Gabriele Latrofa
Gabriele Latrofa

Immaginate il sole che riscalda animi e corpi, il cielo azzurro, i colori della natura intorno a voi e il tepore che ovatta l’atmosfera… La cornice perfetta dove scambiarvi le famose frasi di matrimonio circondati da amici e parenti, non è vero? Le potenzialità che offre la bella stagione per dare vita a nozze degne di essere ricordate nel tempo sono innumerevoli, basta prestare attenzione a una serie di fattori che riguardano la location, il banchetto ma anche l’intrattenimento e le decorazioni, compresi i segnaposto matrimonio da posizionare sui tavoli.

Per aiutarvi abbiamo redatto questo articolo nel quale trovate le dieci domande da porvi per organizzare un perfetto matrimonio all’aperto.

1. Quale mese scegliere?

La prima domanda dalla quale cominciare riguarda la stagione e il mese preciso nel quale si desidera celebrare le nozze. In estate potrete quasi sempre contare su sole e temperature decisamente confortevoli che permetteranno alle vostre invitate di sfoggiare abiti da cerimonia corti. Attenzione però al mese di agosto, quando il caldo può essere fastidioso: se scegliete questo periodo evitate di sposarvi in città e prediligete location più arieggiate. Questo problema non si pone in primavera, quando invece, tra aprile e i primi di giugno, dovrete calcolare il rischio pioggia.

Michela Rapacciuolo Fotografa
Michela Rapacciuolo Fotografa

2. Se farà troppo caldo?

Naturalmente è impossibile prevedere il grado di calore e le condizioni atmosferiche in generale. Se vi sposate in estate, il trucco sta nell’essere previdenti e organizzarsi in modo da fare fronte a eventuali temperature elevate. Pertanto, optate per una location in campagna, al mare o, addirittura, in montagna. Ma, cosa più importante, ragionate sulle zone d’ombra: allestite gazebi e punti di ristoro, ossia banchetti con bibite fresche. Sarà importante poi, fare in modo che gli invitati possano avere costantemente a disposizione acqua fresca.

3. Che fare in caso di pioggia?

Dall’altra parte, è anche possibile che piova, sia in primavera che in estate. Fondamentale diventa quindi optare per location che, in caso di maltempo, abbiano sufficiente spazio per ospitare i vostri invitati anche all’interno. È quindi importante informarsi sulla presenza di sale interne e sulla loro capienza oltre alla possibilità di allestire delle tensostrutture nel caso in cui non vogliate rinunciare allo spazio esterno. 

Giulia Santarelli Foto
Giulia Santarelli Foto

4. Quale tipo di location?

La regola numero uno in caso di matrimonio in bella stagione è quella di scegliere una location all’aperto con un eventuale piano B, come abbiamo già ribadito. L’ampio giardino in fiore di una villa d’epoca, il parco di un castello, la corte di una cascina, l’esterno di un agriturismo, uno stabilimento balneare se amate la spiaggia… Tutto dipende dai vostri gusti e dallo stile delle nozze, l’importante è valorizzare gli spazi aperti.

5. E in caso di rito e banchetto nella stessa location?

Se la vostra idea è quella di celebrare delle nozze civili o con rito simbolico e vorreste riunire l'intero evento nello stesso luogo, allora informatevi prima di tutto se la location è stata abilitata come casa comunale nel caso di rito civile. Nel caso del rito simbolico, invece, non sarà necessario avere un ufficiale di stato, pertanto la scelta sarà libera. Giardini, patii esterni, serre a cielo aperto... sono solo alcune delle opzioni che potrete avere se vi scambierete le frasi per la promessa di matrimonio nello stesso luogo del ricevimento. Informatevi sulla disponibilità di eventuali spazi adibiti a tale scopo, se gli allestimenti potrete curarli voi o se ne occuperà il personale di servizio ed eventuali aggiunte che potrete apportare nel caso lo riteniate necessario (gazebi, strutture in legno, ecc.).

Giulia Santarelli Foto
Giulia Santarelli Foto

6. In che modo distribuire gli spazi?

Se la location che avete scelto è dotata di ampi spazi all’aperto, è molto importante saper organizzare le varie zone dove avverranno le diverse fasi del ricevimento. Chiedete aiuto allo staff, al catering ed, eventualmente, a un wedding planner per studiare insieme la ripartizione migliore degli ambienti, sia che si tratti del banchetto centrale, dei corner o dell'angolo adibito per il taglio della torta. Sfruttate sempre le potenzialità del giardino e giocate con gli angoli più suggestivi per ricreare l'atmosfera da voi desiderata.

7. Come coccolare gli invitati?

Rivolgete una serie di attenzioni ai vostri ospiti, prevedendo quali possano essere gli eventuali disagi che potrebbero incontrare, primi fra tutti la calura o le zanzare d’estate. Predisponete delle wedding bag con un kit essenziale: uno spray contro le zanzare formato borsetta, fazzolettini, cerotti per vesciche, un ventaglio per farsi aria nei momenti più caldi della giornata e magari anche degli occhiali da sole con una forma simpatica, per dare il via a un po’ d’ilarità e a frasi matrimonio divertenti.

Photographer Roberta Vagliani
Photographer Roberta Vagliani

8. Per che tipo di decorazioni è meglio optare?

Sempre in accordo con stile e colori guida che avete scelto per le vostre nozze, le decorazioni migliori per un matrimonio all’aperto sono sicuramente quelle floreali o quelle che comunque richiamano gli elementi della natura. Quindi sì a composizioni di fiori magistralmente predisposte dove lo prevede la tradizione ma anche in luoghi strategici da valorizzare con punti luce. Se avete optato per il rito civile, sbizzarritevi con un arco che incornici gli sposi. Infine, se il ricevimento si svolgerà di sera non dimenticate luci, lanterne e candele: creeranno un’atmosfera romantica.

9. L'intrattenimento

In ampi spazi aperti è anche possibile prevedere momenti di intrattenimento diversi. Potete allestire un angolo per il dj set o la band che suonerà per voi durante la festa, scegliendo magari un'area che vi permetta di disporre alcuni tavolini e poltrone in "stile zona lounge". Se invece volete dare un mood più stravagante al vostro evento, valutate l’idea di assoldare giocolieri, ballerini, teatranti che sappiano coinvolgere i vostri ospiti in spettacoli di vario tipo. Pensate anche a una zona giochi per bambini e ai festeggiamenti con fuochi d’artificio e lanterne cinesi.

Ilenia Caputo Photographer
Ilenia Caputo Photographer

10. Come strutturare il banchetto?

Cena placé, buffet, aperitivo in piedi: in una location all’aperto, potrete davvero sbizzarrirvi in base ai vostri desideri. Sempre molto carine e apprezzate sono le isole per gli antipasti e i dolci. Per quanto riguarda il menù, invece, prevedete piatti leggeri e freschi a base di carne o pesce, a seconda della località in cui avete deciso di sposarvi!

Rispondendo con calma a questi interrogativi, darete vita a un matrimonio all’aperto davvero memorabile. Ricordatevi sempre che a legare ogni scelta ci dovrà essere quel fil rouge che collega ogni fase dell’organizzazione e che dovrete tenere in considerazione anche per scegliere le bomboniere di matrimonio che donerete ai vostri ospiti a fine giornata!