Pronunciare “sì, lo voglio” all’abito per il proprio matrimonio non è mai cosa semplice. Tanti sono i criteri da considerare, dallo stile alla vestibilità passando per la scelta dei tessuti e per i più minuziosi particolari. E se ad ispirare fossero alcune tra le più affascinanti città del mondo? Designer e creativi di bridal couture si sono divertiti a nominare le loro creazioni come i luoghi che maggiormente li hanno ispirati e siamo certi che tra questi 25 abiti da sposa con nomi di città possa nascondersi anche il tuo. E allora che aspetti? Passaporto alla mano e valigia nell’altra, il tuo romantico viaggio sta per avere inizio!

Storia e cultura made in Italy

Ad aprire le danze in questo incantevole itinerario ci pensa Rosa Clarà che con un tour guidato attraverso la penisola italiana presenta Arezzo, un romantico abito dalle attitudini bohemièn che tanto ricorda i paesaggi della campagna toscana. Spostandosi più a nord il modello Torino incarna l’eleganza e la contemporaneità dello stile italiano con una gonna ad A che sottolinea il punto vita contrapponendosi alla raffinatezza di un corpetto ricco di pizzi e ricami sontuosi. Ma è con Taranto che la vera essenza boho chic della collezione si rivela! Attraverso tessuti impalpabili e maniche dalla lunghezza a tre quarti Rosa Clarà offre un abito dal carattere invernale pensato per le future spose più romantiche ed eternamente sognatrici.

Anche Manu Garcia è rimasto incantato dalle atmosfere del Belpaese tanto da portarci alla scoperta di Pisa, città toscana ricca di fascino e storia. Il taglio a trapezio e la delicata scollatura a barchetta sono gli elementi moderni che distinguono questo modello di alta moda ma è grazie all ricercate lavorazioni del corpetto che viene espressa al meglio la nota di femminilità. E che dire invece del modello Palermo? Con un intrigante viaggio nella più grande isola italiana Manu Garcia mette in mostra l’aspetto più sensuale di una futura sposa che indossando un abito a sirena con scollatura sulla schiena desidera enfatizzare la propria naturale bellezza contornandola con un tocco di provocazione.

Il calore delle città spagnole

È dalla Spagna che provengono la maggior parte dei brand di moda sposa e come non citare quindi alcune delle più suggestive città nelle loro collezioni? Partendo da Franc Sarabia che con un abito da sposa a sirena con maniche lunghe e a sbuffo ci porta dritti a Jaén, nel cuore dell’Andalusia. Lo stile a tratti austero della mise viene finemente interrotto da dettagli sofisticati quali le applicazioni in pizzo ricamato che si sviluppano lungo la verticalità della gonna e l’apertura sulla schiena, un tocco di vera sensualità.

Rosa Clarà dal canto suo ha deciso di esplorare il centro del suo magnifico Paese con Toledo, un abito che scommette sull’eleganza contemporanea senza dimenticare il fascino classico della tradizione. Semplicità ed eleganza si sposano con un provocante scollo a V e con l’apertura sulla schiena determinando il carattere audace della sposa che lo indosserà. E per concludere questo viaggio ispanico St. Patrick La Sposa ci guida alla volta di Badajoz con un romantico abito da sposa a principessa dai rimandi bucolici. I dettagli floreali insieme al tulle ricamato conferiscono al modello una ventata d’aria fresca rendendolo perfetto per un matrimonio primaverile. 

Tradizione ed eleganza dalle isole britanniche

Il classicismo britannico è stato rivisitato in chiave moderna attraverso due modelli tanto incantevoli quanto differenti. Se da un lato Rosa Clarà afferma il suo spirito più tradizionale con il design sofisticato dell’abito Manchester, dall’altro Valerio Luna ha deciso di osare con uno stile fatto di volumi leggeri e giochi di trasparenze. Si chiama Dublin ed è l’abito ideale per le future spose che all’eleganza del classicismo desiderano conferire un pizzico di  quella femminilità bohemién che non fallisce mai!

Alla scoperta del Nord Africa

Il Marocco non è solo meta delle più evocative lune di miele, per Rosa Clarà è stata anche fonte d’ispirazione per i modelli Tangeri e Tetuan! Entrambi caratterizzati da quel tocco magico proprio del brand essi si distinguono per le linee e i volumi totalmente in opposizione. Da una parte Tangeri esplora la sensualità del corpo femminile con una sinuosa linea scivolata mentre dall’altra Tetuan non perde l’opportunità di valorizzare il décolleté della sposa con un succinto corpetto dallo scollo a V adorno di ricami floreali. 

