Angelo Di Falco Fotografo
Angelo Di Falco Fotografo

Dopo la Puglia e la Sardegna, anche la Sicilia si unisce alla lista delle regioni che offrono la possibilità di usufruire del bonus matrimonio, il cui obiettivo è quello di incentivare in modo concreto e immediato i futuri sposi e le imprese del wedding, a seguito della pandemia da COVID-19. La proposta era già stata preannunciata settimane fa dal governatore Nello Musumeci e ora ha valore effettivo, così come riporta il decreto del 25 settembre pubblicato sul sito del Dipartimento Famiglia che sancisce criteri e modalità per l'erogazione del benefit. 

Chi può fare richiesta?

I requisiti per poter fare domanda del bonus matrimonio alla Regione Sicilia sono:

  • Residenza in Sicilia di uno dei due nubendi da almeno un anno alla data del 15 settembre 2020;
  • La data delle nozze deve essere compresa tra il 15 settembre e il 31 luglio 2021, e include sia i riti civili che religiosi;
  • Il matrimonio deve tenersi all'interno del territorio siciliano;
  • Disporre di un ISEE massimo di 30.000 euro che verrà calcolato sommando i valori ISEE dei nuclei famigliari di origine dei due sposi, più i valori ISEE dei due coniugi, il tutto ridotto poi del 40%.

Come possiamo richiedere il bonus?

La richiesta per la concessione del contributo - firmata da entrambi i nubendi e accompagnata da documenti di identità validi - dev'essere rivolta al Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali e spedita all'indirizzo email fornito sul decreto. Dovranno inoltre essere forniti: i dati anagrafici dei coniugi, l'attuale residenza, luogo e data del matrimonio, nuova residenza (se verrà effettuato un cambio di domicilio) e la spesa complessiva che si intende sostenere.

Si potrà inoltrare la domanda per il bonus a partire dal 29 settembre (ovvero il giorno dopo alla pubblicazione del decreto sulla GURS, la Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana) sino ai successivi 60 giorni, sempre che la data delle nozze sia compresa tra il 15 settembre 2020 e il 31 luglio 2021.

Fotograficart
Fotograficart

Quali spese potremo coprire?

Gli sposi potranno spendere il bonus nei seguenti servizi legati alla pianificazione e allestimento dell'evento, fino a un massimo di 3000 euro totali:

  • Pubblicazioni di matrimonio
  • Inviti matrimonio
  • Fornitura fiori e arredi floreali
  • Parrucchieri ed estetisti
  • Acquisto vere anelli nuziali
  • Abbigliamento
  • Auto matrimonio
  • Affitto sala o locali per il catering
  • Fotografo 
  • Videografo
  • Intrattenimento musicale
  • Regali per i testimoni
  • Spese agenzia viaggi

Buone notizie, dunque, per tutti i futuri sposi 2020-2021. Le agevolazioni permetteranno di realizzare il sogno di migliaia di coppie che potranno dirsi "Sì, lo voglio" nella loro regione del cuore, la Sicilia, e vivere l'evento che hanno sempre desiderato sostenendo allo stesso tempo il settore matrimoni.