Se cercate ispirazione per un bouquet da sposa primaverile, le rose sono sicuramente la scelta più indicata. Perché? La rosa è senza alcun dubbio il simbolo d’amore per eccellenza, antico almeno quanto alcune varietà di questo incantevole fiore. In questo articolo vi illustriamo tutto quello che dovete sapere a riguardo, dalle tipologie di rose esistenti, alla stagione di fioritura fino agli accostamenti migliori per il vostro bouquet di fiori.

Mille e una rosa

Il numero di varietà di rose esistenti al mondo è inestimabile: pensate che a oggi se ne conoscono circa 3000 tipologie, ma la cifra rimane indicativa. Le rose si distinguono per colore, dimensione della pianta e dei fiori, resistenza alle condizioni climatiche. Inoltre, ogni specie di rosa ha delle peculiarità che la rendono unica e riconoscibile. Se non siete degli esperti ma vorreste sapere di più a riguardo, potreste cominciare a conoscere il mondo di questo affascinante fiore attraverso una prima classificazione che vi proponiamo di seguito.

Le intramontabili

Le più iconiche sono senza dubbio quelle chiamate “Ibridi di Tea”, che possono avere colori e sfumature molto variegati tra loro. Poi ci sono le “Rose rampicanti”, dalla forma più rotonda e aperta rispetto alle precedenti, con petali più frastagliati e colori monocromatici. Le cosiddette “Rose Floribunde”, invece, presentano un fascino estremamente romantico, per via della particolare forma ondulata dei petali, soffici e delicati. Si tratta di un fiore dal volume molto grande, che per questo motivo potrebbe rappresentare un degno sostituto di un bouquet di peonie.

Non dimenticatevi della dimensione!

Se invece ricercate un fiore dal volume leggermente inferiore, ma comunque di grande effetto, vi suggeriamo di prendere in considerazione le “Rose inglesi”: scommettiamo che vi innamorerete della sinuosità dei loro petali al primo sguardo? Di tutt’altro aspetto sono le “Rose Nostalgiche”, i cui petali si mostrano come sottili strati che ricordano molto la forma di una cipolla, ma fine e profumata. Queste ultime comprendono a loro volta diverse tipologie di fiore, che spesso si confondono con le numerose e raffinate varietà di “Rose Antiche”. Ci sono poi le “Roselline”, piccole e frequenti, che possono essere “Rampicanti” o “Tappezzanti” e gialle, rosa o rosse.

Rose e primavera

La fioritura delle rose avviene in primavera, infatti poche tipologie di rosa presentano una buona sopportazione al freddo e all’ombra: la maggior parte delle specie ha bisogno di una costante esposizione ai raggi solari per produrre i fiori. Tra queste si annoverano le “Rose antiche” (fioriscono una sola volta all’anno tra maggio e giugno), le “Rose Floribunde” (producono fiori a mazzetti da maggio a settembre) e le rose “Ibride di Tea” come la Royal William (da maggio a settembre). Quale tipologia di rosa vi sembra quella ideale per accompagnare l’abito da sposa in pizzo che indosserete?

Il vostro boquet di rose: il giusto mix

Il vostro bouquet potrà includere le rose in due modi: puntare unicamente sul fiore spinato oppure mescolarlo ad altri profumi. Sì, ma quali? Per scegliere, dovrete prendere in considerazione sia l'aspetto cromatico che estetico. Ad esempio, delle classiche rose rosse ben si prestano ad essere accostate con fiori bianchi, quali i gigli e le margherite. Una combinazione con le calle, anch’esse candide, dà il meglio se si opta per sfumature rosate, più delicate ma di grande effetto.

Se invece volete che il vostro bouquet sia un’esplosione di colore, vi suggeriamo di scegliere un bouquet di rose e tulipani, perfetto per celebrare la rinascita della natura in primavera e il vostro amore.

Speriamo che questo excursus floreale vi aiuterà a scegliere il mazzo di rose che vi accompagnerà all’altare con indosso l’abito da sposa. Un ultimo consiglio? Ricordate di prestare attenzione al profumo di tali fiori, perché rimarrà impresso per sempre nei ricordi di quella giornata felice.