Il primo incontro, del tutto casuale, avvenne in un bar di Leeds, nel Regno Unito: è stato questo il posto dove per la prima volta Nick e Vena si sono visti in una giornata piovosa nell’agosto del 2014.
Si sono subito trovati in sintonia, hanno trascorso un primo periodo di convivenza e poi il viaggio a Corfù, quello che avrebbe cambiato per sempre le loro vite. Avevano già parlato di matrimonio precedentemente, ma la proposta è qualcosa in grado di stupire sempre, soprattutto se avviene durante un viaggio su un’incantevole isola greca, dopo un anno e mezzo trascorso insieme. Così Nick e Vena si sono detti Sì lo voglio il 9 settembre 2017 presso la Masseria Casamassima, nello stupendo scenario di Ostuni in Puglia.

Uno stile semplice, ma raffinato

Un esempio di matrimonio semplice in stile shabby chic, per ricordare ad entrambi le loro origini legate alla terra e alla dimensione rurale che richiama l’infanzia e la passione della coppia verso l'Italia. La scelta aveva puntato inizialmente su alcune tra le località più gettonate della nostra penisola dove festeggiare in bianco tra cui Roma, Toscana e Sorrento, ma una volta scoperta più da vicino la Puglia, è stato amore a prima vista e la loro scelta si è rivelata un successo: la terra pugliese nasconde un fascino rurale senza pari.

La decorazione era semplice e minimalista, con composizioni floreali dal colore deciso adagiate vicino alle scalinate e ai punti nevralgici della struttura, ma la vera protagonista è la natura aspra e selvaggia caratteristica della Puglia. I colori dominanti erano il marroncino chiaro e il verde delle piante che si stagliavano sul bianco delle mura, al centro del tavolo trecce di foglie d’ulivo e boccioli di rose si snodavano tra gli invitati. Ad illuminare l’ambiente al crepuscolo, delle piccole luci sospese su un filo che percorrono in verticale l’intera sala sopra le teste degli invitati.

Un look naturale per lui e lei

Nick indossava un completo beige chiaro, perfettamente in linea con lo stile naturale della sposa e con la location en plein air immersa nel verde. La giacca a un bottone rivestiva una classica camicia bianca lasciata sbottonata nella parte superiore per essere casual e libero nei movimenti.

Il sensuale abito a sirena di Vena con scollo e maniche ad illusione, sinonimo di tradizione e assieme di forte femminilità, riprendeva un ricamo laterale con lo stesso motivo per poi terminare con uno strascico corto. Le scarpe e gli accessori dalle nuance oro rosa, erano impreziosite da gioielli Swarovsky semplici e luminosi. Tra le mani di Vena, un bouquet floreale dai colori rosa e fucsia.

Il trucco da lei favorito, esaltava i colori di una carnagione mediterranea con sfumature di marrone, grigio e nero sapientemente calibrate per ottenere un finish spontaneo, come le labbra, quasi nude. L'acconciatura semiraccolta, divisa in modo simmetrico, è stata esaltata da boccioli di rose mentre due ciocche le incorniciano il viso.

Gli scatti professionali del fotografo Caroli Francesco hanno immortalato una coppia spontanea, stretta dal calore degli amici e dei parenti più cari per festeggiare un matrimonio dal carattere verace e autentico, quanto profondo nel suo messaggio originario. Le nozze di Nick e Vena hanno dimostrato come sia possibile personalizzare con i giusti dettagli la location e il look, con uno stile all’insegna della semplicità che rispecchia fedelmente il credo della coppia e che coinvolge ogni minimo particolare.