Vai ai contenuti principali
Matrimonio

20 domande da presentare al parroco prima di celebrare le nozze

Dopo aver fissato la data in location, la seconda tappa da segnare in agenda è il primo appuntamento col parroco. In questo articolo troverete 20 importanti domande da porgli per dissipare qualsiasi dubbio sulla vostra cerimonia di nozze.

lancio del riso e petali di rosa agli sposi che escono dalla chiesa

Prima delle nozze è importante organizzare tutto nei minimi dettagli: non parliamo solo di allestimenti e logistica, ma anche e soprattutto dell'aspetto burocratico delle nozze che, per quanto riguarda il matrimonio religioso, include diversi aspetti nei quali verrà coinvolto anche il parroco.

Ci sono, infatti, diverse questioni da discutere con il prete che vi dichiarerà marito e moglie, vediamo dunque quali sono le 20 domande imprescindibili da porgli in modo da rendere l'organizzazione della cerimonia il più semplice e fluida possibile.

1. Da dove iniziare? La burocrazia delle nozze

Per potervi sposare in chiesa, il parroco sarà la persona che seguirà principalmente l’iter burocratico anche con il Comune, dal momento che non è possibile sposarsi solo con rito religioso. Pertanto rivolgetegli qualsiasi domanda anche per quanto riguarda il rito civile e fate in modo che si renda disponibile a fugare ogni vostro dubbio. Durante il primo colloquio, rivolgetegli le domande fondamentali su come iniziare le pratiche matrimoniali, quali sono i documenti necessari per sposarsi, sia per quanto riguarda la Chiesa che il Comune. Siamo certi che vi spiegherà tutto alla perfezione!

2. Che formule abbiamo a disposizione per esprimere il consenso?

Alcuni parroci consegnano un libricino dal quale è possibile evincere le varie formule e le frasi adatte alla promessa di matrimonio che sarete chiamati a recitare per esprimere il vostro consenso dinnanzi alla platea. A volte, avrete la possibilità di aggiungere anche un piccolo discorso personale, altre invece — nel caso di sacerdoti un po' più tradizionalisti — potrete soltanto pronunciare le classiche promesse. Parlatene insieme e cercate di trovare un accordo.

sposa che prima di entrare in chiesa sorride a una damigella bambina

3. Possiamo ricordare i cari che non ci sono più?

Se un vostro desiderio è proprio quello di avere un pensiero, leggere un testo o semplicemente recitare una preghiera per ricordare i vostri cari che non ci sono più, confrontatevi pure con il parroco per capire il modo migliore per farlo.

4. Ci sono altre nozze celebrate nello stesso giorno?

Saperlo preventivamente potrà aiutarvi a gestire un’eventuale pulizia del sagrato o eventualmente a capire se e come sarebbe possibile accordarvi con l’altra coppia, per dividere la spesa dell’allestimento floreale. Nel caso la questione budget vi stesse a cuore, chiedete pure... tentar non nuoce!

5. Ci sono dei limiti o delle regole per organizzare l’allestimento in chiesa?

In alcune parrocchie, per regolamento interno o per disposizione del parroco in carica, non è possibile scegliere la quantità e la tipologia delle decorazioni; dovete conoscere questo aspetto prima di discutere degli allestimenti floreali con il vostro fiorista. Questo è uno degli aspetti da chiarire bene con il prete: discutetene insieme e, anche in questo caso, cercate di scendere a compromessi in modo da accontentare tutte le parti.

wedding bag e libretto messa sulla panca di una chiesa

6. Ci sono limiti da comunicare al fotografo?

O meglio: esistono delle zone inaccessibili al fotografo così come è possibile sapere se esistono delle zone a sua disposizione per avere riprese dall'alto, scorci o vedute panoramiche?

7. C’è un costo per la celebrazione delle nozze?

Alcuni la chiamano offerta libera e segreta ma a molte coppie è capitato di sentirsi ingabbiate in una quasi tariffa imposta e decisamente vincolante per lo svolgimento della loro cerimonia di nozze; possiamo dirvi che questo aspetto è molto legato all'importanza della parrocchia che avete scelto.

8. Possiamo chiamare un sacerdote esterno?

Se siete molto legati a una parrocchia e d’altra parte avete già in mente chi dovrà celebrare le vostre nozze, chiedete al sacerdote se è possibile che il vostro matrimonio venga celebrato o per lo meno concelebrato da un altro ministro.

dettaglio di un bouquet da sposa country chic

9. Possiamo conoscerci meglio per un'omelia personalizzata?

Se invece non avete alcune preferenze sul celebrante ma d’altra parte non vi conoscete affatto, chiedetegli se è disposto a incontrarvi per conoscervi meglio, capire la vostra storia e il vostro percorso in modo da parlare di voi durante l’omelia del matrimonio. Una cerimonia personalizzata è sempre meglio di una funzione neutra.

