Russotto Photography
Russotto Photography

Il primo figlio in arrivo e il vostro matrimonio... tutti in un unico splendido momento? È piuttosto comune essere confuse ed emotive di fronte a due grandi eventi di questa caratura, quindi riordinate le idee fin da subito. Sono molti i possibili dubbi: che abito da sposa scegliere, quando fissare la data e spedire le partecipazioni di matrimonio, come organizzarsi rispetto al catering e al bere, meglio prima partorire e solo dopo lanciare il bouquet da sposa? Vi diamo qualche consiglio per non arrivare impreparate, affrontando i cinque quesiti più comuni delle spose in dolce attesa.

1. Matrimonio prima o dopo il parto?

Molte se lo chiedono: meglio partorire prima o sposarsi col pancione? È una scelta molto personale, anche se è preferibile prevedere di arrivare all’altare non oltre il quinto o sesto mese di gravidanza. Nel caso doveste essere stanche o se è preferibile che non vi affatichiate negli ultimi mesi, potrete godervi settimane di relax nella vostra casetta, già sposate e senza pensieri. Immaginate che fatica dover sostenere l’intera giornata delle nozze in piedi e col pancione del settimo mese! Spedite gli inviti di matrimonio solo quando sarete certe della vostra decisione.

Staralab di Fabrizio Stara & C.
Staralab di Fabrizio Stara & C.

2. Anticipare o posticipare?

Nel caso vi accorgiate di essere incinte dopo aver inviato le partecipazioni, potete tranquillamente spedire una errata corrige agli invitati, cioè un biglietto successivo nel quale annunciate il lieto evento della nascita avvisando gli ospiti che la data della celebrazione ha dovuto subire variazioni. A quel punto potrete anticipare o posticipare le nozze, scegliendo voi l’opzione più adatta alle vostre esigenze. Se avete già comprato il vestito in atelier, meglio valutare anche quello: è modificabile secondo le vostre nuove future forme più morbide o conviene posticipare le nozze e indossarlo successivamente? Se avete scelto un abito da sposa a sirena, per esempio, dovrete o anticipare di molto le nozze, per poterlo indossare, o posticipare, lavorando sul vostro aspetto fisico, per poterlo calzare dopo il parto.

Foto Vision Wedding & Films
Foto Vision Wedding & Films

3. Che abito acquistare?

Quali sono i tagli che valorizzano le spose in dolce attesa? Di certo la scelta più quotata è quella dell’abito da sposa stile impero che segue molto più dolcemente le linee del corpo e pone l'accento sui punti giusti, tra cui il seno; mentre la fascia sotto il seno e la gonna spiovente permette di ammorbidire la nuova forma della pancia e dei fianchi. Nel caso non amiate molto questo tipo di vestito, potete sicuramente decidere di provare un altro abito da sposa semplice che, però, permetta comunque di giocare coi volumi, stringendolo o allargandolo nella zona della vita e dei fianchi.

Russotto Photography
Russotto Photography

4. Quando comprare il vestito?

Qualcuno pensa che il vestito di una sposa in dolce attesa vada comprato a ridosso dell’evento, invece è bene lo scegliate per tempo, prestando particolare attenzione ad abiti che possiate modificare, dato che l’importante è proprio decidere con calma il tessuto e lo stile, valutando tutte le possibilità sul mercato. Saranno le prove successive ad aiutarvi a “cucire addosso il capo” a seconda della forma che assumerà il vostro corpo. Di certo la vostra sarta saprà darvi indicazioni precise in base al vostro caso, ma scegliendo l’abito col giusto taglio, potrete presentarvi alle prove tranquille e certe che saprà riadattarlo alla perfezione! Ricordate anche che sono preferibili tessuti molto morbidi e scivolati, invece che abiti da sposa in pizzo che rischiano di fasciare la figura: questo è un altro elemento che renderà più semplice la trasformazione del vestito in certi punti strategici.

Russotto Photography
Russotto Photography

5. Catering e bevande?

Se siete amanti del sushi o stavate pensando a un ricevimento rustico con tavola di insaccati al coltello (prosciutti, formaggi e salami), fermatevi un attimo e riflettete. Sicuramente ci saranno alimenti che per chi è incinta sarebbe bene evitare durante il ricevimento, ma non fate l’errore di comporre tutto il buffet e tutte le portate solo di cruditè o di alimenti sconsigliati per chi è in dolce attesa. Altrimenti potreste tentare l'opzione di richiedere un menù su misura per voi, magari accordandovi con qualche invitato intollerante o che ha fatto scelte diverse in materia di alimentazione (vegano o vegetariano, per esempio). Non dimenticate i validi sostituti ai drink alcolici tradizionali: un “dito di vino” porta bene, ma non è consentito ubriacarsi alle spose che aspettano un bambino!

Non preoccupatevi se entrerete a fatica o no nelle scarpe da sposa, se il vostro corpo cambierà o vi sentirete più affaticate: sarete bellissime, radiose e dolcissime in ogni caso. Quindi, godetevi due dei momenti più magici che la vita potesse riservarvi, preparate le vostre partecipazioni di matrimonio originali, consegnatele e osservate lo stupore dei vostri ospiti quando scopriranno a che cerimonia speciale prenderanno parte!