Con l’inizio della fase 3 il settore wedding in Italia ha potuto finalmente rimettersi in marcia, consentendo a chi negli scorsi mesi era alle prese con la scelta degli abiti da cerimonia e della location per il ricevimento di portare a compimento questo grande sogno.
Ma come si svolgeranno le unioni nella nuova normalità? Con la proroga al 7 ottobre del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 dello scorso 7 agosto le misure di sicurezza per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da coronavirus restano invariate in tutto il territorio nazionale.
Sebbene persista qualche dubbio da parte degli sposi nel momento dell’invio delle partecipazioni di matrimonio, noi di Matrimonio.com vi terremo costantemente aggiornati su tutte le novità per aiutarvi nell’organizzazione delle vostre nozze. Adesso vediamo insieme quali sono le misure preventive relative ai matrimoni attualmente vigenti nel nostro Paese.

Cerimonie religiose e riti civili

Che per il giorno del fatidico sì abbiate optato per una cerimonia religiosa o per un rito civile è di fondamentale importanza conoscere in maniera approfondita tutte le misure di prevenzione, ciò vi consentirà di godere di un momento memorabile in totale sicurezza.
Per le funzioni religiose viene rispettato il protocollo dell'allegato A 2 del decreto del 7 agosto del Governo in accordo con la CEI che sancisce il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro e l’utilizzo mascherina per la protezione delle vie respiratorie. L’accesso alla chiesa può essere regolato da volontari che favoriscono l’accesso e l’uscita degli invitati.
Le stesse misure preventive valgono anche per i riti civili, per i quali, ove sia possibile si consiglia l’utilizzo di spazi esterni.
La capienza massima del luogo di culto o sala in cui avrà luogo la cerimonia viene stabilita da un ente legale tenendo conto della distanza minima di 1 metro laterale e frontale.

Eccezioni: regione Marche

Il presidente della giunta regionale ha sottoscritto un decreto 3 che ridetermina la capienza massima delle cerimonie religiose che si svolgono all’interno dei luoghi destinati al culto religioso, secondo il quale il numero di partecipanti è determinato dal numero di posti utilizzabili al fine di garantire la distanza minima di sicurezza, pari ad almeno 1 metro laterale e frontale tra i partecipanti, in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, nel rispetto del limite di 350 persone.

Organizzazione del ricevimento in totale sicurezza

Di seguito vi riporteremo i punti principali relativi alle norme da osservare 4 per il ricevimento, accorgimenti semplici ed efficaci che oramai sono entrati a far parte della nostra quotidianità su cui è imprescindibile fare luce.

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare durante l'evento mediante una segnaletica ben visibile.
  • Favorire un accesso ordinato alla location nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 1 metro. Si auspica la gestione dell’ingresso da parte di un operatore della location al fine di evitare la formazione di assembramenti involontari. Si consiglia, inoltre, l’utilizzo di percorsi separati per l’entrata e l’uscita.
  • Laddove possibile, privilegiare l'utilizzo degli spazi esterni (es. giardini, terrazze), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
  • Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni (qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro).
  • Si consiglia di fornire agli ospiti prodotti per agevolare una frequente igiene delle mani, come gel idroalcolico e lozioni a base di alcol.

Dario Graziani Photographer
Dario Graziani Photographer

Banchetto nuziale

Procediamo quindi con le misure preventive per l’organizzazione del banchetto nuziale secondo gli aggiornamenti dell’ultimo decreto.

  • I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti, ad eccezione di nuclei familiari o di congiunti.
  • È possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare gli alimenti, anche in questo caso resta l'obbligo del mantenimento della distanza e l'utilizzo della mascherina.
  • La modalità self-service è consentita per i buffet realizzati solo ed esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. La distribuzione degli alimenti dovrà seguire una procedura organizzativa che eviti la formazione di assembramenti, anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali.
  • Anche in questo caso si consiglia l’utilizzo di una segnaletica ben visibile, ad esempio a terra e con barriere.

Sonia Aloisi Photographer
Sonia Aloisi Photographer

Animazione e intrattenimento

Buone notizie sul campo della musica e dell’intrattenimento! Via libera alle esibizioni musicali e, secondo quanto riportato dal Ministero della Salute 5, è consentito il rilascio di permessi per attività di ballo esclusivamente per le feste private, purché vi sia una distanza interpersonale di almeno 2 metri.
La musica è un fattore indispensabile in un ricevimento nuziale e non poteva certamente mancare nel giorno delle vostre nozze!

AUT Fotografia Salento
AUT Fotografia Salento

Suggellare la vostra unione in un momento tanto delicato come quello dell’emergenza del coronavirus è sicuramente un atto d’amore e di grande forza. Sarete i protagonisti di un evento veramente unico, con i giusti accorgimenti per la sicurezza della vostra salute e quella dei vostri cari non occorrerà rinunciare a nulla, neanche al lancio del bouquet da sposa.