Bastano pochi istanti per disegnare la nostra essenza, secondi, dove la nostra storia prende forma. Fin dal primo momento in cui ci siamo conosciuti, la nostra vita ha sempre segnato un ritmo, un continuo toc toc alla nostra porta. Un inizio adolescente, quando un granello di sabbia diventa una montagna che poco a poco si smussa e cede con il passare del tempo. Dieci anni dopo, nel 2008 Hari si trova a Madrid! Siamo a settembre, la notte bianca, vuota, come la pagina che ancora non era stata scritta. Un nuovo inizio e l’amore, nominato tante volte, diventa unico nelle nostre vite, ci cattura e ci scuote per quattro anni, durante i quali abbiamo creato momenti unici e indimenticabili.

E poi arriva il nostro viaggio a Parigi, nel 2012, siamo davanti alla Basilica di Sacré Coeur corona il pittoresco quartiere di Montmartre. Una temperature gradevole ci accompagna mentre siamo seduti a contemplare Parigi. Non intuisco quello che sta per succedere. E improvvisamente Hari, in ginocchio davanti a me, con un cofanetto tra le mani. Solo adesso conosco Montmartre, con tante storie alle sue spalle, però soprattutto con il mio “Sì, lo voglio”.

 

 

I due matrimoni segnano per sempre il nostro futuro. E così iniziamo a cercare date, luoghi, vestiti, fotografi... Fuori dalla Spagna non è stato semplice ma abbiamo avuto la nostra ricompensa. Il nostro matrimonio con rito Punjabi sarebbe stato ad aprile, a Singapore e già era tutto pronto. Cercando un fotografo per le nozze in Spagna non mi ha portato via molto tempo. Lo schermo del mio computer si è illuminato con un’email di Adrian Tomadin, fotografo ed ora mio amico. La persona che mi ha insegnato che con un’immagine si possono scrivere storie.

 

 

Adrián ha partecipato alla nostra avventura di matrimonio Punjabi a Singapore. Lo abbiamo reso partecipe di uno dei momenti più importante della nostra vita e di tutti i riti che si celebrano nella cultura indiana.  Una cultura piena di colori e di diversità. Abbiamo cominciato con la cerimonia della purificazione della casa: curcuma, yogurt e olio, tre ingredienti con i quali gli amici e i familiari hanno purificato il nostro corpo. Dopo di questo, ero pronta per la sessione di hennè, durante la quale le donne hanno disegnato mani e piedi.

 

 

Il giorno successivo, ci siamo sposati in un tempio Sikh dove un’atmosfera magica di colori e luci colori ci ha accompagnato in ogni momento. È stato un giorno lunghissimo, ma l’adrenalina ci manteneva attivi per continuare con tutte le cerimonie. Una di esse, la più toccante, è stata il ricevimento in casa di Hari come marito e moglie. Non dimenticherò mai vedere tutta la sua famiglia dandomi il benvenuto.

 

 

La cena di ricevimento con tutti gli invitati è stato un altro momento molto emocionante: entrare nel salone con una fusione di música indiana suonata con nacchere spagnole, impossibile descrivere il vortice di sentimenti ed emozioni nel mio cuore.  Una notte di ricordi splendidi, balli, confidenze e risate.

 

 

Adesso, dopo appena un mese di matrimonio, grazie alle foto di Adrián possiamo rivivere uno dei regali più belli che abbiamo ricevuto nelle nostre vite: l’amore.