Elisabetta Riccio Wedding

Molte coppie di sposi ricordano il giorno delle nozze come un momento perfetto in tutto e per tutto, altre invece vorrebbero fare rewind per "correggere" alcune cose che non sono andate proprio come volevano, piccoli dettagli a cui non hanno prestato attenzione ma che invece erano importanti, presi com'erano tra prove di abiti da sposa e appuntamenti con i fornitori, nonché dall'emotiva frenesia di quel giorno che può mandare in tilt il cervello e far dimenticare, per esempio, le fedi e il bouquet sposa a casa. 

Staralab di Fabrizio Stara & C.

Con l'intento di aiutare gli sposi alle prese con l'organizzazione delle nozze, abbiamo raccolto piccoli e grandi rimpianti di "chi ci è già passato" per sottoporvi all'attenzione alcuni particolari che potreste dare per scontati salvo poi rendervi conto, dopo le nozze, che proprio a quelle "piccole cose" ci tenevate davvero! Iniziamo dal rimpianto più comune e forse più importante, la gestione del tempo, e vediamo come evitarlo seguendo i consigli di chi si è già sposato.

Timing di nozze fuori controllo

Molte coppie di sposi avrebbero voluto gestire diversamente il tempo, ottimizzando alcuni momenti di quell'intensa giornata che, per imprevisti o per un timing mal calcolato, si sono prolungati rispetto al previsto, togliendo spazio e tempo a momenti più importanti. Soprattutto in caso di matrimoni con molti invitati, alcuni sposi rimpiangono, ad esempio, di aver trascorso molto (troppo) tempo per il famoso giro dei tavoli e, in alcuni casi, di non essere neanche riusciti ad arrivare a quelli più in fondo. Oppure, di aver perso un'infinità di tempo nella consegna delle bomboniere, invece di impiegarlo per altre circostanze che vedremo nei punti successivi o, ancora, scontrarsi durante la cerimonia con alcuni intoppi come il fatto che non ci fosse nessuno a far entrare gli invitati in chiesa o farli salire sul pullman o che mancassero le sedute per tutti i testimoni...

Francesca Pittau Wedding Designer

Le neo spose consigliano... 

  • Molte spose si pentono di aver fatto tutto da sole e se potessero tornare indietro si affiderebbero a un wedding planner, non solo per l'organizzazione previa ma anche per il giorno stesso delle nozze. Il wedding planner, infatti, ha il compito di gestire lo scorrere dell'intera giornata, scandendo un timing ben preciso e assicurandosi che venga rispettato. Il giorno delle nozze si incaricherà di far entrare gli invitati in chiesa, di distribuire i coni di riso, di farli salire sull'eventuale automezzo per raggiungere il banchetto e di organizzare alcuni momenti cruciali come il ballo degli sposi, il lancio del bouquet di fiori, il taglio della torta... In questo modo voi sposi, già presi da mille emozioni e con la testa nel pallone, non dovrete preoccuparvi di perdere qualcosa o qualcuno per strada.
  • Delegare alla famiglia, agli amici. Se non volete contemplare l'ingaggio di un wedding planner il consiglio è comunque quello di farvi aiutare e delegare alle persone vicine alcuni compiti e passaggi dell'organizzazione del giorno X: ricordate a vostra madre di far entrare gli invitati alla cerimonia, incaricate le damigelle di non perdere di vista le fedi e il bouquet, avvisate vostro padre quando sarà il momento del ballo con lui, ecc... Delegate tutto ciò che potete.
  • Se avrete molti invitati, il momento della consegna delle bomboniere potrebbe durare a lungo e diventare snervante. In questo caso la soluzione ideale è usare le stesse bomboniere come segnaposti matrimonio originali e lasciarle davanti la seduta di ogni invitato.

Tree Events Wedding & Party Planner

"Così poche foto?!"

Sempre per via della cattiva gestione del tempo, alcune coppie di sposi si accorgono, nel momento in cui ricevono le immagini per l'album di nozze, di non avere scattato sufficienti foto con la famiglia e/o con gli amici e rimpiangono di non aver avuto il tempo di farlo. Tra la frenesia e l'emozione di quei momenti non si sono preoccupati di avvisare il fotografo di immortalare più momenti con le proprie sorelle/fratelli o genitori, ritrovandosi di fatto poche foto insieme a loro o, ancora, poche foto di gruppo.

Le neo spose consigliano... 

