Foto Aiello

 

Una coppia formata da due individui che provengono da due background culturali diversi e che decidono di sposarsi è oggi un fatto molto più frequente di qualche anno fa.

Decidere di affrontare il matrimonio, in questo caso, significa fare anche un passo in più verso il (o la) partner tenendo in conto il paese d’origine, i costumi e la religione.

Le nozze possono essere proprio l’occasione giusta per avvicinarsi ulteriormente e approfondire questa conoscenza. Qualche accorgimento e astuzia renderanno la cerimonia e il banchetto colorato, allegro e multi-etnico, e permetteranno di far vivere alla coppia un’esperienza unica. Anche gli invitati avranno l’opportunità di allargare i propri orizzonti culturali in un interessante scambio reciproco.

Eccovi alcune idee da poter realizzare nel caso di un matrimonio con queste caratteristiche.

  • Un po’ di pianificazione

Sarà bene iniziare a stabilire quali siano i punti più significativi delle due culture e/o religioni e valutare quali aspetti sono in comune e quali sono esclusivi di una o dell’altra parte. Nel caso del luogo di culto, cercate chiese, sinagoghe, moschee o templi nella zona in cui vi vorreste sposare. Parlate con l'officiante, tenendo in conto che, in generale, ogni cerimonia è esclusiva. Cercate di capire fino a che punto si possano mescolare i vari riti (cosa spesso piuttosto difficile).

 

Negativopositivo

 

Nel caso di un matrimonio civile, una volta svolta la cerimonia in comune, potete scegliere un luogo aconfessionale per celebrare un rito personalizzato: una spiaggia o uno spazio all’aperto. Potrete fare ricorso a un officiante e programmare una cerimonia che includa aspetti tradizionali di entrambe le parti.

  • Una cerimonia mista

Come abbiamo già detto, nel caso di una cerimonia religiosa, sarà difficile integrare i riti, però ci potete sempre provare. Partite dall’abbigliamento (scegliendo indumenti tipici dei paesi d’origine), per arrivare, ad esempio, a elementi simbolici comuni in molte culture, come le candele o il rito della sabbia che identificano l’unione di due persone innamorate.

I voti e la preghiera possono essere personalizzati ed è in questi punti che si può rendere omaggio alla religione o credenza del (o della) partner. Ricordate che intendersi e farsi intendere è molto importante. Pensate, dunque, a organizzare una cerimonia nelle due lingue della coppia: i momenti più emotivi devono essere condivisi con tutti gli invitati senza malintesi.

  • Un ricevimento speciale

Una volta sormontati gli ostacoli della cerimonia, con il banchetto avete tutta la libertà possibile. È proprio qui che potete dare libero sfogo alla fantasia creando momenti tematici allegri, divertenti e rispettosi dei costumi delle due parti. Potete puntare sulle decorazioni floreali, stabilire un tema di matrimonio (India, Marocco, Giappone …), allestire angoli suggestivi.

Approfittate per creare un menù ad hoc con assaggi delle specialità dei due paesi che creeranno il collante tra tutti gli ospiti: lusingateli con il colore, il sapore e l’aroma delle differenti pietanze.

 

Negativopositivo

 

Al momento del brindisi degli sposi, non esitate a fare sfoggio della vostra conoscenza della cultura del partner (o della partner) scambiandovi i ruoli: ognuno dovrà fare il tipico brindisi del paese dell’altro. Una cosa importante a questo rispetto: è bene evitare cibi e bevande vietate dall’altra cultura o, almeno, prevedere un’ampia scelta, in modo tale che ognuno possa godere del banchetto senza privazioni o imbarazzo.

E per finire, non esitate a permettere che i riti più insoliti irrompano nel vostro banchetto come rompere i piatti (Grecia), cospargere la coppia con petali di rosa per allontanare la sfortuna (India), fare girare la sposa su una specie di trono tra le invitate nel rito dell'hammelya (Marocco).

Anche voi state pianificando un matrimonio multi-etnico? Quali saranno i momenti più suggestivi delle vostre nozze?

 

FotoSam Creative Wedding