“Gli incontri più importanti sono già combinati
dalle anime prima ancora che i corpi si vedano"

Paulo Coleho

"Si sono conosciuti nel loro paese di origine, frequentando gli stessi locali senza sapere l'uno dell'altra..." Potrebbe sembrare l’inizio di un libro qualunque, con un’introduzione “comune” ma in realtà quell’incontro, nel lontano 2005, ha cambiato la vita di Giada e Salvo.

Gli albori

Nove anni di fidanzamento. Un tempo importante per decidere all’unanimità di compiere il grande passo: in tanti anni d’amore ci si conosce profondamente, si intensifica l’affetto reciproco e il desiderio di passare il resto della propria vita accanto alla persona che abbiamo scelto per percorrere un bellissimo cammino, diventa sempre più forte. In effetti, non ci fu una proposta di matrimonio ben precisa dato che, presero insieme questa decisione tanto importante. Ma lo spazio per il romanticismo non manca mai, e così la notte di Natale Giada ricevette il regalo più bello di tutti: il suo anello di fidanzamento!

Uno stile puramente chic ed elegante, in un fantastico panorama mediterraneo

Finalmente arrivò il giorno delle nozze. Sotto il caldo ed avvolgente sole d’agosto Giada e Salvo si sono detti “Sì, lo voglio” presso il suggestivo duomo di Acireale, la bellissima cattedrale del paese omonimo. Un matrimonio fastoso, elegante e ricco di dettagli. Questo fu il filo conduttore che unì le loro nozze, il quale, secondo la sposa “non è stato scelto ma ha preso forma da sé, perché è stata la rappresentazione più sincera della nostra personalità” a partire dall’outfit prescelto: Giada optò per un sontuoso abito stile principessa dai mille strati di morbido tulle ed un corsé gioiello di Atelier Emé, mentre Salvo indossava un elegante abito classico con giacca monobottone ed un particolare gilet monopetto.

Tutto venne curato nei minimi dettagli a partire dalle fantastiche decorazioni della cattedrale: un’esplosione di fiori rigorosamente bianchi accompagnati dalla leggerezza della gypsofila su cubi specchiati che giocava con i riflessi di luce ed un lungo e sontuoso tappeto bianco che li accompagnava fino all’altare.

Momenti che durano per tutta la vita

I festeggiamenti nella location non furono da meno: in una bellissima struttura di fine Ottocento, a cavallo fra l’Etna e il Mar Ionio, ebbe luogo la festa più bella. Eleganti tavoli di tovagliati bianchi, cristalleria e lampadari che pendevano da un soffitto a cielo, come fosse una magnifica serra al cui interno erano presenti diverse palme, caratteristiche del paesaggio circostante. Amici, parenti e tutte le persone più care agli sposi si sono riuniti per celebrare la loro unione, una festa degna di una favola Disney, ed un magnifico reportage immortalato dall’obiettivo di Deborah Lo Castro per fermare nel tempo ogni attimo di questa bellissima giornata che resterà per sempre impressa nelle loro menti.