Fotograficamente

Avete già scelto la chiesa, la location, l’abito, il menù per il ricevimento, nonchè inviato le partecipazioni matrimonio, ma con l’avvicinarsi della fatidica data di nozze state realizzando che tutti gli occhi saranno puntati su di voi e state malissimo al solo pensiero di dover parlare in chiesa. Se siete timide e avete paura di non godervi il vostro grande giorno dopo mesi di ansie e prove di abiti da sposa, ecco 6 consigli per evitare che la timidezza vi rovini un giorno così bello!

1. Circondatevi di amici e parenti stretti

Per evitare che la timidezza prenda il sopravvento il giorno delle vostre nozze, potreste optare per l’organizzazione di un matrimonio intimo e raccolto, facendo recapitare gli inviti matrimonio solo ed esclusivamente ad un numero ristretto e selezionato di amici e parenti. In questo modo vi circonderete di persone con le quali vi sentirete veramente voi stesse senza troppe paranoie.

2. Scegliete la formula ridotta del “Sì, lo voglio!”

Uno dei momenti che più preoccupa le spose timide, è costituito dallo scambio delle promesse durante la cerimonia, giacchè bisogna parlare in pubblico per recitare la formula del rito. Per riuscire a pronunciare al meglio quelle emozionanti parole, che vi sposiate con un rito religioso o civile, vi consigliamo di scegliere la formula ridotta del "Sì, lo voglio", mentre per leggere la frase di scambio delle fedi potete chiedere al vostro fidanzato di fare delle prove qualche giorno prima.

Luca Galotto

3. Guardate solo il vostro fidanzato

Sicuramente se siete delle persone timide, non avrete optato per degli appariscenti abiti da sposa colorati; ciononostante sapete che l’entrata in Chiesa (o nella sala del Municipio) vi genererà ansia, dato che vi accaparrerete gli sguardi di tutti gli invitati, mentre il fotografo starà immortalando ogni vostro passo. Per superare questo momento pensate che in fondo alla navata c'è il vostro grande amore che vi aspetta e puntate gli occhi solo su di lui, così che tutti gli altri scompariranno.

4. Scegliete un primo ballo che sia breve

Il primo ballo con il vostro neomarito è un altro dei momenti fondamentali che vi agita perché sapete che sarete di nuovo al centro dell’attenzione. Per evitare che l’imbarazzo vi faccia sprofondare del tutto, potete scegliere un brano corto per l’occasione oppure potete chiedere al Dj di invitare altre coppie a ballare qualche attimo dopo il vostro debutto in pista.

Se poi non vi sentite sciolte nel ballo, potreste anche proporre al vostro fidanzato di fare delle prove a casa oppure di iscrivervi ad un corso di ballo qualche mese prima del vostro matrimonio. Quest’ultima opzione vi aiuterà certamente a ritagliarvi del tempo per voi come coppia, facendovi dimenticare per un attimo i preparativi per le nozze come, ad esempio, la ricerca di bomboniere solidali matrimonio.

Agriturismo Il Rigo

5. Realizzate un servizio fotografico in stile reportage

Se siete una sposa timida e riservata, realizzare un servizio in stile reportage vi eviterà di dovervi mettere in posa ogni volta che il fotografo ve lo chieda. Questo stile, infatti, supera le classiche foto in posa con lo scopo di immortalare il vostro grande giorno cogliendo attimi naturali e spontanei senza nessuna ambientazione impostata.

6. Visualizzate le scene della vostra cerimonia

Infine, per ridurre l’insicurezza che può generare la vostra timidezza, un valido trucco è quello di immaginarvi le varie scene del vostro matrimonio, come l’ingresso in Chiesa, piuttosto che il primo ballo o il lancio del bouquet di fiori. Questo tipo di esercizio vi sarà utile per creare ogni momento come se realmente stesse accadendo, aiutandovi in questo modo ad arrivare preparate all’occasione.

Se essere al centro della scena non fa proprio parte del vostro carattere, seguite questi 6 consigli e pensate che durante il vostro grande giorno molto probabilmente non avrete neanche il tempo per pensare, dato che verrete travolte da mille emozioni e cose da fare, dalla preparazione del vostro look la mattina alla consegna delle bomboniere matrimonio la sera.