vista

Sulla questione buffet le filosofie sono contrastanti. La divergenza sta nel fatto che dipende proprio da come viene inteso all’interno di un ricevimento di nozze: se conteggiato come apertura di un banchetto (ci riferiamo al buffet di antipasti) o come chiusura dello stesso (ci riferiamo al buffet di dolci), il suo costo sarà conteggiato a parte e ad personam, per cui certamente farà lievitare il prezzo dell’intero menù di nozze. In alternativa, può essere il perno su cui puntare al risparmio, strutturando un intero ricevimento a buffet; in questo caso, il carattere informale, la cura nei dettagli dell’allestimento e i corner tematici, uniti ad un servizio impeccabile, faranno di questa scelta il carattere distintivo delle vostre nozze, senza perdere di eleganza e personalità.

Sara Lorenzoni

Tipicità e stagionalità: i nuovi mantra del risparmio

Com’è possibile costruire un menù di nozze elegante e raffinato abbattendo i costi delle materie prime senza inficiare la qualità delle portate? Il segreto è quello di attingere dagli elementi tipici del territorio con quel tocco gourmet che contraddistingue l’estro creativo di ogni chef. Parliamo quindi di ingredienti stagionali a km 0, utili a valorizzare e riscoprire le tradizioni del territorio e gli ingredienti della cucina semplice, rivisitata e destrutturata, dai costi decisamente più contenuti. Un po’ come accade con la scelta dei bouquet di fiori dove per contenere il costo delle decorazioni sarebbe meglio optare per composizioni con fiori di stagione.

Portate centrali eleganti e briose

Se per le portate principali del menù di nozze è da preferire una mise en place per ciascun ospite, per gli assaggini di antipasti o le dolci tentazioni finali, potrebbe essere adottata la soluzione della presentazione centrale. Immaginate quindi un ricevimento all’aperto, in campagna, dal tema country o green: insieme alla scelta di un abito da sposa vintage, questo servizio, permetterà di creare convivialità tra gli ospiti, abbattendo i costi, ottimizzando le proposte del menù ed evitando sprechi o avanzi di cibo.

Giulia Santarelli Foto

In alto i calci

Sulla questione calici e più in generale sull’aspetto beverage delle nozze, le cifre possono salire in alto così vorticosamente da raggiungere la stessa velocità con cui le bollicine si elevano in un bicchiere di champagne. Per ridurre o meglio contenere i costi, innanzitutto vi suggeriamo, laddove sia possibile, di acquistare vini prodotti localmente, se ad esempio il ricevimento si svolgerà in agriturismi o cascine; di preferire etichette di produttori di zona; di occuparvi voi stessi di questo aspetto, se avete contatti diretti con fornitori o aziende di distribuzione.

Un finale in dolcezza

Anche la wedding cake può essere responsabile di un food cost davvero da capogiro. Quello che pagherete infatti sarà l’abilità e l’estro creativo del maître pâtissier, insieme agli ingredienti e alle decorazioni, specie se si tratta di una torta monumentale a più piani o di un’opera di cake design. Anche in questo caso l’alternativa risiede nel riscoprire i valori di autenticità e semplicità scegliendo ad esempio una gigante crostata di frutta o una semplice nude cake.

Giulia Santarelli Foto

I fornitori di Matrimonio.com: un contatto dalla vostra parte

Infine, utilizzate tutti gli strumenti messi a disposizione nel nostro sito, non solo per visionare le nuove collezioni di abiti da sposa 2018, ma anche per una ricerca ed un confronto mirato a contenere i costi. Spesso i fornitori pubblicano in vetrina delle promozioni piuttosto che dei codici sconto per richieste o contatti di spose che arrivano direttamente dal nostro sito. Utilizzateli e soprattutto confrontatevi con altre spose della Community per ricercare recensioni sui fornitori o aprire topics che riguardano consigli su catering in zona che rispecchino le vostre richieste e il vostro budget.

Un’altra idea per abbattere le spese legate al ricevimento di nozze e nello specifico per ridurre le spese legate all’ambito food, è quella di eliminare lo sweet table dei confetti con coppe e alzate per la degustazione tipica. In alternativa, per rispettare la tradizione della pralina benaugurale, potreste allegare i confetti alle bomboniere matrimonio oppure potreste utilizzarli come segnaposto matrimonio, all’interno di dolci confezioni che vi permetteranno di calcolare la quantità esatta da acquistare.