Olga Novoselova Fotografa

Per conoscere meglio il fiorista che realizzerà il bouquet da sposa, ovvero l’accessorio chiave che sfoggerete insieme al vostro abito da sposa, insieme a tutti gli allestimenti floreali delle vostre nozze, ci sono delle domande che potete rivolgergli durante il primo incontro conoscitivo per capire come lavora. In quest’articolo abbiamo raccolto per voi 9 domande utili da fare al vostro fiorista partendo dal presupposto che sia un professionista con esperienza nel settore wedding. Eccole qua.

1. Ha già allestito dei matrimoni nel luogo che abbiamo scelto?

Se risponderà di sì, sarà certamente un punto a suo favore. Il fiorista avrà già un’idea degli spazi disponibili, del mobilio e dei colori ai quali abbinare le decorazioni. Inoltre, potrete anche vedere delle foto scattate in questi luoghi, per farvi un’idea più precisa delle opzioni a vostra disposizione. Altrimenti, chiedetegli se è disposto a fare un sopralluogo in chiesa e nella sala ricevimento per inquadrare meglio gli spazi.

Alessio Bazzichi Wedding Photo

2. Che fiori potrebbero andare bene considerando stagione, colori e stile?

Sia che abbiate optato per un matrimonio classico o uno vintage, uno boho chic o uno informale, grazie a questa domanda potrete capire quali sono le conoscenze del vostro fiorista in materia e avrete modo di chiarirgli l’impronta che desiderate dare al vostro matrimonio. A questo proposito, se avete in mente uno stile ben definito, per esempio, se sapete già che volete ricreare un’atmosfera retrò, potete portare con voi le foto del vostro abito da sposa vintage e anche quelle della location, in modo che possa farsi un’idea delle vostre richieste e dei luoghi che dovrà allestire.

3. E’ possibile vedere alcune foto per mostrarci i suoi lavori?

È sostanzialmente questo il modo in cui capirete qual è il suo stile e il suo modo di operare. Quindi, non esitate a porgli questa domanda in maniera diretta. Chiedete in particolar modo se dispone di foto di matrimoni realizzati nella stessa stagione in cui vi sposate voi ed eventualmente presentatevi con delle palette di colori che vi piacerebbe usare per il vostro grande giorno, così come con foto che vi ispirano, per confrontarvi con lui.

Andrea Calvano Fotografo

4. Si occuperà di altri matrimoni nella stessa giornata, e quale sarà il suo ruolo?

Questa domanda non è da sottovalutare perché se il vostro è un fioraio con un piccolo negozio o, al contrario, dispone di un grande team, è normale che vi chiediate fino a che punto sarà disponibile per occuparsi di voi, realizzando in prima persona tutti gli elementi delle decorazioni floreali concordate. Consegnerà semplicemente i fiori oppure sarà lui personalmente ad occuparsi dell’allestimento il giorno delle vostre nozze? Chiarite questo punto per assicurarvi di ricevere le giuste attenzioni, proprio come fareste nell’atelier dove realizzereste le prove dei vostri splendidi modelli di abiti da sposa 2017.

5. Posso vedere una prova del bouquet prima delle nozze?

Non tutti i fioristi la fanno, per questo domandare è lecito! Chiedete però se questa prova ha dei costi aggiuntivi o è compresa nel prezzo in modo da evitare amari fraintendimenti.

Massimo Simula Photographer

6. Ci sono dei suggerimenti per ottimizzare al meglio il nostro budget?

Al di là dello stile del fiorista, un altro punto a suo favore sarà l’attenzione che metterà per ottenere il massimo rendimento dal vostro investimento. Se, per esempio, vi propone fiori di stagione come un bouquet di peonie tra maggio e giugno (il periodo in cui la peonia sboccia in natura) e trova soluzioni per utilizzare parte degli allestimenti della chiesa nella location, allora potrete dedurre che vi aiuterà a contenere i costi con gli addobbi floreali.

7. Quali altri servizi offre?

Alcuni fioristi sono anche decoratori e potrebbero avere dei complementi di arredo o altri materiali per la decorazione sia per interni che per esterni, questi ultimi anche ad un costo più basso rispetto a quello dei fiori. Un mobiletto particolare potrebbe esservi d’ispirazione per allestire determinati punti e potrebbe, anzi, contenere elementi decorativi scelti da voi come, per esempio, le vostre bomboniere matrimonio originali. Dunque, potrebbero anche proporvi dei materiali da allestimento a noleggio e, in questo caso, potreste prendere “due piccioni con una fava”, come si suol dire.

Andrea Calvano Fotografo

8. Le sue tariffe rientrano nel nostro budget? È previsto un contratto?

Il tema budget come sempre è di fondamentale importanza, per cui chiarite al meglio la questione dei costi, definendo cosa è incluso e cosa no nel prezzo pattuito e quali sono considerate spese extra (potrebbero esserlo le trasferte). Inoltre potete chiedere se ci sarà un contratto. Se lo stipulerete, avrete maggiori garanzie che che tutto vada bene anche in caso di imprevisti.

9. Può interagire direttamente lei con la location?

Il fiorista avrà sicuramente delle domande relative a questioni logistiche piuttosto che dettagli tecnici che dovrà rispettare. Per farlo, è meglio che sia lui a contattare direttamente le location. Eviterete così di dover fare da interfaccia.

Maurizio Don

Non c’è dubbio che gli allestimenti floreali saranno fondamentali per le decorazioni e per definire lo stile delle vostre nozze. È per questo che è importante affidarsi a un fiorista che sia un professionista del settore, che abbia magari anche doti di problem solving, dato che il giorno del vostro matrimonio sarete impegnate con mille cose da fare, dall’elaborazione dell’acconciatura e trucco sposa alla gestione del fotografo e di tutti i preparativi.