Elegante, raffinato e decisamente caratteristico, il cappello da sposa nei bridal look rappresenta una valida alternativa al velo! Per poterlo indossare correttamente però è necessario osservare alcune semplici regole di stile, per tale maotivo in questo articolo abbiamo preso in analisi diverse tipologie di cappelli perfetti per un matrimonio, fornendo suggerimenti mirati sul modo migliore per accostarlo all'outfit e realizzare un look a dir poco esclusivo!

Come e quando indossarlo

Il cappello nel bridal look ha un significato davvero importante: quando una sposa sceglie di indossarlo le sue nozze prendono la denominazione di “en chapeau” proprio per sottolineare il forte impatto che l’accessorio comporta. Secondo il galateo questo tipo di matrimoni deve essere celebrato prima di mezzogiorno e all’aria aperta, assolutamente bandito invece nelle cerimonie e ricevimenti al chiuso! Il cappello andrà a sostituire il velo diventando parte integrante dell’outfit, di conseguenza la sposa non dovrà mai toglierlo per tutta la durata del rito, civile o religioso che sia. È importante inoltre che il viso della donna rimanga sempre ben scoperto anche quando il copricapo raggiunge dimensioni particolarmente estrose. È pur sempre la protagonista della giornata e ogni sguardo sarà sempre incentrato su di lei!

Cappelli in paglia

Un’ottima soluzione per delle nozze estive celebrate sulla spiaggia o in una località marittima, i cappelli di paglia sono un vezzo irrinunciabile per la sposa dall’attitudine giovanile e sbarazzina. Dai semplici a tesa larga ai più raffinati arricchiti da ricami e applicazioni, saranno perfetti se abbinati a una fresca mise in tessuti leggeri rifinita da un'acconciatura completamente naturale. La bride-to-be che non teme gli eccessi potrà osare con una variante maxi, ideale anche per proteggere dal caldo sole estivo!

Suggestioni dal Far West

Le future spose alternative che desiderano un look del tutto insolito per il loro gran giorno non potranno che rimanere incantate di fronte ai cappelli di foggia maschile liberamente ispirati alle divise del Far West. Come se provenisse da un film anni Settanta, la protagonista delle nozze potrà indossare uno di questi accessori in abbinamento a un morbido vestito dalla linea scivolata, ma attenzione alle lunghezze! Gli interminabili strascichi non si addicono a questo stile, meglio quindi optare per una gonna alla caviglia o che arrivi appena a sfiorare terra.

Chi indosserà questo tipo di cappello da sposa potrà scegliere di attribuire una connotazione anticonformista al suo look con una mise fuori da ogni convenzione. Se l’obiettivo è invece creare un outfit moderno e del tutto innovativo il segreto è giocare con i contrasti ed abbinare a un romanticissimo abito in pizzo e tulle a questo accessorio dai tratti così maschili, come se fosse stato preso in prestito dal guardaroba del marito.

Un tocco di colore

Sia il cappello sposa falda larga tipico degli anni Settanta, che quello in paglia vengono presentati in tonalità pastello e iper femminili. In questo modo potranno inserirsi correttamente in un contesto nuziale e diventare l’accessorio di spicco nell’outfit della sposa! La futura sposa che sceglierà di caratterizzare il proprio candido abito bianco con un tocco di colore potrà ricorrere all’indispensabile aiuto degli accessori: cappelli, cinture o piccoli motivi del tessuto, quando proposti nella stessa identica sfumatura, segneranno un delicato fil rouge nel suo total look. Colore però è spesso anche sinonimo di anticonformismo e scelte non tradizionali. Che dire dunque a proposito dei cappelli in un accattivante nero corvino? Senza dubbio la soluzione ideale per la donna che desidera riportare un po’ di atmosfere amish all’interno del proprio gran giorno!

In abbinamento all’abito

Di fronte a scelte non convenzionali e fuori dagli schemi ci sono anche quelle future spose innamorate della tradizione e che per nulla al mondo rinuncerebbero al romanticismo nel bridal look. Il cappello perfetto per loro è un accessorio aggraziato e femminile, di dimensioni moderate e per nulla estroso, un tocco di raffinatezza reso possibile grazie all’utilizzo dei materiali che ben si armonizzano con il tessuto dell’abito. Sofisticate mise decorate con pizzi e ricami dal fascino retrò avranno modo di risplendere quando abbinati a cappellini in macramè finemente lavorati a mano. Questa immagine total white è perfetta per la donna che desidera attribuire un tocco moderno ad un outfit semplice e candido, senza andare a infrangere la purezza e l’aspetto delicato che contraddistingue il suo look.

Stile alla marinara

Così come gli abiti anche gli accessori attingono spesso da stili rinomati ed epoche del passato. E non ne sono da meno i cappelli alla marinara! Prendendo ispirazione da un’attitudine puramente urbana e contemporanea, la futura sposa potrà ideare un look decisamente lontano dalla tradizione ma che non rinunci all’eleganza tipica del suo ruolo. Per lei l’accessorio si abbinerà a un sofisticato completo con pantalone o a una mise con giacca doppiopetto, ma il vero tocco di stile sta nella scelta dei tessuti. Prediligendo l’utilizzo di materiali raffinati e cerimoniosi, come un cappello sposa bianco realizzato in leggerissimo bouclè, perfetto anche per il blazer, si otterrà un outfit ricercato e del tutto attuale. Una vera chicca per tutte le bride-to-be al passo con la moda e sempre attente alle nuove tendenze!

I cappelli nel bridal look non sono di certo cosa da tutte! Proprio per questo esistono regolette di bon ton e piccoli segreti stilistici per permettere a tutte le future spose di indossarlo nella maniera più appropriata. Con la nostra mini guida abbiamo voluto fornirti una panoramica iniziale, sta a te ora approfondire e trovare il cappello migliore per il tuo gran giorno!