Fotoessenza
Fotoessenza

Avete scritto e spedito le partecipazioni di matrimonio, avete scelto il vestito e avete prenotato i servizi di acconciatura e il trucco da sposa. Ora non vi resta che aspettare che arrivi il grande giorno, pensando e ripensando alle varie scene che potreste vivere da protagonisti: l’arrivo con l’abito da sposa, il discorso da fare durante il pranzo, le foto da scattare per l’album… ma ce la farete a fare tutto? E gli ospiti, si annoieranno? Ecco alcuni consigli per dare il giusto tempo a ogni fase delle nozze.

Le giuste attese

Si sa, le attese fanno parte dei matrimoni e alcune di esse contribuiscono a creare suspance e a dare valore ai momenti. Tuttavia, cercate di non esagerare con quelli “morti”, anche se si tratta dell’arrivo della sposa: la prima visione del suo abito da sposa in pizzo dovrà avvenire non oltre l’ora di attesa, altrimenti l’entusiasmo degli invitati si trasformerà presto in stanchezza. Un altro intervallo da monitorare è quello che si inserisce tra la fine della cerimonia e l’inizio del ricevimento. Dopo avervi festeggiato con il lancio del riso, voi verrete intrattenuti dai saluti di parenti e amici, prima di cominciare una serie interminabile di foto con ogni persona che abbia ricevuto l’invito di matrimonio. Siete proprio sicuri di voler usare le ore più luminose della giornata in questo modo? In alternativa, potreste reclutare un fotografo che realizzi dei reportage di nozze spontanei, seguendovi discretamente in ogni momento delle nozze e senza imporvi foto in posa.

Daniele Patron Wedding Reportage
Daniele Patron Wedding Reportage

Infine, c’è il momento in cui si attende che i camerieri servano il pranzo o la cena concordate, che potreste riempire organizzando un aperitivo inziale e, tra una portata e l’altra, intrattenendo i vostri ospiti anche a tavola. Un esempio? Fate realizzare dei segnaposto di matrimonio originali con estratti di libri o poesie, per tenerli occupati in letture interessanti.

Trasporti, non viaggi!

Un altro fattore che dovrete considerare se vorrete che tutto fili liscio è il tempo dedicato ai trasporti da una tappa all’altra delle vostre nozze. Il consiglio è quello di scegliere luoghi vicini tra loro, meglio ancora se il ricevimento si svolgerà nell’agriturismo che si trova a pochi passi dalla chiesetta di campagna dove avverrà la cerimonia, per esempio. In tal caso, sarà comodo non dover prendere l’auto per spostarsi, anche se il tragitto dovrà essere davvero breve.

Andrea Antohi Fotografia
Andrea Antohi Fotografia

La parte femminile degli invitati ve ne sarà grata: non vedranno l’ora di sedersi per dare un po’ di tregua ai piedi, perché le scarpe eleganti da donna con il tacco sanno essere una vera tortura! Se invece avete in serbo per i vostri ospiti una location davvero speciale, fate in modo che il trasferimento da un sito all’altro non diventi complicato, facendovi perdere tempo prezioso: meglio organizzare un pullman per agevolare gli spostamenti, che non dovranno assomigliare a dei viaggi.

Un po’ di respiro

Va bene cercare in tutti i modi di non perdere tempo e di intrattenere gli ospiti al meglio, ma non dovrete riempire ogni singolo momento della loro giornata: un matrimonio non è un villaggio vacanze! Lasciate che gli invitati si comportino come si sentono di fare e, piuttosto che creare un programma fitto di impegni, allestite tanti piccoli angoli a cui potranno accedere liberamente.

Matteo Fotografia
Matteo Fotografia

Sia che abbiate a disposizione un’ampia sala coperta, sia che abbiate la fortuna di accedere a un prato all’aperto, fatevi aiutare dagli esperti del settore per: un piccolo karaoke con uno schermo per proiettare i testi delle canzoni e far partecipare chi vuole; un mini-atelier di bellezza per bambini, dove una disegnatrice si potrà occupare di originali trucchi facciali per i più piccoli; infine, un angolo per il photo booth, in cui chiunque potrà divertirsi a scattare foto con gli accessori a disposizione.

La festa è vostra

La verità è che la giornata è la vostra…non perdetevela! Prendetevi il tempo per stare insieme agli ospiti e per creare momenti comuni, come per esempio il lancio del bouquet di fiori o il discorso di ringraziamento che volete fare agli invitati. Un consiglio? Non pianificate questi momenti a priori, ma teneteveli come “asso nella manica” per quando ci sarà l’occasione giusta. Non riuscirete a incastrarli? Non preoccupatevi! Significa che la festa sarà già stata piena di divertimento e spensieratezza e poi, diciamocelo, un po’ di tranquillità ogni tanto non fa male!

Infine, vi diamo l’ultimo consiglio. Se avete paura di dimenticarvi di fare gesti o attività che desiderate essere parte del vostro matrimonio, affidatevi a un/a esperto/a wedding planner: questa persona saprà scandire al meglio i tempi della vostra giornata, sia a livello di pianificazione, sia il giorno stesso in cui vi scambierete frasi per promesse di matrimonio. Dopo quel momento, infatti, sarete troppo su di giri per ricordarvi cosa dovrete fare. Tranquilli, questa figura è lì per voi e vi guiderà dall’inizio alla fine, quando vi farà trovare pronti per consegnare agli ospiti le bomboniere di matrimonio.