Creative Couple Studio
Creative Couple Studio
Spuntato dalla lista degli impegni la ricerca dell'abito da sposa, la scelta della location e del fotografo, tra una prova dell'acconciatura sposa e l'altra è giunto il momento di pensare a come distribuirete gli invitati ai tavoli. Se avete già scelto o state valutando l'ipotesi dei tavoli imperiali, quest'articolo vi sarà utile per fare un po' di chiarezza e prendere qualche spunto!

Tutti i vantaggi dei tavoli imperiali

Prendi un banchetto nuziale in un posto qualunque, scegli un tavolo imperiale, e hai già quell'atmosfera suggestiva e particolarmente elegante che questi tavoli donano a qualsiasi ricevimento di nozze. I tavoli imperiali, infatti, sono adatti a qualsiasi luogo o location (purché ci sia lo spazio necessario chiaramente) e, in particolar modo, a banchetti all'aperto, sia in campagna che al mare, e in sale al coperto dotate di ampi spazi o comunque di forma rettangolare.

Valeria Necchi photographer
Valeria Necchi photographer

Questi tavoli dal nome maestoso e di nobile ispirazione sono decisamente in auge: le coppie di sposi optano sempre più spesso per questa soluzione elegante, gettonatissima nei matrimoni più intimi con pochi invitati, ma considerata non di rado anche nei ricevimenti più numerosi. I tavoli imperiali, infatti, oltre ad essere "trendy" e pratici, non solo rendono un banchetto nuziale più scenografico, ma presentano dei vantaggi anche nel momento dell'assegnazione dei posti. Vi state chiedendo perché? 

I tavoli imperiali

  • non separano gli invitati
  • sono la soluzione perfetta per un banchetto con meno di 60 ospiti
  • danno un tocco di fastosità ed eleganza a un matrimonio intimo
  • semplificano l'assegnazione dei posti
  • si prestano ad allestimenti molto scenografici
  • il "giro dei tavoli" è uno solo e non si rischia di dimenticarsene qualcuno
  • favoriscono l'interazione tra più invitati

Studio Fotografico Pensiero
Studio Fotografico Pensiero

L'assegnazione dei posti ai tavoli imperiali

Far sedere gli invitati in un'unica tavolata permetterà di stare "tutti più vicini" e favorirà l'interazione fra i commensali, ma non solo. Al contrario di quello che si possa pensare, la disposizione degli ospiti nei tavoli imperiali è anche più semplice rispetto a quelli tondi: con questo tipo di soluzione, infatti, si semplifica il processo di assegnazione (spesso stressante) dei posti a sedere, giacché un'unica grande tavolata non divide gli invitati, al massimo li raggruppa in "macro-categorie" (famiglia, parenti, amici, colleghi... per esempio) facendoli sedere tutti allo "stesso banchetto".

Il primo passo da seguire, quindi, è quello di raggruppare tutti gli invitati in categorie di "parentela" o "vicinanza agli sposi", e posizionarli secondo un determinato criterio che può essere personale o attinente alla tradizione. Secondo quest'ultima, per esempio, genitori e testimoni dovrebbero sedere vicino agli sposi e il resto di invitati a seguire in ordine di parentela, fino ad arrivare agli amici e ai colleghi di università/lavoro.

Gli sposi generalmente siedono a capotavola, o comunque in una posizione centrale, come nel caso dei tavoli imperiali a ferro di cavallo. Ma vediamo un'altra possibile opzione rispetto alla posizione degli sposi.

Mustache Catering
Mustache Catering

Il tavolo degli sposi a parte

Quando si opta per un banchetto con tavolo imperiale, gli sposi possono sedersi a capotavola, in modo da essere ben visibili a tutti gli invitati, o nella postazione più centrale ed esterna della tavolata a forma di ferro di cavallo, da cui è possibile interagire ancora più facilmente. Se però si vuole separare il tavolo degli sposi per distinguerlo maggiormente, è possibile optare per la romantica opzione del tavolo nuziale a parte. Una soluzione molto indicata anche in caso di sistemazione di più tavoli imperiali collocati verticalmente uno accanto all'altro: gli sposi potranno sedere a un tavolo posizionato centralmente tra i due.

Nel tavolo nuziale a parte potrà sedere la coppia accompagnata dai genitori e/o testimoni, o solo gli sposi in una postazione ultra romantica.

Giacomo Morelli Photographer
Giacomo Morelli Photographer

I segnaposti sono d'obbligo

Mentre nel caso dei tavoli rotondi (o comunque separati) è imprescindibile raggruppare e indicare i nomi di tutti i commensali seduti a ciascun tavolo ma non è necessario specificare il posto esatto, con i tavoli imperiali diventa indispensabile definire attentamente dove dovrà sedere ogni ospite. E il motivo è semplice. Senza una chiara disposizione predefinita, e soprattutto nei ricevimenti più numerosi, potrebbe crearsi una spiacevole situazione di confusione e disagio tra i commensali: non tutti, infatti, gradiscono mangiare accanto o di fronte a qualcuno che non si conosce, e questo potrebbe provocare un certo imbarazzo tra alcuni di loro.

I segnaposti con il nome di ciascun invitato al tavolo sono pertanto d'obbligo! Se cercate idee per i segnaposti matrimonio, tra gli articoli di Matrimonio.com troverete infiniti spunti. 

Michele Mascalzoni
Michele Mascalzoni

Non dimenticate, quindi, la regola principale del tavolo imperiale: "tutti insieme, ma in modo organizzato!" Quando vi occuperete della disposizione degli invitati, oltre a raggrupparli in "categorie" , ricordate che è sempre meglio concentrare le famiglie con bambini nella stessa zona, così come le coppie e i single: i vostri ospiti lo apprezzeranno!
Usate il gestore dei tavoli di Matrimonio.com per fare una simulazione della disposizione dei tavoli: potete scegliere la forma, inserire la lista degli ospiti e posizionarli trascinandoli da un posto all'altro.
Se vi è piaciuto questo articolo sulla distribuzione degli invitati non perdete tutte le altre idee su come intrattenerli durante il ricevimento, sui migliori segnaposti matrimonio per loro e su cosa scrivere sulle partecipazioni matrimonio che invierete.