Giulia Santarelli Foto
Giulia Santarelli Foto

Il tavolo d’onore svolge l’importante funzione di ospitare gli sposi durante il banchetto e si configura come il perno dell’intera disposizione dei tavoli nella sala. Qualunque sia la posizione che andrà a occupare, è prima di tutto fondamentale che, nei limiti del possibile, sia visibile a tutti gli invitati presenti. In armonia con gli altri tavoli, dovrà contraddistinguersi grazie a delle decorazioni più importanti, sia che si tratti di bouquet di fiori per il centrotavola che, per esempio, con dei segnaposto matrimonio speciali che riportino la scritta ‘Gli Sposi’.

Ma vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere riguardo a questo importantissimo tavolo.

La tipologia di tavolo

Esistono diverse forme di tavolo: quadrato, rettangolare, ovale e tondo. Per fare la scelta migliore occorre tenere conto delle disponibilità della location e delle forme dei tavoli che sono già presenti nella sala del ricevimento: l’obiettivo costante da seguire è, infatti, la ricerca dell’armonia generale. Inoltre, la tipologia del tavolo d’onore dipende anche dal grado di condivisione che volete mettere in atto: se volete sedere accanto ad amici e parenti stretti, se volete stare da soli oppure se intendete fare un’unica grande tavolata.
Per gestire al meglio la disposizione generale sappiate che potete sempre contare sul tool Tavoli di Matrimonio.com che vi semplificherà questo arduo compito.

Emiliano Allegrezza
Emiliano Allegrezza

Se desiderate un tavolo solo per voi...

Come dicevamo, posizionamento, condivisione e tipologia sono strettamente correlati. Se desiderate restare soli, liberi di sussurrarvi frasi d’amore, optate per la soluzione del piccolo tavolo tête-à-tête che, leggermente separato dagli altri, vi permetterà di rilassarvi in intimità. Per quanto riguarda la posizione precisa, potrete optare per:

La disposizione classica

Il tavolo d’onore è collocato su un lato della sala mentre gli altri sono disposti in modo da occupare il resto dello spazio. Secondo la tradizione sarebbe meglio che il tavolo degli sposi fosse l’unico ad essere rettangolare.

La disposizione a margherita

Secondo questo schema il tavolo d’onore, in questo caso tondo come gli altri, si trova al centro della sala circondato dagli altri disposti tutti intorno proprio come se fossero petali di un fiore. Questa soluzione offre il vantaggio di stare soli a tavola rimanendo però in facile contatto con gli ospiti, si tratta infatti di un’alternativa molto conviviale comoda anche per fare il classico giro di saluti tra gli ospiti.

Matteo Fagiolino Photography
Matteo Fagiolino Photography

Se volete stare in compagnia...

Se invece volete condividere il tavolo, ecco le opzioni che avete a disposizione:

Lo schema classico

Voluta dal galateo, è oggi una disposizione pressoché superata. Prevede che al tavolo d’onore siano seduti solo i parenti insieme agli sposi ma ne esiste anche una versione più informale che vede invece la presenza di testimoni e amici stretti. In questo secondo caso, le formali regole del bon ton vogliono che i tavoli subito accanto siano presidiati uno dalla madre della sposa e dal padre dello sposo e l’altro dalla madre dello sposo insieme al padre dello sposo.

Il tavolo rettangolare

Per una maggiore inclusione, potreste optare per un ampio tavolo rettangolare dove accomodarvi insieme a genitori e testimoni. Voi naturalmente sarete al centro e se vorrete rispettare le regole della tradizione, ecco la disposizione che dovrete seguire:

  • La sposa siede a destra dello sposo
  • A destra della sposa: il padre dello sposo, un testimone, il padre della sposa, un testimone.
  • A sinistra dello sposo: la madre della sposa, un testimone, la madre dello sposo, un testimone.

Il tavolo imperiale

Si tratta di una lunghissima tavolata alla quale si accomodano tutti gli invitati con al centro gli sposi.

Andrea Calvano Fotografo
Andrea Calvano Fotografo

La mise en place

Ma per quanto riguarda l'allestimento, invece? Ci sono alcune regole fondamentali da seguire per la distribuzione della mise en place del tavolo degli sposi? Di seguito, prendiamo in analisi anche questo aspetto.

L'apparecchiatura

La mise en place, in campo di tavoli, sta ad indicare la sistemazione di piatti, posate e bicchieri ma anche l’insieme delle decorazioni. Il tutto dipende, sia per il tavolo degli sposi che per quello degli invitati (se separati), dal grado di formalità che avete scelto per il vostro ricevimento e dallo stile delle vostre nozze. Se avete optato per un pranzo o una cena particolarmente eleganti, provvedete a far apparecchiare il tavolo d’onore - e non solo - secondo la disposizione prevista dal galateo.
Se antipasto e dolci saranno a buffet, ovviamente il carico di posate sarà alleggerito. Un’idea potrebbe essere quella di aggiungere qualche elemento in più al tavolo degli sposi, come sottobicchieri e decanter.

Le decorazioni

In campo decorativo il tavolo d'onore deve essere in armonia con gli altri ma, nello stesso tempo, contraddistinguersi. Pensate a delle idee segnaposto matrimonio speciali per voi, aggiungete dettagli caratteristici della vostra personalità oppure scegliete un tovagliato differente ma affine a quello degli altri tavoli.

Art Foto
Art Foto

Per quanto riguarda i centrotavola potete vagliare un’ampia gamma di possibilità spaziando tra regali candelabri, eleganti vasi, lanterne, composizioni di frutta e rami… Le opzioni sono infinite e dipendono dai vostri gusti, dallo stile ma anche dalla stagione delle nozze e dal tipo di location. In generale, potreste optare per decorazioni uguali a quelle degli altri tavoli ma più abbondanti, oppure giocare sul contrasto utilizzando alcuni colori diversi.

Francesco Spighi Fotografie
Francesco Spighi Fotografie

Un’idea carina è quella di aggiungere un elemento che gli altri tavoli non hanno, come una fonte luminosa o uno speciale segnaposto di matrimonio originale. Ricordate di dare la giusta importanza anche alle sedie, abbellendole con bande di pizzo o tessuto annodate, fiori, nastri colorati o qualunque elemento che rientri nei vostri gusti.

Officinacquamarina
Officinacquamarina

Infine, ricordate che il tavolo d'onore dovrà essere segnalato a dovere anche nel tableau de mariage, in modo che si distingua chiaramente dagli altri. Aggiungete una frase di matrimonio che vi rappresenta, una foto, un oggetto o conferitegli il nome di qualcosa che ricordi una vostra grande passione. Le possibilità sono davvero infinite!