Per fare un tuffo nell’antico fascino nordafricano sempre Rosa Clarà ci porta alla scoperta dell’Egitto con l’abito Cairo, un vero e proprio elogio all’intrigante storia di faraoni e incantevoli principesse. Per rifarsi a questa immagine così suggestiva la mise nuziale non potrebbe che presentarsi come una lieve nuvola di chiffon e trasparenze dove però non mancano gli accenni alla modernità come le maniche corte e il design pulito.

Suggestioni asiatiche e misteriose

È ora il turno dell’estremo oriente con il modello Tokio firmato Rosa Clarà. Ancora una volta il brand spagnolo prende in esame il savoir faire della sartoria tradizionale con un classico taglio a principessa ma è grazie ai ricami lineari e alle linee aderenti del corpetto che l’abito riesce a manifestare un’eleganza a dir poco smisurata.

Viaggiando su un binario parallelo ma differente anche Manu Garcia fornisce la sua visione del continente asiatico. L’abito Pechino rivela la sua unicità combinando l’essenza moderna del taglio a sirena con richiami tipici del passato, come le vaporose maniche a sbuffo e l’applicazione ricamata sotto al seno.

Un ponte tra passato e presente

Il fascino dell’antichità viene rievocato da Manu Garcia che con il suo abito da sposa a sirena dal nome Petra ci porta dritti nel famoso sito archeologico giordano. L’elegante crepe di seta bianco determina la perfezione del modello ma è grazie agli inserti in pizzo guipure che una donna avrà il potere di manifestare tutta la propria femminilità. Proseguendo sullo stesso filone storico e culturale Franc Sarabia conduce le sue clienti verso territori antichi e misteriosi. Il suo abito Jerusalem è il perfetto risultato di un matrimonio tra l’impeccabile classicismo di pizzi e crepe di seta e la modernità di dettagli scintillanti ricamati sulle spalle.

Dopo questa esplorazione nel passato ci pensa Valerio Luna a catapultarci nel progresso dell’epoca attuale. I suoi abiti Dubai e Doha rispecchiano esattamente il mood contemporaneo dei grandi grattacieli di queste città strizzando l’occhio a rimandi boho tipici dei paesaggi campestri. Seducenti trasparenze, maniche a sbuffo, scollature sulla schiena e profondi spacchi laterali sono i particolari che conquisteranno il cuore delle future spose più glamour dall’animo profondamente romantico. 

L’iconografia dell’american dream

Un viaggio coast to coast alla scoperta dei più rinomati luoghi americani, da sempre sinonimo di modernità e avanguardia! Il punto di partenza è Toronto dove ad accoglierci c’è Rosa Clarà con un sensazionale abito da sposa a principessa arricchito da un maestoso fiocco sulla schiena. È sempre il marchio spagnolo a farci scoprire Texas, il perfetto connubio tra il romanticismo del passato e la sensualità del design moderno. Attraverso la sontuosa gonna principesca rivestita in pizzo la futura sposa avrà modo di esprimere tutta la propria femminilità ma sono i dettagli più sensuali come la profonda scollatura sulla schiena e il corpetto ricamato a determinare la vera nota chic dello stile.

Valerio Luna invece ha deciso di farci conoscere la suggestiva città di Dallas con un abito che combina idillicamente la ricchezza e modernità dei tempi attuali con il patrimonio culturale del passato fatto di agricoltura e vita nei campi. Femminilità e seduzione sono i primi attributi che affiorano alla mente osservando questo modello dove anche i minimi particolari come il fiocco in vita o l’effetto tattoo sulla schiena non passano inosservati. E per concludere questo entusiasmante itinerario non potevamo che visitare l’allegra Florida! Qui Bianco Evento mette in mostra il calore e la freschezza della regione americana con un abito da sposa corto fino al ginocchio dal romantico scollo a barchetta. Quale modo migliore per far vivere alla futura sposa le tipicità di questo paradiso terrestre?

Ispirazioni dal Sud America

Dopo il sogno americano made in U.S.A la moda ha deciso di visitare anche il continente a sud ed ecco che ci ritroviamo in Paraguay, nome del meraviglioso abito da sposa in pizzo e tulle firmato St. Patrick La Sposa. Una mise fresca e tipicamente estiva che attraverso i ricami floreali e lo strascico della gonna a sirena in tulle conferisce alla donna che lo indosserà una grazia eterea senza precedenti.

Per le future spose amanti dell’eleganza dal gusto semplice Rosa Clarà ha ideato il modello Ecuador, un abito che punta tutto sull’estrema raffinatezza di un design iper femminile. La schiena diventa il punto focale ed è velata da un leggerissimo strato di tessuto in trasparenza che crea un effetto vedo-non-vedo tanto delicato quanto seducente.

Dove avrà inizio il tuo entusiasmante tour alla scoperta dell’abito da sposa perfetto? Ricorda che non è tanto importante la destinazione quanto le emozioni che proverai percorrendola. E allora goditi il tuo viaggio e lascia che la magia delle città internazionali ti conquisti anche nel gran giorno!