Agnese Spina Imagery
Agnese Spina Imagery

La scelta del video di nozze è importante tanto quanto quella del fotografo; partendo dalla compatibilità tra la coppia e il videomaker, ci sono tutta una serie di quesiti che è necessario porsi nel momento in cui direte sì al vostro video perfetto... e noi l'abbiamo fatto per voi! Per guidarvi verso una giusta scelta, abbiamo intervistato due professionisti, esperti di come immortalare fluttuanti abiti da sposa e catturare la vera essenza di ciascun matrimonio, senza bisogno di aggiungere altre frasi romantiche. Volete sapere cosa ci hanno rivelato? Apriamo il sipario sui video di nozze!

Quali tipologie di video esistono?

Per Marco di Focus, un video di nozze deve rappresentare i momenti più belli ed emozionanti della giornata in cui i due sposi sfoggiano il completo da sposo e l’abito bianco con il bouquet di fiori in mano. Specifica, inoltre, che esistono principalmente due tipologie di video: un tipo emozionale – lento, con musica romantica e profonda - e un video "frizzante", veloce e colorato.

Anche Andrea di Hyle Wedding conferma che realizzare wedding films significa raccontare una giornata unica e irripetibile, ma bisogna farlo con molta attenzione: prima di tutto, si deve cercare di evitare il più possibile gli artefatti, seguendo gli avvenimenti con occhio discreto e mai invadente, senza però rinunciare ad un pizzico di poesia e romanticismo. 

Come verrà prodotto il mio video?

In casa Hyle Wedding i video durano solitamente tra i 12 e i 20 minuti. Lavorando sul video, la prima cosa da fare è certamente quella di selezionare l'accompagnamento sonoro più adeguato, seguendo l'istinto e il feeling che le immagini trasmettono, ma anche il carattere e la personalità degli sposi. I suoni originali vengono utilizzati soprattutto in caso di interventi particolarmente interessanti: applausi, brindisi e lo scambio degli anelli.

Marco di Focus ci spiega che un video di 20-25 minuti riesce a contenere un riassunto completo di un matrimonio, senza stancare o lasciare dei vuoti, tuttavia si usa molto realizzare in aggiunta anche una versione corta di 2-3 minuti. Un ruolo cruciale è rappresentato dalla musica, che è l'“ispiratrice” per il ritmo, i tagli e i tempi nel montaggio, come verrà spiegato meglio in seguito.

Anche per il professionista l’audio originale deve essere preservato in alcuni momenti importanti: quando gli sposi si scambiano le frasi per promesse di matrimonio e le fedi, quando escono dalla chiesa e in alcuni attimi di divertimento con gli amici. In altre occasioni, i rumori originali vengono lasciati come sottofondo per far sembrare il video più vero: “bastano anche semplici brusii o voci in lontananza”.

Infine, è importante sapere che normalmente le scritte non vengono aggiunte al video, fatta eccezione per il nome degli sposi all’inizio e alla fine. Il motivo? Marco invita a pensare al cinema: sul grande schermo non compaiono mai frasi durante il film, se non in casi molto particolari. 

Quali sono i tempi di montaggio e di consegna?

Per quanto riguarda le operazioni di montaggio e post-produzione, l’esperto di Hyle Wedding informa che queste durino all'incirca una settimana per ciascun matrimonio, compatibilmente con gli altri impegni lavorativi dello studio. A questa tempistica bisogna poi aggiungere anche il lavoro di scelta sui materiali di supporto: “noi ad esempio realizziamo cofanetti in legno personalizzati e confezioni fatte a mano, oltre a una selezione fotografica su stampa professionale”.

Il professionista di Focus, come accennato, spiega che per lui il montaggio parte sempre dalla musica: “io faccio scegliere agli sposi una ventina di canzoni, da cui poi ne seleziono 4 o 5 per il video. Gli sposi lo fanno sempre volentieri, del resto devono già scegliere la musica per altri momenti della giornata e hanno già le idee chiare.” racconta. Infine, Marco racconta che spesso l’entusiasmo della coppia è così forte che vorrebbero ricevere il video terminato quanto prima possibile, ma che di solito i tempi di consegna non sono mai al di sotto dei due mesi.

Quali sono le ultime tendenze?

Oggi le persone sono annoiate dai tradizionali “filmini” in ordine cronologico, privi di empatia né di senso artistico. La tendenza odierna è quella di creare un prodotto utile e al contempo di buona qualità, divertente e fruibile nel futuro. Così Andrea di Hyle Wedding spiega tale concetto: “Tendiamo a privilegiare la realizzazione di un video divertente e che gli sposi, gli amici e i parenti tutti possano aver voglia di guardare e riguardare quante più volte possibile. È questa la cosa che ci interessa di più e gli sposi che ci scelgono abbracciano completamente questo approccio”.

Marco di Focus invita a ragionare sul contributo che la tecnologia può apportare a un video odierno rispetto a quelli del passato: “Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi enormi in questo campo e, con un po' di tecnica, si riesce a ottenere un video con stile cinematografico chiamato “progressivo” in gergo, ovvero a ridotta profondità di campo, con colori caldi e ad alta definizione. Per quanto riguarda le attrezzature, oggi molti clienti richiedono riprese con il drone : se non si esagera, il risultato può essere maestoso, soprattutto con il supporto di gimbal e stabilizzatori per poter seguire gli sposi in modo fluido. Resta il fatto che il segreto per un buon video è quello di dosare queste tecniche, conclude l’esperto.

Come posso sapere se è il videomaker adatto a me?

Gli esperti sono concordi nell’affermare che, al contrario dell'album fotografico in cui gli sposi possono scegliere una tipologia specifica di reportage, quando si tratta di video i committenti non prendono decisioni sul montaggio dei vari momenti e quindi non possono che affidarsi allo stile del videomaker.

Per questo motivo, è importante che gli sposi si informino con scrupolosità circa i professionisti da contattare per le riprese del loro matrimonio e dunque – sulla base della propria scelta – si possano affidare completamente all'“occhio”, allo stile e alla professionalità di tali artisti.

Per farlo, gli intervistati suggeriscono di visionare i lavori precedenti dei fornitori in questione e di scegliere quello che presenta uno stile più vicino alle proprie preferenze, non accontentandosi del video proposto dal fotografo come "pacchetto" tutto compreso, perché sono due cose completamente diverse. Da una parte c’è un servizio aggiuntivo proposto da un fotografo, dall’altra c’è un prodotto artistico eseguito da un professionista che è specializzato in video making.

Infine, la constante ricerca in ambito wedding di soluzioni originali, dalle partecipazioni alle bomboniere di matrimonio, ci ha spinto a domandare ai professionisti quale fosse il segreto per ottenere un video di nozze originale… e la risposta ci ha lasciato di stucco. Abbiamo infatti scoperto che, per essere considerato bello e piacere agli sposi, un video non debba essere per forza originale, ovvero non debba necessariamente seguire soluzioni nuove e alternative. “Il video deve far affiorare nella mente degli sposi i momenti, i dettagli e le emozioni che quel giorno passano in un lampo: nessun video che gli sposi vedranno sarà mai come il loro perché non c’è niente di più personale delle emozioni”.