Erika Di Vito fotografa matrimoni

Sappiamo perfettamente che l’agenda degli sposi pochi giorni prima dal grande è giorno è assolutamente out. Ciò che vorreste fare è solo portare le bomboniere matrimonio in sala, consegnare il tableau per la sistemazione dei tavoli, ritirare i tanto attesi abiti da cerimonia e fiondarvi in un clima di totale relax. Quello che vi stiamo proponendo non è una sorta di spoiler del giorno delle nozze ma un piccolo suggerimento per avere la situazione sotto controllo.

Consegnare i libricini della cerimonia

La prima motivazione è sicuramente la consegna dei libricini al Parroco o al Delegato del Ufficio comunale. Considerando che le prove saranno fatte a ridosso del giorno delle nozze, leggere e rivedere insieme i libricini, aiuterà a preparare il celebrante alle letture e al rito che avete scelto. Al di là delle frasi d’amore, i libricini saranno il vero vademecum per seguire la cerimonia passo dopo passo.

Onice

Capire i vari momenti

La lettura dei libricini aiuterà il celebrante a farvi comprendere i vari momenti della cerimonia, caricandoli di intensità in attesa del grande giorno. Quando alzarsi, quando sedersi, quando è il momento di pronunciare determinate frasi e dove posizionarsi nei vari momenti della celebrazione. Dopo il corso prematrimoniale, è giusto che qualcuno vi spieghi la simbologia di ogni rito come le benedizione nuziale, la cerimonia delle candele o il rito della sabbia.

Scegliere il rito d'ingresso

Per le prove della cerimonia nuziale potete invitare i vostri genitori, i paggetti e le damigelle, spiegando loro la tipologia di rito d’ingresso che preferite adottare. Al di là dell’ingresso tradizionale che coinvolge solo la sposa e suo padre, potete scegliere l’ingresso con il corteo solenne, che coinvolge tutti i genitori così come i piccoli, descrivendo loro la disposizione e il ritmo da seguire secondo la marcia scelta. Questa consapevolezza aiuterà loro ad essere meno impacciati nel fatidico giorno quando avranno indosso i loro abiti eleganti da cerimonia.

Calliope Weddings

Trovare un momento per le confessioni

Se avete optato per un rito religioso, potrebbe essere utile, in occasione della prova della cerimonia nuziale, ritagliare uno spazio non solo per le vostre confessioni ma anche per quelle dei genitori e dei testimoni. È importante, infatti, che le persone coinvolte in prima battuta si approccino al rito dell’eucarestia così come faranno gli sposi.

Coordinare i vari lettori

Sarebbe bello scegliere di affidare il compito delle letture ai vostri testimoni, ai vostri amici o ai vostri fratelli. Coinvolgerli nella prova delle cerimonia li toglierà dall’impaccio di capire dove posizionarsi e in quale momento della cerimonia alzarsi per le letture o per le preghiere dei fedeli; sappiate infatti che, in questi casi, le donne sono molto attente nel scegliere dove posizionarsi proprio perché temono i famigerati scivoloni con le scarpe da cerimonia. Stessa cosa vale per le persone a cui sceglierete di affidare la processione dell’offertorio.

Letizia Toscano

Concordare i canti

La scelta del coro durante la cerimonia è un modo dolcissimo per trasformare frasi romantiche come lo scambio delle promesse, in musica. Al di là del ricevimento a cui è affidata la parte più goliardica della giornata, sappiate che è proprio durante la cerimonia nuziale che si vivono i momenti più carichi di emozione. Ecco perché può essere utile spiegare al coro, specie se composto dal gruppo dei vostri amici, oppure all’organista, al solista o al violinista, i momenti in cui preferite intonare quel canto piuttosto che accompagnarlo solo da alcune note musicali.

Non sappiamo quanti di voi decideranno di organizzare la prova della cerimonia ma con queste piccole e altrettanto importanti motivazioni, speriamo di avervi convinto almeno a dare indicazioni a chi avrà un ruolo durante la celebrazione. Una prova non toglierà assolutamente la carica emotiva del giorno delle nozze anzi, la commozione a prova di trucco sposa, sarà solo per il grande giorno perché partirà dai vostri cuori e si fonderà in un’atmosfera impossibile da anticipare in una prova.