  • Durante gli appuntamenti previ con il fotografo parlate e specificate che tipo di foto vorreste, ditegli che vi piacerebbe un servizio fotografico naturale per voi sposi ma anche qualche foto di gruppo e che, in particolar modo, ci tenete ad avere molte foto con le vostre famiglie. Il fotografo (e il wedding planner se lo avrete) avrà premura di avvisarvi ogni tanto per scattarvi le foto da voi richieste.
  • Scaricate e usate WedShoots. Laddove non potrà arrivare il fotografo arriveranno gli smartphone dei vostri ospiti! Vi immortaleranno durante la cerimonia e il ricevimento e scatteranno molte foto di gruppo, ma per non perdere tempo a chiedere le foto a ogni invitato dopo le nozze, o peggio rischiare che si perdano, potrete raccoglierle tutte in un unico album lo stesso giorno del matrimonio. Con WedShoots, l'applicazione di Matrimonio.com, creerete un album privato tra voi e i vostri ospiti con cui dovrete condividere un codice per poter caricare le loro foto. Inviateglielo attraverso le vostre reti sociali, per e-mail o scrivendolo sugli inviti matrimonio

Valerio Di Domenica Photography

Invitati non desiderati

Ecco forse il tasto più dolente! Alcuni sposi rimpiangono di aver dovuto invitare alle loro nozze persone in realtà non desiderate. Perché succede? Per "dovere", per "protocollo" o perché magari non riuscite proprio a dire di no ai vostri genitori che insistono nell'invitare quel parente lontano che voi neanche conoscete. In fondo vi stanno aiutando a pagare le spese del matrimonio, come potete non assecondarli? O ancora, vi sentite in dovere di inviare una delle vostre bellissime partecipazioni matrimonio originali anche a quel collega che a voi sta pure antipatico ma, chissà perché, lui alle sue nozze vi invitò, e ora vi tocca ricambiare. 

Inoltre, se avete un budget ben definito e una lista invitati limitata, sarebbe davvero un peccato, e un rimpianto certo, dover escludere qualcuno che vi piacerebbe avere lì con voi per lasciare posto a un ospite non desiderato.

Le neo spose consigliano... 

Il consiglio è banale: chiudete gli occhi e immaginate il momento in cui pronuncerete le frasi d'amore dei vostri voti nuziali, chi vorreste che fosse "testimone" di un momento tanto importante e personale? Se potete, quindi, rifiutatevi di invitare persone di cui realmente non gradite la presenza. Dite ai vostri genitori che preferite un matrimonio intimo e che a quella zia lontana la andrete a trovare dopo le nozze portandole una bomboniera e i confetti.

Ivan Fois Photographer

Sos emergenze: il piano B

Tutti vorremmo che il giorno delle nozze fosse perfetto e che potessimo viverlo a pieno senza inciampare in qualche ostacolo. Fortunatamente, ci sono alcuni imprevisti che si possono "prevedere" e per i quali viene già contemplato un piano B per porre rimedio, come fanno ad esempio le location all'aperto in caso di pioggia, ma esistono tutta una serie di imprevisti che non è possibile prevedere o evitare. Uno dei rimpianti post-matrimonio più comuni non è quello di aver avuto intoppi o vissuto una situazione imbarazzante, bensì quello di non aver saputo farvi fronte e rimediare sul momento.

Ad esempio, alcune spose rimpiangono di aver dimenticato di preparare un kit d'emergenza con un paio di scarpe da cerimonia più comode, arrivando a metà del ricevimento con i piedi già doloranti, oppure di non aver avuto nessuno che "controllasse" il piccolo paggetto incaricato di portare le fedi all'altare e che all'improvviso inizia a piangere e scappa con gli anelli.

Le neo spose consigliano... 

  • Preparate un kit di emergenza per la sposa con: scarpe di ricambio, cerotti, trousse per ripassare o correggere il make-up, calze di riserva, smacchiatore a secco (eviterete il rimpianto di rivedervi in qualche foto con l'abito macchiato!), deodorante.
  • Nel caso in cui affiderete a un bambino il compito di portarvi le fedi all'altare, pensate anche a "qualcuno di riserva", come un cuginetto più grande, o avvisate previamente una delle damigelle adulte o testimoni di intervenire in caso di necessità. In questo modo la cerimonia scorrerà come previsto senza interrompere l'atmosfera di quel magico momento.

Su Matrimonio.com troverete molti articoli con consigli che vi aiuteranno a organizzare le nozze al meglio, secondo i vostri gusti e aspettative, e a prepararvi ad eventuali imprevisti: da come trovare le scarpe da sposa più adatte a come scegliere la musica giusta per il ricevimento. L'importante non è che tutto sia perfetto, ma rimediabile.