La romantica storia tra Erika e Mirco ha inizio nel 2002 tra i banchi di scuola, esattamente quando hanno deciso di intraprendere la specializzazione di perito chimico al terzo anno delle superiori.
All'inizio non c'era molta affinità tra i due, infatti parlavano di rado e mai avrebbero pensato di incorniciare la propria vita insieme. Dopo qualche chiacchierata di tanto in tanto e una serie di incontri casuali la loro conoscenza ha iniziato a consolidarsi fino ad intraprendere un magico percorso di vita mano nella mano.

Dai tempi della scuola sono trascorsi dodici splendidi anni, pieni di progetti di vita, due brillanti carriere universitarie e avventure trascorse rigorosamente insieme.
Nel 2017 finalmente è giunta la proposta da parte di Mirco con un bellissimo anello di fidanzamento e da quel momento hanno iniziato ad aggiungere ogni giorno un tassello al puzzle delle loro nozze.

La cerimonia simbolica nel cesenate

Hanno pronunciato il “Sì, lo voglio” durante una funzione civile intima presso il comune di Forlì a cui hanno partecipato esclusivamente i loro testimoni, ma successivamente hanno voluto condividere la gioia di quel momento speciale con una cerimonia simbolica nell'affascinante cornice verde di Villa Monica a Cesena con amici e parenti.

Erika è giunta alla location con un sontuoso abito stile impero in seta dalle tonalità che variavano dal panna al rosa cipria e ricamato con fiori in pizzo sulla parte superiore. Ad attenderla all'altare c'era Mirco, con un outfit composto da abito nero, gilet mimetico e papillon rosso scuro. Un look per entrambi semplice ma distinto da una classe inconfondibile.

Due personalità unite dall'amore per la natura

Erika e Mirco si definiscono grandi appassionati della natura, per questo motivo per il giorno più romantico della loro vita hanno scelto il boho-chic, uno stile che si differenzia per la forte influenza bohémien e hippie.

La location infatti, è stata attentamente allestita con elementi semplici ma al tempo stesso sofisticati, come lanterne luminose a bordo piscina, un tableau de mariage che segnalava i tavoli denominati con il nome di spezie e, infine, delle candele in vasetti decorati con fili di juta e merletti in pizzo macramé.

Il banchetto con elementi peculiari

Il banchetto nuziale, disposto in un'ampia corte circondata da una rigogliosa vegetazione, è stato decorato con peculiarità naturali, tra questi l'eucalipto ed erbe aromatiche, e decorazioni floreali distinte da una delicata palette di nuance dal bianco al rosa cipria.

Un ricevimento il cui fil rouge è stato senza alcun dubbio quello della natura, persino le pietanze servite al buffet, per la maggior parte a base di verdure, sono state elaborate con particolare attenzione al tema scelto.

La loro intenzione è stata sin dall'inizio quella di ricreare un'atmosfera di puro relax mediante una cerimonia insolitamente breve, in cui tutti potessero sentirsi a proprio agio nel condividere attimi che rimarranno impressi nella mente. Ed è stato proprio così, a giudicare dagli scatti magistrali dello shooting fotografico realizzato dal team di Celeste Studio, dal quale è possibile percepire il mood fresco e giovanile che ha contraddistinto uno dei giorni più emozionanti della vita dei nostri sposi.