L’abito da sposa vuole la sua parte. E come non dargliela! In un album di nozze gli scatti devono essere vari e ricchi. Devono poter raccontare una giornata rivivendo le stesse emozioni sentite mentre avete pronunciato le vostre frasi per matrimonio. Ma un album di nozze non è fatto solo di grandi primi piani incentrati sugli sposi: volete qualche esempio? Ecco una gallery di 20 scatti senza i protagonisti dell’evento tra bouquet da sposa, particolari nascosti, momenti di festa e grandi riprese aeree.

Arrivi, attese, incontri

Se nella prima parte della giornata l’attenzione del fotografo è catalizzata su di voi durante i vari riti di preparazione, una volta raccolto un po’ di materiale fotografico, l’operatore deciderà quasi sicuramente di recarsi nel luogo in cui si svolgerà la cerimonia. Oltre a montare l’attrezzatura nella vostra attesa, l’obiettivo è quello di riprendere l’arrivo degli ospiti, il loro modo di salutarsi, incontrarsi, abbracciarsi e scambiarsi i primi sorrisi.

Non semplici dettagli ma “particolari costruttivi”

I particolari costruttivi differiscono dai semplici dettagli perché rappresentano l’essenza di un preciso elemento all'interno di un’opera. Il matrimonio è un evento dove l’unione di vari elementi pensati e sognati dà proprio una visione d’insieme pulita, uniforme e armoniosa. Ecco che è possibile dar loro voce attraverso degli scatti dedicati: i fiori, gli inviti matrimonio e qualsivoglia particolare decorativo e rappresentativo della giornata.

Piccoli, grandi e buffi: gli ospiti che non devono mancare

Veicolare le emozioni del grande giorno usando non solo la vostra espressività ma anche quella di alcuni ospiti, è come raccontare da nuovo punto di vista. Non è semplice farlo, serve attenzione ed empatia ma a volte questo arduo compito viene agevolato se tra gli invitati ci sono: i nonni, perché nei loro sguardi si legge amore puro; i paggetti e le piccole damigelle nei loro abiti da cerimonia per bambina perché con gli occhi di un bambini anche un piccolo gesto assume un significato speciale; gli animali, molto più che semplici amici.

Mise en place: il catering è protagonista

Siamo stati abituati a nascondere tutto ciò che in un evento significava preparazione, organizzazione e gioco di squadra. Bene quest’epoca è terminata e le cucine a vista hanno sgomitato un po’ per farsi valere, decretando l’inizio dell’era dei cooking show anche durante le nozze. Fotografare i piatti diventa quindi imprescindibile: dalle scenografiche proposte gourmet, agli allestimenti dei buffet, per finire con sua maestà la wedding cake e il tavolo dedicato alle vostre bomboniere matrimonio originali.

Allegria e divertimento: esistono ingredienti migliori?

Se si tratta di una festa ad altro tasso di divertimento, beh, allora è impossibile restare fermi aspettando che il momento passi per concentrarsi solo sui primi piani degli sposi. Ricordatevi che la riuscita dell’evento si evince decisamente meglio se a parlare sono i volti divertiti ed entusiasti dei vostri ospiti cui aggiungere anche qualche ripresa dall'alto, meglio se fatta con un drone.

Moda sposi: il flat lay che ammalia

Abbiamo già parlato dei particolari ma questa volta lo facciamo con uno specifico riferimento: quello dei dettagli che raccontano le vostre scelte di look. L’abito bianco ripreso così nella sua essenza appeso ad un vecchio armadio, gli accessori per l’acconciatura sposa semiraccolta, l’immancabile cestino delle fedi, l’outfit dello sposo insieme ai suoi accessori come orologio, gemelli e cintura. Scatti semplici ma non banali dove la sistemazione dei vari elementi, in un flat lay che incanta, appartiene proprio nella bravura del fotografo.

Paesaggi e panorami per intervallare il tutto

Sicuramente non avranno lo stesso peso dei primi piani, in termini di numero ed importanza ma valorizzare la vostra location con degli scatti dedicati al luogo, al verde e ad un panorama, cercando anche di catturare semplicemente la luce di un tramonto, potrebbe essere la soluzione ideale per intervallare il vostro album di nozze. Queste foto “senza volto” saranno fondamentali per spezzare la monotonia degli scatti affollati o dei primi piani.

Piccoli esempi di scatti d’autore che, volendo possono includere anche dei simpaticissimi backstage tipici di un rituale di preparazione, magari uno scatto dedicato all’hair stylist intenta a sistemare gli attrezzi necessari per l’acconciatura sposa piuttosto che alla make up aprtist che, paradossalmente, si commuove dopo aver completato il trucco sposa perché magari è entrata in empatia con il momento così carico di emozione ed attesa.