Se dopo aver pronunciato le vostre frasi di matrimonio non vedete l’ora di godervi un’esperienza in uno dei paradisi caraibici più belli del mondo, tra mare cristallino e sabbia finissima in cui incidere con un legnetto delle dolci frasi d’amore, allora Punta Cana può essere la soluzione che fa per voi. L’isola dominicana in cui aleggiano quiete ed armonia sotto l’essenza profumata del flamboyant, l’albero con i fiori amaranto che tanto vorreste includere nel vostro bouquet sposa.

Quando partire?

Sappiamo che una volta tolti i sandali sposa non vorrete fare altro che partire per la vostra luna di miele ma la scelta del periodo giusto per viaggiare non è affatto un’opzione scontata. Tante volte la decisione della meta del viaggio inizia proprio con la fatidica domanda in agenzia: “quando vorreste partire?”. Escludere automaticamente quei luoghi bellissimi ma impraticabili in alcuni periodi dell’anno è il primo passo per vivere un’esperienza indimenticabile e senza rammarichi. Per Punta Cana funziona un po’ come nel resto della Repubblica Domenicana: la temperatura si assesta quasi sempre sui 23° (la minima) e i 29° (la massima); ad incidere maggiormente sono la percezione del grado di umidità e le piogge, che pare siano meno frequenti da febbraio ad aprile per poi intensificarsi negli altri mesi dell’anno. In ogni caso, Punta Cana, essendo a Sud dell’isola, gode di un clima generalmente più stabile e secco.

Quali sono i tour da non perdere?

Se per mesi vi siete occupati di ristrutturazione e bomboniere matrimonio fai da te, Punta Cana è la vostra meta ideale per chi vuole rigenerarsi dopo le energie spese, ma non solo: attività, mini tour e una miriade di attrazioni vi immergeranno appieno nel clima dominicano, regalandovi un soggiorno senza eguali. Ecco qualche suggerimento per voi:

  • snorkeling e piccole crociere in catamarano verso l’isola di Sanoa, la penisola di Samana, la spiaggia di Macao e l’isola Catalina per perdersi nei paradisi cristallini e concedersi qualche esplorazione subacquea;
  • tour culturali anche in segway verso Altos del Chavón, considerata la Città delle Arti per antonomasia, El Cortecito, una meta da segnare in agenda per lo shopping di souvenir e, ovviamente, una tappa nella capitale Santo Domingo;
  • avventure naturalistiche verso Manatí Par, il famoso parco tematico in cui incontrare pappagalli e tutte le specie faunistiche locali, la cueva Fun-Fun, una delle grotte più grandi del mondo, la cascata di El Limon nel cuore della foresta tropicale.

Cosa mettere in valigia?

Per una vacanza essenzialmente dedicata al relax e alle esplorazioni in giro per l’isola non serve molto. Costume da bagno, pareo, qualche abito elegante da cerimonia per le serate a lume di candela in spiaggia, creme solari ad alta protezione, sneakers o scarpe da ginnastica per i tour naturalistici ed un abbigliamento a strati per chi vorrà avventurarsi nella zona interna versi i parchi.

Cosa mangerete a Punta Cana?

Il cibo è uno degli argomenti più temuti dagli italiani in viaggio di nozze. Al desiderio di assaporare cibo locale, corrisponde anche una certa apprensione circa l’uso di spezie e in generale alimenti del tutto inusuali per la nostra cultura. Tra i must in tavola a Punta Cana troverete: pesce fresco, gamberi, granchi, calamari, dentici, cernie, manioca e tapioca. Il pesce è spesso cucinato o condito con aglio e creolo, accompagnato da una salsina piccante; per gli amanti del barbecue non mancano le varie specialità di carne servite con riso e fagioli.

Quali animali incontrerete?

Avete presente la moda del momento dove i matrimoni sono a tema pink famingo con tanto di miniature come segnaposto matrimonio originali? Ecco, a Punta Cana avrete la possibilità di incontrare dal vivo i famosissimi fenicotteri rosa, nuotare in compagnia dei delfini, vedere da vicino l’iguana rinoceronte, scattare un selfie con tartarughe e lamantini e magari avvistare le balene e il cotica, l’uccello ritenuto l’emblema del paese.

Tips di viaggio

  • Jet leg: -5 ore d'estate, - 6ore d'inverno rispetto all’Italia;
  • Ore di volo: dall’Italia occorrono circa 12/15 ore di volo con 1 scalo;
  • Lingua: la lingua ufficiale è lo spagnolo;
  • Moneta: Peso Dominicano (DOP), nei grandi hotel e nei centri commerciali potete pagare anche con carta American Express, Visa, Eurocard mentre nelle zone minori è meglio munirsi di contanti;
  • Mance: nei resort all inclusive o nei ristoranti potete lasciare un 10% se il servizio è stato particolarmente soddisfacente;
  • Vaccini: non ci sono vaccini da consigliare, prestate attenzione agli insetti e bere sempre acqua in bottiglia.

I viaggi di nozze dovrebbero essere tutti così: partire lasciando alle spalle il periodo bellissimo ma stressante dei preparativi, alla scoperta di mete lontane che probabilmente non vi ricapiterà di rivedere facilmente. Zaino in spalla, qualche abito da cerimonia per le serate di gala e poi tanta voglia di mettere in valigia luoghi, profumi e magia. E se dovete distribuire ancora delle bomboniere matrimonio, non preoccupatevi, ora tutto può e deve aspettare. Buon viaggio!