Michela Rapacciuolo Fotografa

Se si parla di rito religioso, molte scelgono un abito da sposa che sia quanto più consono alla situazione, rispettando la sacralità del luogo; stessa cosa accade agli invitati con la scelta di abiti da cerimonia più contenuti e misurati anche alle regole di buona educazione; ma quali sono in realtà le domande da porre al parroco che celebrerà le nozze? Ve lo spieghiamo in questo articolo che racconta anche cosa chiedere in merito alle decorazioni floreali, rispettando il vostro bouquet sposa

1. Da dove iniziare? La burocrazia delle nozze

Per il rito religioso il parroco sarà sicuramente la persona che seguirà principalmente l’iter burocratico con il Comune, quindi rivolgetegli qualsiasi domanda e fate in modo che si renda disponibile a fugare ogni vostro dubbio, prima dell’invio degli inviti matrimonio.

2. Che formule abbiamo a disposizione per esprimere il consenso?

Alcuni parroci consegnano un libricino dal quale è possibile evincere le varie formule e frasi per promessa di matrimonio che sarete chiamati a recitare per esprimere il vostro consenso dinnanzi alla platea.

Emanuela Rizzo Fotografo

3. Possiamo ricordare i cari che non ci sono più?

Se un vostro desiderio è proprio quello di avere un pensiero, leggere un testo o semplicemente recitare una preghiera per ricordare i vostri cari, confrontatevi pure con il parroco per capire il modo migliore per farlo.

4. Ci sono altre nozze celebrate nello stesso giorno?

Saperlo preventivamente potrà aiutarvi a gestire un’eventuale pulizia del sagrato o eventualmente a capire se e come sarebbe possibile accordarvi con l’altra coppia, per dividere la spesa dell’allestimento floreale.

5. Ci sono dei limiti o delle regole per organizzare l’allestimento in chiesa?

In alcune parrocchie, per regolamento interno o per disposizione del parroco in carica, non è possibile scegliere deliberatamente la quantità e la tipologia delle decorazioni; dovete conoscere questo aspetto prima di discutere dei bouquet di fiori con il vostro fiorista.

Elisabetta Riccio

6. Ci sono limiti da comunicare al fotografo?

O meglio: esistono delle zone inaccessibili al fotografo così come è possibile sapere se esistono delle zone a sua disposizione per avere riprese dall’alto, scorci o vedute panoramiche?

7. C’è un “costo” per la celebrazione delle nozze?

Alcuni la chiamano offerta libera e segreta ma a molte coppie è capitato di sentirsi ingabbiate in una quasi tariffa imposta e decisamente vincolante per lo svolgimento della loro cerimonia di nozze; possiamo dirvi che questo aspetto è molto legato all’importanza della parrocchia che avete scelto.

8. Possiamo chiamare un sacerdote esterno?

Se siete particolarmente legati ad una parrocchia e d’altra parte avete già in mente chi dovrà celebrare le vostre nozze, chiedete al sacerdote se è possibile che il vostro matrimonio venga celebrato o per lo meno concelebrato da un altro ministro.

Michela Rapacciuolo Fotografa

9. Possiamo conoscerci meglio per un’omelia personalizzata?

Se invece non avete alcune preferenze sul celebrante ma d’altra parte non vi conoscete affatto, chiedetegli se è disposto ad incontrarvi per conoscervi meglio, capire la vostra storia e il vostro percorso in modo da parlare di voi durante l’omelia del matrimonio.

10. Spunti e idee per le letture?

Anche le letture da scegliere sono un punto importante per cui potreste confrontarvi con il parroco in tempo utile, prima di inserirle nel vostro libricino delle nozze.

11. Come possiamo organizzare una cerimonia con coro?

Dovete rivolgervi al coro parrocchiale oppure, potete contattare liberamente dei musicisti e dei cantori? Nell’offerta lasciata al parroco, è incluso anche il compenso o l’offerta al coro parrocchiale?

Elisabetta Riccio

12. Dobbiamo concordare la scaletta dei canti?

Questa domanda va presentata sia perché il parroco potrebbe voler approvare la lista dei canti sia perché è giusto palesare al responsabile del coro le vostre preferenze musicali in modo da organizzare le prove di canto.

13. È possibile celebrare altri sacramenti nel giorno delle nozze?

In questo caso ci riferiamo particolarmente a tutte quelle coppie che hanno già un bambino e magari desiderano celebrare il Battesimo proprio nel giorno delle loro nozze.

14. Ci sono delle date stabilite per il corso prematrimoniale?

Solitamente ci sono delle date previste dal calendario parrocchiale ma altre volte i parroci sono abbastanza flessibili nel mettersi a disposizione cercando soluzioni alternative, in caso di evidenti impedimenti personali o lavorativi.

Alessandro Pegoli Ph

15. Esistono dei vincoli per i testimoni di nozze?

Sebbene nei nostri articoli dedicati al ruolo, allo stato, al culto e al numero di testimoni, abbiamo già avuto modo di svelare ogni arcano che questa scelta può portarsi dietro, possono esserci dei sacerdoti avvezzi a particolari richieste. Cercate di dissipare qualsiasi dubbio!

16. Occorre stabilire un giorno da dedicare al colloquio con i testimoni di nozze?

Ci sono dei parroci che preferiscono conoscere di persona i testimoni anche semplicemente per scambiare quattro chiacchiere utili a conoscere meglio voi sposi, oltre che ad indicare il momento esatto in cui saranno chiamati ad esprimere la loro testimonianza tra l’impaccio degli abiti eleganti da cerimonia.

17. Quando fare il processetto?

Se risiedete in un luogo lontano dalla parrocchia presso cui verranno celebrate le nozze, cercate di capire come e quando verrà organizzato il processetto per il quale sarà fondamentale la vostra presenza.

Luca Flagiello Photography and Cinematography

18. C’è un giorno dedicato alle confessioni di sposi e parenti?

Spesso coincide con il giorno delle prove di nozze, in ogni caso, chiedete pure com’è meglio procedere per fissare un appuntamento in sagrestia dedicato alle vostre confessioni.

19. C’è un permesso da richiedere per l’auto della sposa?

Per tutte quelle chiese che sorgono in prossimità di ZTL così come nei borghi o nei centri storici, potrebbe essere necessario richiedere al parroco una copia di permesso (di sosta, di ingresso o di passaggio) da inserire all’interno dell’auto nuziale.

Lucrezia Senserini

20. Possiamo restare liberamente sul sagrato alla fine della cerimonia?

Purtroppo ci sono dei parroci che impongono delle regole relative alla fine della cerimonia ovvero preferiscono che gli ospiti non occupino troppo il sagrato parrocchiale, così come impongono che si trovino idee alternative al lancio del riso.

Le nozze celebrate con rito civile hanno sicuramente meno vincoli e regole cui sottostare rispetto ai matrimoni religiosi ma con i dovuti compromessi e accordandovi con il vostro sacerdote avrete anche voi la possibilità di inserire le frasi matrimonio che desiderate all’interno del libricino messa. La personalizzazione della cerimonia religiosa, anche con la lettura di testi non sacri ricchi di frasi d’amore, sarà sicuramente un modo per vivere ancor più intensamente il vostro grande giorno.