Avete mai pensato di realizzare dei segnaposto di matrimonio a forma di baobab? Se voleste creare un rimando al vostro imminente viaggio di nozze in un’incredibile isola africana, questo sarebbe un simbolo perfetto… uno dei tanti. Sì, perché se si potesse descrivere il Madagascar in due parole, queste sarebbero diversità ed esclusività e presto vi spiegheremo il perché. Vi state domandando dove si trovi questo affascinante quanto remoto luogo? Ebbene, si tratta di un’immensa isola bagnata dall’Oceano Indiano, non distante dalla parte sud-orientale del continente africano, ma cosa ancor più importante potrebbe essere la meta ideale per il vostro viaggio di nozze dove scambiarvi indimenticabili frasi d’amore

Scoprire il Madagascar

La topografia del territorio malgascio lo vede suddiviso in cinque parti, uniche e speciali. Innanzi tutto ci sono gli altipiani centrali, là dove sorge la capitale Antananarivo: è qui che potrete percorrere il famoso “Viale dei baobab” fino alla città di Fianarantsoa. Poi c’è la parte nord, dove si trova l’arcipelago di Nosy Be: qui potrete ammirare i pinnacoli carsici del parco nazionale Ankarana o immergervi nella foresta pluviale incontaminata del parco Majorejy. Ma è sulla costa Est che potrete sentirvi in una cartolina incorniciata dalla natura, rilassandovi su una spiaggia finissima. Per finire, la parte occidentale dell’isola vi catapulterà in un passato in cui avventura fa rima con pirati e il popolo Sakalava mantiene vive le antiche credenze spirituali… tra centenari baobab, naturalmente.

5 parchi nazionali che profumano di natura

Come avrete intuito, la natura incontaminata e la biodiversità che è preservata in Madagascar si annoverano tra le principali attrazioni dell’isola africana. Pensate che si contano almeno 5 grandi parchi nazionali, che, insieme al già citato Marojejy, sono tra i più famosi “polmoni verdi” del territorio e ospitano animali unici. Ad esempio, il Parco Nazionale di Ranomafana è considerato Patrimonio Mondiale dell’Unesco ed è noto soprattutto per la presenza massiccia dei lemuri, in ben 12 specie (avete presente il protagonista del film Disney “Madagascar”?). Lungo la RN7 incontrerete il Parco Nazionale dell’Isalo, un ecosistema che questa volta vi farà sentire nel bel mezzo de “Il Re Leone”, nel cuore della savana africana frastagliata da canyon, circondata da massicci rocciosi e abitata da una ricchissima fauna.

Che dire poi del Parco Nazionale della Montagna d’Ambra? Forse basta informarvi che si sviluppa attorno a un vulcano, per farvi venire voglia di visitarlo. Ma non solo! Vi regalerà uno splendido lago vulcanico dove specchiare i vostri volti felici, oltre che a spettacolari cascate che faranno da sfondo alle vostre fotografie e da sottofondo alle vostre frasi romantiche. Non ne avete ancora abbastanza? Non vi resta che fare un salto anche al Parco Nazionale di Andohahela, la cui superficie di 760 km² ricoperta dalla foresta pluviale è la casa di numerose specie di lemuri.

Nel blu dipinto di blu: quando il cielo si fonde col mare

Ma il Madagascar non è solo adatto agli amanti delle escursioni: se infatti tutto quello che sognate per la vostra luna di miele è il relax indisturbato in riva al mare, non rimarrete delusi dalle spiagge dell’isola africana. Tanto per cominciare, vi suggeriamo di soggiornare presso il pittoresco borgo di pescatori di Anakao, ideale se amate le atmosfere intime, ma volete concedervi il lusso di un resort da sogno. Si tratta infatti di un delizioso paesino di soli 3.000 abitanti, situato nella regione sud-occidentale dell'isola, le cui spiagge sono la base di moderne strutture turistiche. Sabbia bianca, mare cristallino e una ricchezza indescrivibile di pesci accompagneranno le vostre giornate, in cui potrete fare snorkeling e anche surf! Ma non è finita qui: poco distante potrete ammirare la fantastica barriera corallina di Tulear, altra meta imperdibile per gli amanti del mare. 

L’isola del Madagascar è così grande che vorreste spostarvi in un luogo più raccolto? Allora Nosy Be fa davvero al caso vostro. Collocata lungo la costa nordoccidentale dell’“Isola Rossa”, questa isoletta è decisamente il paradiso dei turisti e dispone persino di aeroporto. Mentre farete una scorpacciata di sole, qui potrete respirare l’aria pura proveniente dalla riserva naturale di Lokobe e lasciarvi ammaliare dai meravigliosi laghi vulcanici che la popolano, per non parlare poi dei circa 950 ettari circa di Mangrovie che la rendono così peculiare… voi ne avete mai vista una?

Scoprire la vita in città… e on the road!

In mezzo a una ricchissima fauna e a una altrettanto ridente flora, sorge la capitale del Madagascar: Antananarivo. Se amate visitare i luoghi storici, il Palazzo Rova vi aspetta: fu il centro del regno Merina dal XVII secolo e potrete visitare le antiche tombe reali; mentre per ammirare il meraviglioso palazzo barocco rosa di Andafiavaratra dovrete recarvi nelle vicinanze del quartiere Haute Ville della città. La sera, potrete regalarvi una cena in un suggestivo ristorante vista lago, quello di Anosy a forma di cuore, proprio come lo scollo dell’abito elegante da cerimonia che indosserete per l’occasione.

Per finire, non c’è viaggio che si rispetti - anche quello di nozze - che non regali qualche emozione on the road. Voi potrete trovarle sulla RN7, la Route Nationale 7, che è un po’ l’equivalente della Route 66 degli Stati Uniti o della Ruta National 40 dell’Argentina. Questa suggestiva strada collega Antananarivo a Tuléar, città del sud-ovest dell’isola. Un tratto di strada imperdibile è il famoso e già citato “Viale dei baobab”, raggiungibile anch’esso dalla capitale: immaginate un viale di terra battuta rossa lungo 20 chilometri e fiancheggiato da alberi che raggiungono i 30 metri di altezza e i 3 di diametro. Il momento migliore per godervi lo spettacolo è all’ora del crepuscolo; attenzione però: questo percorso rimane aperto solo da maggio a dicembre.

In conclusione, ecco alcune informazioni utili, così che possiate muovervi con destrezza e consapevolezza sull’isola del Madagascar. Prima di tutto, tenete a mente che il periodo migliore per raggiungere questa meta si colloca tra la primavera e l’estate, in quanto da gennaio a marzo molte zone sono impraticabili per via della pioggia. Per poter fare acquisti, dovrete usare l’Ariary malgascio (MGA), che è stato reintrodotto come valuta ufficiale al posto del Franco malgascio (per intenderci, la banconota da 10.000 MGA corrisponde a circa 4 euro). Infine, sappiate che la lingua ufficiale dell’isola è il malgascio, ma non solo… come ve la cavate con francese? Detto questo, non vi resta che levarvi le scarpe da sposa per correre in agenzia a prenotare il vostro viaggio di nozze in Madagascar!