Vai ai contenuti principali
Matrimonio

Le origini del velo matrimonio: una lunga storia d'amore

Uno degli accessori bridal più amati dalle spose: il velo matrimonio! E tu, lo indosserai nel giorno delle tue nozze? Lasciati conquistare dalle sue origini e dal suo viaggio nel corso dei secoli.

Ti aiutiamo nella ricerca dell'abito dei tuoi sogni 👰
Richiedi informazioni e prezzi di abiti e accessori ai rivenditori della tua zona
sposa con velo matrimonio

sposa con velo matrimonio

Velo sì o velo no? Ci sarà qualcosa a coprire la tua acconciatura sposa o farai il tuo ingresso senza velo? Quello che sappiamo è che il velo matrimonio oggi rappresenta un accessorio a tutti gli effetti, con cui giocare e completare il look nuziale, anche in base al tipo di abito scelto. Ma prima di diventare un oggetto di moda, il suo significato era ben diverso, mutato nel corso dei secoli e dei vari luoghi. Scopri con noi le origini di questo simbolo delle nozze!

Il velo matrimonio nell'antica Roma

Furono gli antichi Romani a parlare per la prima volta di velo nuziale, invitando le giovani coppie che andavano all'altare a indossare il cosiddetto Flammeum, un velo dai colori del fuoco vivo posto sopra la coppia durante la celebrazione della cerimonia, per invocarne protezione e buon auspicio. Spesso sul velo veniva poggiata una coroncina di mirto e fiori d’arancio come simbolo di verginità della donna. In realtà, accanto a questo significato più romantico, si nasconde una realtà altrettanto nota ovvero la volontà di celare le reali fattezze degli sposi fino allo scambio delle loro promesse di matrimonio. In un’epoca in cui le unioni erano combinate dal volere delle famiglie, infatti, era importante giungere all'altare senza guardarsi ben in viso, se non dopo essersi giurati amore eterno.

sposa con velo lungo

I primi ornamenti medioevali

L’aspetto del velo matrimonio inizia piano piano a mutare nel Medioevo quando, per la prima volta, viene utilizzato il lino come tessuto con cui stratificare questo accessorio, poggiato sempre sul capo della sposa attraverso perle e fili d’oro. La sua funzione apotropaica aiutava a scongiurare dalla sposa la cattiva sorte, le malelingue e gli spiriti maligni, in una sorta di credenza popolare tipica del periodo medioevale. Per questa ragione, la presenza di più strati era necessaria per assolvere meglio la sua funzione e, al contempo, dotare il velo di quei primissimi elementi decorativi che l’hanno condotto fino ai giorni nostri.

sposa con velo in pizzo

Il velo nella bellezza del Novecento

Il Novecento segna il punto di svolta: abbandonati le credenze e i retaggi del passato, il velo matrimonio inizia a invocare la sua natura odierna, come vero accessorio di bellezza per la sposa inscindibile dal suo abito. Eppure, il Novecento è fatto di tappe importanti, che incidono sulle reali sembianze di questo protagonista di tendenza nelle nozze, specie in quelle più blasonate, tanto che la sua lunghezza e il suo tessuto cambieranno nel corso dei decenni, prima in base a fattori sociali ed economici, poi in base alle nuove tendenze, fino ad arrivare ai giorni nostri dove ogni donna sceglie il proprio velo in base al suo personalissimo gusto.

  • Negli anni Venti il velo della sposa era un preziosissimo e lunghissimo strascico composto da un unico strato e arricchito con preziosi ricami.
  • Gli anni Trenta sono contraddistinti dalla veletta, un accessorio che ha fatto storia per adeguarsi alle acconciature dell’epoca e che, ancora oggi, continua a rappresentare il velo per eccellenza degli abiti vintage.
  • Nel corso degli anni Cinquanta il velo era bordato in pizzo;
  • Negli anni Sessanta è diventato un elemento decorativo in tessuto liscio da abbinare ad abiti semplici.
  • Negli anni Ottanta si assiste a un periodo di rottura: tante le spose senza velo, dato che non tutte sceglievano di indossarlo, tanto che spesso scompariva di scena oppure si indossava un velo da sposa con calata sul viso, fino al momento del fatidico bacio. Questi, infatti, sono gli anni degli abiti da sposa a sirena e delle acconciature eccentriche, tanto che il velo si fa da parte lasciando che il volto della sposa si mostri in tutta la sua bellezza.

sposa con velo matrimonio che abbraccia sposo

Il velo nel resto del mondo

La bellezza del velo matrimonio muta anche in base ai Paesi e alle culture, ecco perché non potevamo concludere il nostro viaggio senza citare la simbologia di questo accessorio nel resto del mondo.

  • In Giappone, ad esempio, il velo simboleggia la gelosia e l’egocentrismo della sposa;
  • in estremo Oriente è utilizzato secondo il suo significato più arcaico ovvero nascondere la bellezza della sposa agli occhi del marito e degli invitati prima del fatidico sì;
  • in Cina è utilizzato un copricapo, simile a una corona, da cui anticamente partiva un velo di colore rosso utile a celare il volto della sposa fino alla prima notte di nozze;
  • in Africa, invece, le spose non usano il tipico velo ma un bellissimo e spesso colorato copricapo abbinato all'abito nuziale.

sposa con velo matrimonio e abito a sirena

Ciò che possiamo affermare con certezza è che oggi il velo matrimonio con le sue bordature preziose, i suoi ricami in pizzo o le sue deliziose velette, rappresenta un vero must have usato per arricchire l’abito, in perfetta sintonia con acconciatura e il trucco. E tu, hai già deciso se lo indosserai o meno per le tue nozze? Sei più una sposa senza velo oppure prediligi un abito da sposa con velo? 

Ti aiutiamo nella ricerca dell'abito dei tuoi sogni 👰
Richiedi informazioni e prezzi di abiti e accessori ai rivenditori della tua zona