Sara Lorenzoni
Sara Lorenzoni

Ci siamo! Cerimonia splendida, abito da sposa mozzafiato e invitati tutti contenti. Ora, sfinite e felici, state per sfilare finalmente le scarpe da sposa, per poi trascorrere la prima nottata e la prima giornata assieme, come marito e moglie, nella vostra casa. Le discussioni sul budget per il catering o le difficoltà per scegliere insieme le partecipazioni di matrimonio vi sembravano prove difficili? Bene, ma considerate che da ora dovrete lavorare assieme giorno per giorno per trovare la vostra dimensione e condividere parte della vostra quotidianità. Scoprite come.

1. Lui sarà sempre... lui

C’è chi dice che il matrimonio cambia le coppie. In realtà le nozze sono semplicemente una formalità, al massimo un’unione con un significato religioso per chi ci crede, ma in sé la celebrazione matrimoniale è solo un momento in cui sottolineate che volete stare con una persona e desiderate che lo sappia tutta la vostra comunità. Quindi, lo dite e lo festeggiate assieme a parenti, amici e di fronte allo Stato, per il quale diventate anche legalmente coniugi. Però questo non cambia nè voi nè il vostro partner: quando inizierete a trascorrere le vostre giornate assieme vi accorgerete di quanto le nozze non abbiano trasformato nulla. Lui è lo stesso che poche settimane fa indossava il suo abito da cerimonia da uomo e che prima ancora veniva con voi al cinema, vi teneva la mano e vi versava da bere.

Matteo Innocenti Photography
Matteo Innocenti Photography

2. Fate cose assieme e parlate

Quello che probabilmente può far stancare le coppie nel tempo è l’abitudine, il credere di conoscersi, il non saper parlare. Ma i rapporti con le persone non si creano magicamente: vanno curati giorno per giorno, con dedizione e pazienza. Se saprete affrontare assieme le decisioni. Parlate, non solo teneramente con frasi romantiche, ma anche di questioni importanti che vi stanno a cuore, anche se sono difficili. Inoltre è importante fare cose assieme (non solo la spesa!). Pian piano, giorno per giorno, getterete basi solidissime, per diventare una coppia che prima di tutto sa rinnovarsi ed evolvere assieme, facendo progetti.

3. I vostri spazi

Oltre a fare cose assieme e avere progetti a cui contribuite entrambi, non dimenticate che ciascuno ha bisogno di coltivare le proprie ambizioni e di crescere. Per cui lasciatevi un po’ spazio: avere una stanza tutta per sé è un sogno per alcuni e non è negativo pensarlo o progettarlo. Alcune hanno una visione molto romantica dei rapporti e potrebbero credere di desiderare ardentemente di trascorrere tutto il tempo che hanno a disposizione con il proprio lui: sono spesso coloro che sognano matrimoni fiabeschi, abiti da sposa in pizzo o stile principessa e festeggiamenti grandiosi, per le proprie nozze. In realtà, avere propri progetti e propri spazi è ciò che ci permette di sentirci realizzate come persone e ci fa diventare anche interessanti: questo è uno dei primi modi per avere rapporti sani e costruttivi con gli altri.

4. Il gioco dei difetti: non prendete niente “sotto gamba”

Non date nulla per scontato. Soprattutto in lunghi rapporti, che durano da tanto tempo, è bene essere analitici e osservare i propri atteggiamenti. Molto spesso, infatti, si tende a guardare con la lente d’ingrandimento i comportamenti altrui e si perdono di vista gli atteggiamenti che abbiamo noi. Provate a fare il gioco dei difetti: chiedete al vostro partner di elencare tre vostri difetti di tanto in tanto e non replicate alla sua lista, semmai chiedete spiegazioni se un difetto vi pare nuovo e vi sembra non corrisponda al vero. Poi però non discutetene troppo: prendetevi del tempo, analizzate la situazione e forse, col tempo, vi servirà per “vedere” da nuove prospettive.

5. Una casa, solo vostra

Nel caso in cui la casa sia nuova o affittata di recente avrete probabilmente già fatto di tutto per personalizzarla, ma nel caso voi novelli sposini andiate ad abitare in un appartamento che era già di proprietà di uno dei due, dovete assolutamente mettere tra le cose da fare un bell’intervento di personalizzazione. Già, perché è importante che vi sentitate entrambi in un posto accogliente e che abbia un vostro “tocco”speciale. Per cui, conservate le foto del matrimonio e incorniciatele. Se l’avete, ricordate di riservare un posto speciale in casa per l’albero delle impronte o per esporre un invito di matrimonio magari in un angolino personalissimo, per ricordare sempre la data del matrimonio... perché no?

6. Non dimenticate tutti gli altri

La persona con cui avete scelto di vivere ogni giorno della vostra vita è di certo molto molto importante, ma non dimenticate che voi siete tante cose, non solo mogli. Siete persone che lavorano, che fanno cose, che hanno ambizioni, che vogliono vivere una vita piena. Per questo è importante essere partner nella vita, ma non chiudere le porte alla famiglia, agli amici, ai colleghi e a tutte quelle persone che sentite che arricchiscono davvero i vostri giorni e che vi fanno mettere in discussione, insomma... a coloro che vi fanno crescere e che amate.

Come per magia, dopo mesi di preparativi intensivi, il giorno delle nozze, con tutti i suoi colori e i suoi suoni, passa rapidamente. Tante emozioni scorrono tra le ciocche della vostra acconciatura da sposa, assieme a tanti pensieri, probabilmente. Sappiate che una volta a casa, infilerete le ciabatte, vi rimboccherete le maniche, toglierete il trucco da sposa e sarete semplicemente due persone (voi e il vostro partner) che ogni giorno si sceglieranno, a volte con fatica ma molto più spesso con gioia e riconoscenza.