Il momento in cui inizierete a distribuire le bomboniere di matrimonio, sarà probabilmente lo stesso in cui vi renderete conto che il viaggio di nozze si sta avvicinando e, sebbene vi dispiacerà togliere l'abito da sposa o dire addio a tutta la fase dei preparativi, il famoso wedding blues lascerà posto alla sconfinata voglia di partire verso quella meta così desiderata. Oggi vi parleremo di Zanzibar, una terra ricca di sorprese che vi travolgeranno in mille emozioni, regalandovi il famoso mal d'Africa.  

Il periodo ideale per partire?

Zanzibar è situata nella zona equatoriale quindi è soggetta al tipico clima tropicale ovvero repentini cambi di temperatura e due stagioni delle piogge che attraversano l’anno. Se non volete rinunciare ad indossare nuovamente i vostri sandali sposa, questa volta con il mare che vi fa da cornice, allora state ben attenti ad evitare il famoso periodo delle grandi e piccole piogge; i mesi migliori per programmare la partenza vanno da dicembre a marzo oppure da giugno ad ottobre (questo è anche il periodo in cui troverete un clima più secco e meno umido).

Come organizzare i tour dell’isola?

Zanzibar è la meta perfetta per entrare nel pieno clima africano. Il blu turchese delle acque si fonde col rosso fuoco del tramonto, tracciando quella linea d’orizzonte che è spesso l’ispirazione più bella per gli scatti fotografici dei turisti. Eppure Zanizibar è tanto altro: è cultura, sapori, esperienze, storia; una terra che ha tanto da raccontare anche attraverso il folclore che si respira dalla gente che la abita.

Snorkeling fuori dalle acque

E si, avete capito bene! A Zanzibar non serve immergersi in acque profonde per ammirare la bellezza del fondale. Vi basterà programmare un’escursione a Nakupenda o Waka Waka per visitare due lingue di finissima sabbia bianca circondate dall'oceano che appaiono e scompaiono a seconda del momento della giornata e delle maree. Grazie a questa particolarità, sulla spiaggia affiorano conchiglie, stelle marine e ricci destinati poi a scomparire generalmente due volte al mese. Le escursioni organizzate su questi lembi di sabbia si concludono con un meraviglioso pranzo a base di prodotti tipici di mare.

Stone Town e il viaggio nella storia

Zanzibar ha un passato ricco di cultura a cui non dovete rinunciare quindi programmate un tour nella capitale. Stone Town, città natale di Freddie Mercury, con i suoi quindicimila abitanti, è stata eletta patrimonio dell’UNESCO. Qui sono ancora vive le tracce di un passato duro come quello della tratta degli schiavi, dove oggi è stata eretta la Chiesa Anglicana al cui interno è possibile visitare le vecchie prigioni degli schiavi venduti al mercato delle colonie.

Visitare Stone Town vi immergerà in un clima di edifici coloniali, portoni e balconi in legno, moderni palazzi con terrazze mozzafiato e poi il coloratissimo mercato con le sue botteghe di stoffe, gioielli, creme e prodotti d’artigianato che tanto avreste voluto avere come bomboniere matrimonio originali. Infine, non perdetevi la tappa al Palazzo delle Meraviglie costruito dal sultano di Zanzibar e la visita alla casa di Freddie Mercury.

Albe e tramonti: il mix perfetto per il mal d’Africa

Alba e tramonto sono gli ingredienti perfetti per una cornice vista oceano. Le spiagge migliori sono quelle di Unguja: divertitevi al mattino con le immersioni subacquee e poi assaporatele al tramonto ma anche di sera, quando il cielo australe vi regalerà uno spettacolo notturno suggestivo e ricco di fascino. Per chi non vuole rinunciare alle escursioni attraverso la barriera corallina, ci sono le spiagge della costa orientale dove l’alba è la scusa perfetta per qualche romanticissimo scatto fotografico.

Il tour nelle piantagioni

Impossibile rinunciare al tour nelle piantagioni di spezie. Scegliete una guida locale e concedetevi un pomeriggio tra sapori nuovi ma anche tra quegli odori che vi sembreranno famigliari come la vaniglia, la cannella, il pepe, lo zenzero i chiodi di garofano e lo ylang ylang. Insieme alle spezie, potete scoprire la storia e i mille usi della frutta tropicale (ananas, cocco, pompelmo e jack fruit).

La valigia per Zanzibar

Vi consigliamo di mettere in valigia un abbigliamento comodo che può tornarvi utile per le giornate al mare così come per i tour in città. I sandali gioiello, magari senza tacco, sono l’accessorio ideale e versatile da utilizzare in questa vacanza; prediligete i tessuti in lino o fibre naturali, magari dai colori chiari; qualche abito da cerimonia corto per le serate romantiche, creme solari, antirepellenti e poi non dimenticate l’attrezzatura fotografica per immortalare la vostra luna di miele.

Viaggio culinario sull'isola delle spezie

A Zanizibar ogni occasione è buona per assaporare quelle composizioni di frutta fresca che colpiscono tanto gli occhi quanto il palato ma il viaggio culinario in quest’isola del cuore, passa attraverso specialità locali che nulla hanno a che vedere con la cucina esageratamente speziata e poco vicina al palato mediterraneo. Tra le specialità del posto non potete rinunciare al chapati (una piadina croccante usata per accompagnare piatti dolci o salati), ai platani usati per insaporire piatti a base di carne o pesce e a tutti quelle proposte gourmet a base di aragoste, gamberi e cicale di mare.

Tips di viaggio

  • Jet leg: 2 ore in più rispetto all’Italia (1 ora nei periodi di ora legale);
  • Ore di volo: dall'Italia occorrono circa 8 ore di volo;
  • Lingua: la lingua ufficiale è lo Swahili mentre la seconda lingua è l’inglese;
  • Moneta: Scellino Tanzaniano ma nelle zone turistiche si accettano anche Euro e Dollaro;
  • Vaccini: è consigliata (ma non obbligatoria) la profilassi antimalarica anche se il governo mette in atto annualmente un’importante azione di disinfestazione per cui è davvero raro che venga contratta.

Zanzibar è questo, eppure nessuna immagine o nessuna parola saranno così tanto perfette da descriverla ed immaginarla alla perfezione. Zanzibar è quell'isola che va vissuta appieno, senza riserve ma con una gran voglia di immergersi dentro al suo clima, alla sua cultura, al suo folclore. Immaginatevi tra la sua gente, assaporate ogni lato di questa terra e non dimenticate qualche abito da cerimonia per delle serate speciali. Buon viaggio!