Ludovica Lanzafami
Ludovica Lanzafami

Il legame parentale non garantisce la ricezione della partecipazione di matrimonio. Fosse per i nonni l’invito dovrebbe essere esteso a tutto l’albero genealogico, tuttavia i tempi sono cambiati e moltissimi sposi privilegiano il legame sentimentale piuttosto che quello di sangue. Vediamo insieme chi avrà il piacere di vedervi in abito da sposa e chi invece dovrà accontentarsi dei racconti di amici e parenti.

Si sceglie il partner ma non la sua famiglia

Quando ci s’innamora di qualcuno e lo si sceglie come compagno per la vita, non si può immaginare che tipo di famiglia lo accompagni. Nel migliore dei casi guadagnerete parenti acquisiti amorevoli che vi coinvolgeranno nel nucleo familiare, tuttavia esistono dissidi che vanno oltre il legame di sangue e che sgretolano i rapporti senza possibilità di porvi rimedio.

Le reticenze maggiori nella scelta di invitare (o non invitare) qualcuno alle nozze, arrivano spesso e volentieri da genitori e nonni degli sposi i quali, senza mezzi termini, impongono la presenza o l’assenza di una determinata persona.

Your Creative Wedding
Your Creative Wedding

Provate a risanare le ferite

Il consiglio che ci sentiamo di dare, prima di accantonare definitivamente un invito di matrimonio, è provare a trovare una riappacificazione.
Alcuni litigi fanno male ed è molto difficile decidere di riaprire vecchie ferite, ma la felicità che permea il giorno delle nozze è contagiosa e potrebbe essere lo stimolo che serve per garantire la giusta predisposizione d’animo.

Fate una telefonata, mandate un messaggio oppure invitate per un caffè quel parente con il quale avete litigato, raccontate che state per iniziare una nuova vita con la persona che amate e vorreste tanto in questo nuovo inizio, fare pace e ripartire anche con lui.

Per chi è importante questo invitato?

In un matrimonio non sono solo gli sposi a gioire ma anche le rispettive famiglie, questo in qualche modo impone di ascoltare anche i loro pareri e le loro necessità, valutandole nella scelta di includere o meno certi invitati alle nozze.

Ricordate che non molto tempo fa, era d’obbligo invitare al matrimonio tutto il parentado, indipendentemente dal fatto che ci fossero screzi interni. Chiedere a un genitore o addirittura a un nonno, di escludere qualcuno della famiglia potrebbe essere davvero un duro colpo da accettare, quindi cercate di capire quanta importanza hanno queste persone per loro.
Se i dissidi sono gravi, spiegate con gentilezza le vostre motivazioni e siamo sicuri che capiranno.

Amarilis
Amarilis

Come non invitare senza offendere

Non sempre la scelta di includere o meno qualcuno fra gli invitati al matrimonio dipende da motivazioni relazionali. Spesso infatti, queste sono soprattutto di tipo economico. Se sarete voi a farvi carico delle spese previste per il gran giorno, è comprensibile che preferiate avere accanto persone alle quali tenete piuttosto che parenti che nemmeno avete mai visto in vita vostra.
In questo caso un’ottima soluzione è inviare loro delle bomboniere di matrimonio utili, così da fargli capire che nonostante non siano stati ufficialmente invitati, avete comunque dedicato loro un pensiero.

Quel parente, non lo voglio!

Il giorno delle nozze è un momento magico nel quale ci si scambiano promesse e frasi d’amore, è legittimo quindi da parte degli sposi, desiderare di avere accanto persone capaci di gioire assieme a loro.
Se ci sono parenti che vi hanno fatto soffrire e con i quali ritenete sia impossibile trovare un punto d’incontro, non fatevi remore ed escludeteli dagli invitati.

Foto Ferri
Foto Ferri

Questo momento per voi deve essere positivo e ricco di gioia, non permettete a nessuno di rovinarlo. Non è questione di egoismo, è questione di buonsenso: fare questa scelta non va a beneficio soltanto vostro, ma permetterà anche agli ospiti di godersi la festa in un clima di pace e serenità nel quale invidie e rancori sono banditi.

La cosa importante da tenere a mente, prima di indossare le scarpe da sposa e dirigervi verso l’altare, è che le persone che sceglierete di avere accanto sono lì per celebrare con voi l’amore che vi unisce. Accantonate per un momento le remore e i timori e fatevi questa semplice domanda: di chi non possiamo fare a meno nel giorno del nostro matrimonio?