Non esiste nulla di più rappresentativo di un romantico abito da sposa vintage per rivivere le atmosfere e le sensazioni caratteristiche dei “tempi che furono” anche nel giorno del proprio matrimonio. Negli ultimi anni si è visto come molte coppie di futuri sposi scelgano di attribuire uno stile dai sapori retrò alle loro nozze, un po’ perché ammaliati dal quel fascino che esercita sempre il passato, ma anche per manifestare una personale passione per un determinato decennio. Per la sposa, inoltre, un look dai rimandi vintage rappresenta il miglior espediente per esprimere una femminilità e un’allure romantica difficilmente rintracciabili al giorno d’oggi. Ma come si compone una mise di questo tipo? Analizzando le ultimissime collezioni di bridal couture abbiamo selezionato per voi i migliori abiti da sposa, sempre però con un occhio rivolto al passato!

Volumi divini e tagli principeschi

Vi è bastato uno sguardo alle fotografie dei matrimoni delle più celebri icone del XX secolo per capire che è quello il look che vorrete esibire nel vostro gran giorno. Impossibile darvi torto, la classe e l’eleganza che traspaiono dall’aspetto di queste rinomate spose esercita un fascino ammaliante, capace di farsi ricordare anche a distanza di decenni.

Se sognate di presentarvi all’altare avvolte da un’aura di magnificenza e splendore, prendete ispirazione dai sontuosi abiti da sposa in pizzo dal taglio a principessa visti nelle ultime collezioni: osservando questi modelli è facile intuire come molti stilisti abbiano preso spunto proprio dai look nuziali delle dive del passato per proporre modelli imponenti dai tratti nobiliari che di certo non passeranno inosservati. Interminabili lunghezze e volumi sfarzosi sono i fattori che più di ogni altra caratteristica definiscono lo stile delle gonne che tanto ricordano gli abiti con crinolina tipici delle gran dame di fine Ottocento.

Tessuti e colori retrò

Molte future spose prossime alle nozze rimangono incantate dal fascino di un abito retrò non solo per quell’aria nostalgica e un po’ misteriosa tipica di un’epoca passata, ma anche dalla cura e dall’attenzione nella scelta dei materiali di questi capi. Raffinati pizzi chantilly e rebrodè uniti a preziosissimi ricami ornano abiti dall’indiscusso splendore, riportando alla luce la antiche lavorazioni e tutte quelle minuzie che ancora oggi fanno sognare e permetteno di riassaporare la passione per la meticolosa manifattura artigianale.

Per quanto riguarda i colori, il bianco regna sovrano: non si parla della tradizionale tonalità ottico, ma di tutte quelle sfumature che spaziano dall’avorio al panna, sfociando poi nel beige in tutte le sue gradazioni, garantendo un effetto piacevolmente vissuto.
Paillettes e perline saranno vostre preziose alleate nel caso desideriate dare un’impronta decisamente chic al vostro outfit, l’importante però è non cadere negli eccessi: basteranno solo dei delicati ricami realizzati con perle argentate o applicazioni di luminosi brillantini per rievocare immediatamente lo charme distintivo delle lussuose feste anni ‘20!

L’intramontabile fascino del velo

L’accessorio che più di ogni altro non potrete farvi mancare in un look nuziale,all’insegna del nostalgico romanticismo è sicuramente il velo da sposa! Meglio se lungo, anzi lunghissimo, il velo è quel complemento indispensabile che donerà un’aria misteriosa ma dalla grazia divina. Conoscete il segreto per caratterizzare la vostra pettinatura con un tocco del tutto vintage? Vi basterà sceglierne uno nello stesso tessuto del vostro abito mantenendone la stessa nuance, per un total look di forte impatto ma decisamente in linea con i canoni del buongusto!

Anche i veli da sposa corti sono ammessi, purché cadano morbidi fino ad almeno metà schiena: vi torneranno utili per dar risalto a un’acconciatura sposa semiraccolta, ancor meglio se ad arricchirli sarà un fermaglio di brillantini o un prezioso diadema.
E giusto per rimanere in materia di accessori per capelli, non scordatevi che i diademi e le coroncine sono i protagonisti di un look divino dalle romantiche note retrò!

Maniche velate per un’eleganza senza precedenti

Sfogliando la nostra gallery non vi sarà di certo passato inosservato come l’attenzione dei creativi a capo delle principali maison di haute couture si sia focalizzata sulle maniche: velate, a sbuffo o dal fondo ampissimo, giocano un ruolo di punta nelle collezioni che maggiormente si sono ispirate a un’attitude puramente vintage. E non si tratta solo di un semplice dettaglio dal gusto estetico, ma di un vero e proprio escamotage rubato alle usanze di epoche neanche troppo lontane.
Fino a pochi anni fa infatti il bon ton prevedeva che la sposa non potesse presentarsi all’altare con le spalle scoperte, così come con scollature troppo profonde o provocanti, in quanto considerato di cattivo gusto.

Nonostante in epoca moderna si sia assistito a un susseguirsi di innovazioni con l’introduzione di abiti da sposa corti e dai tagli ultramoderni, a volte un dettaglio preso dal passato può rappresentare anche quell’armonioso incontro tra eleganza e tradizione.
Oltre alle più classiche maniche lunghe in pizzo, nelle ultime sfilate si è affermato il trionfo della lunghezza a tre quarti, spesso caratterizzata da volumi importanti o da elaborati ricami

Un matrimonio è fatto di tradizioni e novità sempre più all’avanguardia, ma esistono usanze come il primo ballo o l’emozionante lancio del bouquet da sposa destinate a rimanere immutabili anche con il passare del tempo. Allo stesso modo, anche un outfit dalle romantiche note vintage rappresenta un evergreen in fatto di moda nuziale e nessuna innovazione o tendenza potrà mai eguagliarne lo splendore!