Pizzo in tutte le salse! Le passerelle 2014 hanno decretato il trionfo del tessuto per eccellenza della moda sposa che riesce a rinnovarsi costantemente. Per questo motivo, abbiamo deciso di dedicare un articolo alle migliori interpretazioni del pizzo di quest’anno.

 

 

Quando si pensa al pizzo, si è portati a pensare a un tessuto un poco ingombrante, che, in pratica, non passa mai inosservato. Soltanto la maestria di veri e propri artisti della moda sposa, ne dà un’interpretazione semplice e raffinata.





Il raffinato abito a sottoveste di Pignatelli fa del pizzo un’interpretazione decisamente attuale mettendo l’accento sulla sensualità e la femminilità della sposa.



 

E quando si concentra solamente sul corpetto o su alcuni dettagli e accessori, dà all’abito un tocco sontuoso e regale.

Il modello di Rosa Clarà sfiora la perfezione. Qui il pizzo appare quasi come un sofisticato tatuaggio appena accennato.




La maison Pronovias non ha mai veramente lasciato il pizzo da parte, anzi! Tutti i modelli ne sono provvisti. Tra questi, abbiamo scelto:

Un modello classico, scivolato con maniche, di Elie Saab.





Un modello glamour dal taglio a sirena e lo scollo a cuore di Pronovias.




Un’interpretazione spagnoleggiante con mantiglia e frange di Pronutpia.

 



Interpretazione vintage e/o Belle Epoque per Atelier Aimée Montenapoleone. L’abito è un tripudio di pizzo ed è perfetto per chi si sposa a inizio primavera.




Molto femminile e sexy, la collezione di Cosmobella si avvale del pizzo per sottolineare lo spirito che aleggia in tutti i modelli. Particolarmente sensuale la sottoveste con scollo a cuore. Sensuale il dettaglio del collare a mò di gioiello.

 



Uno scollo halter tutto in pizzo è il plus del modello scivolato di Avenue Diagonal. In questo caso il bon ton sposa la sensualità: per una sposa d’estate che ama mostrare le spalle e la schiena.

 


Carolina Herrera è una stilista che interpreta il mondo wedding in modo molto originale e ironico. Gioca, in questo abito, con il pizzo come si trattasse di un modello per fumetti: lo stile ci ricorda un poco la deliziosa protagonista di Amélie Poulain: ideale per le spose che non vogliono rinunciare all’humour anche il Grande Giorno.