Fardella Wedding Films
Fardella Wedding Films

C’era una volta un giovane principe che, dopo varie peripezie causate dalla ricerca del grande amore, finalmente ritrova l’amata perduta e la conduce nel suo castello per farle indossare l’abito da sposa e giurarle amore eterno dinnanzi alla corte dei sudditi. La vostra storia suona più o meno così? Allora non potete che scegliere un castello come location di nozze. Attenzione, però, perché nella favola moderna ci sono molti altri elementi da tenere in considerazione oltre alle frasi d’amore!

C’è castello e castello

I castelli non sono tutti uguali. Ad esempio, la vostra immaginazione potrebbe portarvi al famoso palazzo de “La Bella e La Bestia”, che la Disney ha fatto suo ispirandosi al maestoso Castello di Neuschwanstein della Baviera. In questo caso, si tratta di un edificio ottocentesco dove la ricchezza ricopre le stanze in ogni angolo e su ogni centimetro di superficie: le pareti affrescate, i lampadari di cristallo, il velluto delle poltrone, i lunghi tavoli in legno intagliato su cui poggiano antiche porcellane e candelabri d’oro. Risulta evidente che organizzare un matrimonio in un ambiente simile dovrà essere in armonia con l’eleganza degli arredi, valorizzandoli con decorazioni nuziali altrettanto elaborate.

Maddalena Messa
Maddalena Messa

Diversi sono i castelli medievali, che rivelano molti spazi vuoti all’interno di possenti mura di pietra: la sala degli arazzi, quella delle armi, le antiche cucine e le stanze da letto ne sono esempi. In occasione di eventi, ognuno di questi ambienti viene solitamente rivisitato e destinato a ospitare diversi corner tematici: è così che i tavoli vengono predisposti in una o nell’altra sala in base al numero degli inviti di matrimonio e i sotterranei diventano lo scenario perfetto per una suggestiva discoteca che segue la cena.

Claudia Calà Photography
Claudia Calà Photography

Ma un castello medievale non presenta solo spazi al chiuso, anzi! Nel terreno racchiuso entro l’antica cinta muraria aveva luogo la vita di corte, che si divideva in alta corte - con il torrione principale, l’armeria, le scuderie - e la bassa corte, con le abitazioni dei contadini, i magazzini, le stalle, i granai. Riuscite a immaginare la bellezza di un matrimonio all’aperto in un’ambientazione simile?

Gilberto Caurla Photography
Gilberto Caurla Photography

Che la magia abbia inizio!

Ma, per organizzare un matrimonio in un castello, da dove si comincia? Dopo aver stabilito il tipo di castello che più si addice all’impronta che volete dare alle vostre nozze e aver scelto tra ambientazione interna o esterna, dovrete passare a una parte tanto stimolante quanto difficile: le decorazioni. Per non rischiare di confondere epoche storiche diverse e fare uno stonato mix di stili, affidatevi a un esperto wedding planner: saprà trovare i giusti fornitori per ogni elemento decorativo, lasciandovi scegliere tra molte idee per segnaposto di matrimonio e composizioni floreali da esibire negli angoli più indicati.

Massimo Fuligni - Fotografo
Massimo Fuligni - Fotografo

Un importante capitolo organizzativo riguarda il rinfresco: solitamente un castello non dispone di un ristorante interno, per cui dovrete fare affidamento a un servizio di catering che venga in loco per l’occasione. Spesso è lo stesso proprietario della tenuta a consigliarvi un fornitore con cui ha instaurato una collaborazione: il vantaggio in questo caso è rappresentato dal fatto che quest’ultimo conosce gli spazi, ha già usato gli strumenti in occasioni simili e ha imparato a gestire i tempi. Diversamente, un esterno dovrà prima capire se esista o meno una cucina e quanto essa sia grande, di quali attacchi elettrici possa disporre e di quanta energia, oltre al personale necessario a erogare un servizio efficiente. Non escludete a priori questa possibilità, semplicemente giocate d’anticipo ed effettuate diversi sopralluoghi prima del grande giorno.

Tutti i vantaggi di corte

Un matrimonio in un castello presenta dei vantaggi esclusivi, che nessun altro tipo di location potrà darvi:

  • La possibilità di ospitare qualsiasi numero di invitato e di creare su misura un ricevimento in grande stile, dislocato in tutta la tenuta, oppure un matrimonio più intimo, raccolto in una delle sale del castello.
  • L’assenza di traffico automobilistico e uno scenario perfetto per scattare fotografie memorabili, senza allontanarsi troppo dai propri ospiti.
  • La possibilità di pernottare direttamente in loco, per evitare rischi e non interrompere la magia.
  • La libertà di indossare un abito da sposa vintage e un completo da sposo d’altri tempi, senza sentirsi fuori luogo.
  • La sicurezza di avere un ampio spazio dove far giocare i bambini in un ambiente protetto e la disponibilità di spostarsi al chiuso in caso di maltempo.

Georgette Pavanati
Georgette Pavanati

Siamo certi che il castello è una location a cui state seriamente pensando per rendere davvero indimenticabile il giorno in cui terrete tra le mani il bouquet da sposa. Per decidere definitivamente dovrete solo chiedervi: vi sentite più Lancillotto e Ginevra o Franz e la Principessa Sissi?