Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor
Eurcolor

Nicolò e Veronica si conoscono da ancor prima che lei venisse al mondo nel settembre del 1989: Nicolò, di sette anni più grande, era un “pulcino” nella stessa squadra di calcio in cui giocava Rosario, fratello della sposa. Ricorda molto bene, infatti, quel piovoso pomeriggio di fine estate in cui Rosario entrò nello spogliatoio ed esclamò con gioia “È nata Veronica, la mia sorellina”!

I due si conoscono da sempre, ma la scintilla nasce nell'agosto del 2010, periodo in cui iniziano a scoprirsi e a frequentarsi. In realtà Nicolò sapeva sin dal primo sguardo che quella ragazza sarebbe stato l'amore della sua vita ma aveva preferito dare tempo al tempo e aspettare il momento favorevole per dichiararsi.

La proposta sui generis

Il grande amore tra Veronica e Nicolò pian piano cresce sempre di più con il passare del tempo, così decidono di andare a vivere sotto lo stesso tetto. La proposta di matrimonio giunge in modo alquanto sui generis dopo un anno di convivenza, in un gelido venerdi sera del 18 dicembre Nicolò sorprende Veronica mentre esce dalla doccia e le porge il fatidico anello.
È stato un momento molto divertente perché Nicolò era un po' impacciato e di conseguenza non ha trovato momento migliore per chiedere la mano della sua futura moglie: ha estratto dalla tasca del suo piumino una piccola scatolina nera e le ha chiesto “Si o no?”. Veronica emozionatissima gli ha risposto ovviamente di “sì”.

La cerimonia nell'isola dell'amore

La coppia sin da sempre aveva sognato di sposarsi lontano da casa con pochi intimi, in virtù del loro grande desiderio hanno deciso di celebrare la cerimonia religiosa nella chiesa di San Pietro di Panarea, nello scenario da sogno delle isole Eolie. Panarea, già nota come “l'isola dell'amore”, per i due sposini è un luogo magico e teatro di indimenticabili vacanze e meravigliose amicizie.
Dopo il rito religioso gli sposi sono giunti a bordo di un'originalissima golf cart all'Hotel Cincotta, un'affascinante opera d'archittettura eoliana immersa nello straordinario panorama del Mar Tirreno, posto in cui si è svolto il raffinato banchetto nuziale in compagnia di amici e parenti.

Nessun dettaglio è stato lasciato al caso

L'outfit degli sposi è stato senza dubbio poco convenzionale, sin dal primo momento Nicolò ha dichiarato la sua intenzione di indossare delle scarpe rosse sgargianti tempestate di borchie, per questo motivo le quattro damigelle hanno indossato un abito rosso in pendant con le slip on dello sposo.
Veronica ha indossato uno splendido abito composto da crop top in pizzo chantilly con maniche e da un'ampia gonna in mikado. Un trucco dalle nuance nude e un'incantevole acconciatura con capelli sciolti e coroncina. Nicolò, invece, ha preferito un elegante abito in stile brit-pop con pochette bianca e rossa.
Nessun dettaglio è stato lasciato al caso, anche la marcia nuziale ha avuto una spiccata dose di originalità, non è un caso infatti che gli sposi abbiano scelto il grande successo Bittersweet Symphony della band britannica The Verve per giungere all'altare con grande stile.

Durante il corso del banchetto qualche breve istante di pioggia ha contribuito a rendere unico il momento regalando un magico arcobaleno che ha emozionato tutti i presenti. È stata una grande festa caratterizzata da canti, danze, giochi e momenti preziosi condivisi con le persone più care. Grazie al lavoro svolto dall'equipe di professionisti dello studio fotografico Eurcolor La Malfa possiamo riviverne i momenti più entusiasmanti. Una sequenza di attimi unici e indimenticabili che Veronica e Nicolò porteranno per sempre nel cuore.