Se il bianco è considerato troppo classico per un matrimonio ma l’idea di un abito da sposa colorato appare too much, la soluzione sta nella via di mezzo. Delicate sfumature pastello e giochi di nuance a contrasto vivacizzano gli abiti da sposa proposti per la prossima stagione con un tocco chic che conquista al primo sguardo. Che cosa li rende così speciali? Per scoprirlo non rimane che continuare a leggere l’articolo!

Sovrapposizione di tessuti velati

Per la futura sposa che rimane scettica di fronte ad abiti dalle tonalità sgargianti ma che desidera comunque un outfit vivacizzato da una nota di colore, sono stati ideati raffinatissimi abiti che puntano tutto sulle contrapposizioni cromatiche. La leggerezza e la trasparenza di tulle e chiffon in toni neutri si alterna alla femminilità delle sottogonne in satin dalle nuance pastello, caratterizzando la mise con un delicato e armonioso contrasto. Quando le tonalità dei diversi strati di tessuto sono molto vicine tra loro, l’alternanza cromatica risulterà decisamente più lieve e il risultato finale sarà quello di un’impalpabile gonna che mostra tutte le sue sfumature al solo movimento.

Molti stilisti hanno scelto di attribuire il tocco di colore al tessuto sottostante, per smorzarlo poi con gli strati velati nella palette dei bianchi che lo sormontano. Non mancano però coloro che hanno deciso di prendere la direzione opposta, presentando abiti da sposa in pizzo e chiffon dai colori decisi e attenuati poi da una sottoveste in lucido satin bianco ottico.

Sfumature di tulle

Questo delicato gioco di contrasti cromatici però non passa solo attraverso le sovrapposizioni di tessuti: alcuni creativi hanno individuato un nuovo modo per presentare vaporose e spumeggianti mise formate da strati di tulle bianco e altri in un colore più vivace. Nell’insieme l’abito non apparirà mai troppo eccentrico poiché, nonostante la presenza di un tono brillante, sarà ammorbidito dalla delicatezza del bianco. Nelle collezioni del 2021 questa tecnica non è stata applicata solo a dei total look, al contrario, molto spesso viene utilizzata per enfatizzare dettagli o punti focali del vestito. Un esempio lampante sono gli abiti da sposa a sirena dalle linee sinuose dove solo la coda finale è un’esplosione di tulle o rouche in organza dalle sfumature delicate. In questi outfit il fenomeno dei contrasti è più che mai esaltato: non si assisterà solamente all’alternanza dei diversi colori ma si avrà anche una netta contrapposizione di tessuti, linee e volumi.

Preziosi ricami a contrasto

Un trend intramontabile, tornato fortemente in auge nelle collezioni precedenti ma che ancora non vuole abbandonare le passerelle del 2021, quello dei ricami non ha bisogno di ulteriori presentazioni! Nel corso degli anni si è assistito a una moltitudine evoluzioni, partendo dai tradizionali dal fascino vintage arrivando poi a quelli più innovativi effetto 3D ottenuti con lavorazioni al laser. Quest’anno invece le tendenze mirano all’utilizzo del colore, con un particolare occhio di riguardo ai toni metallizzati e sfarzosi. Ebbene sì, sembra proprio che per i prossimi mesi si vedrà un leggero abbandono del ricamo ton sur ton in favore di lussuose decorazioni realizzate con fili di lurex dorati, argentati o color rame su un’idilliaca base bianca.

Questo nuovo modo di proporre i ricami sulle mise più principesche vuole essere un omaggio ai celebri matrimoni del passato, dove le donne manifestavano il loro potere attraverso dettagli preziosi e sontuosi abiti dal pregio indiscusso. E per la bride-to-be moderna? Per lei sono stati ideati abiti da sposa corti con gonna asimmetrica dove solo il corpetto è enfatizzato da ricami in toni metallizzati, dando così vita a un look fresco e giovanile ma dai tratti principeschi.

Effetto dégradé

A differenza degli abiti totalmente colorati che possono trovare pareri fortemente discordanti tra le spose, quelli caratterizzati da pennellate di colore mettono sempre tutte d’accordo. Il loro aspetto appare infatti molto più delicato e permette alla futura sposa di esprimere la sua personalità pur mantenendo il rigore richiesto dalle cerimonie più formali.

Una delle soluzioni più azzeccate per chi è alla ricerca di questo bilanciato compromesso è quella degli abiti a effetto degradé. Di che cosa si tratta? Il dégradé è una particolare tecnica di tintura che prevede il passaggio graduale da un tono deciso al bianco ottico, evitando così contrasti netti. Negli outfit nuziali è sempre preferibile concentrare il colore sul fondo della gonna o comunque dalla vita in giù e utilizzare il bianco per la parte alta. Così facendo verrà data maggiore luce al viso mettendo in risalto l’impeccabile trucco da sposa naturale che invece con una tonalità troppo brillante potrebbe perdere armonia.

Se è ormai risaputo che gli abiti bianchi siano dedicati alle cerimonie classiche e tradizionali, mentre quelli colorati ai ricevimenti più alternativi, le 30 mise presentate nella gallery rappresentano la soluzione perfetta per qualsiasi matrimonio! Per vedere da vicino tutte le loro qualità, sfoglia la gallery con gli abiti da sposa del 2021 e 2020. Hai già individuato quello per le tue nozze?