10. Spunti e idee per le letture?

Anche le letture da scegliere sono un punto chiave per cui potreste confrontarvi con il parroco in tempo utile, prima di inserirle nel vostro libretto messa.

11. Come possiamo organizzare una cerimonia con coro?

Nel caso voleste far cantare un coro durante la cerimonia, dovrete per forza rivolgervi a quello parrocchiale oppure potrete contattare liberamente dei musicisti e dei cantanti? E inoltr, nell'offerta lasciata al parroco, è incluso anche il compenso o l’offerta al coro parrocchiale?

sposi durante lo scambio degli anelli in chiesa

12. Dobbiamo concordare la scaletta dei canti?

Questa domanda va presentata sia perché il parroco potrebbe voler approvare la lista dei canti sia perché è giusto palesare al responsabile del coro le vostre preferenze musicali in modo da organizzare le prove di canto.

13. È possibile celebrare altri sacramenti nel giorno delle nozze?

In questo caso ci riferiamo a tutte quelle coppie che hanno già un bambino e magari desiderano celebrare il Battesimo proprio nel giorno delle loro nozze. Vorreste farlo? Approfondite l'argomento e leggete il nostro articolo sul matrimonio e battesimo insieme, vi aiuterà a capire come organizzare il tutto!

14. Ci sono delle date stabilite per il corso prematrimoniale?

Non c'è matrimonio senza corso prematrimoniale. Se vi sposerete con rito religioso, questo sarà un percorso obbligatorio, per il quale dovrete ritagliarvi del tempo. Solitamente ci sono delle date previste dal calendario parrocchiale ma altre volte i parroci sono abbastanza flessibili nel mettersi a disposizione cercando soluzioni alternative, in caso di evidenti impedimenti personali o lavorativi. 

stationery nuziale con spighe di grano

15. Esistono dei vincoli per i testimoni di nozze?

Sebbene nei nostri articoli dedicati al ruolo dei testimoni di nozze, allo stato, al culto e al numero degli stessi, abbiamo già avuto modo di svelare ogni arcano che questa scelta può portarsi dietro, possono esserci dei sacerdoti avvezzi a particolari richieste. Cercate di dissipare qualsiasi dubbio e chiarite il tutto durante i vari incontri a disposizione.

16. Occorre stabilire un giorno da dedicare al colloquio con i testimoni di nozze?

Ci sono dei parroci che preferiscono conoscere di persona i testimoni anche semplicemente per scambiare quattro chiacchiere utili a conoscere meglio voi sposi. Chiedete se questo è il caso del vostro parroco e concordate una data che possa andare bene a tutti.

17. Quando fare il processetto matrimoniale?

Se risiedete in un luogo lontano dalla parrocchia presso cui verranno celebrate le nozze, cercate di capire come e quando verrà organizzato il processetto matrimoniale per il quale sarà fondamentale la vostra presenza.

sposa seduta in auto col suo bouquet di fiori che ride

18. C'è un giorno dedicato alle confessioni di sposi e parenti?

Spesso coincide con il giorno delle prove di nozze, in ogni caso, chiedete pure com'è meglio procedere per fissare un appuntamento in sagrestia dedicato alle vostre confessioni.

19. C'è un permesso da richiedere per l'auto della sposa?

Per tutte quelle chiese che sorgono in prossimità di ZTL così come nei borghi o nei centri storici, potrebbe essere necessario richiedere al parroco una copia di permesso (di sosta, di ingresso o di passaggio) da inserire all'interno dell’auto nuziale.

20. Possiamo restare liberamente sul sagrato alla fine della cerimonia?

Purtroppo ci sono dei parroci che impongono delle regole relative alla fine della cerimonia ovvero preferiscono che gli ospiti non occupino per troppo tempo il sagrato parrocchiale, così come altri che non permettono il tradizionale lancio del riso, richiedendo quindi idee alternative, come il lancio dei petali o delle bolle di sapone.

lancio del riso agli sposi che escono dalla chiesa

Le nozze celebrate con rito civile hanno sicuramente meno vincoli e regole cui sottostare rispetto ai matrimoni religiosi, ma con i dovuti compromessi e accordandovi con il vostro sacerdote avrete anche voi la possibilità celebrare la cerimonia che avete sempre desiderato. Vedrete che armandovi di pazienza, potrete anche rendere il rito abbastanza personalizzato, e magari aggiungere qualche lettura non sacra o fare un discorso ricco di frasi d'amore, in modo da vivere ancor più intensamente il vostro grande giorno.