Martina
Sposa Novella Maggio 1990 Roma

Rito civile come funziona?

Martina, il 12 Maggio 2018 alle 10:10 Pubblicato in Organizzazione matrimonio
Buongiorno a tutte, volevo chiedervi come funziona il rito civile al comune? È possibile sposarsi in qualsiasi villa comunale anche non residenti dei sposi? Inoltre durante il rito si legge anche la data di nascita dei sposi? Perché non vorrei che si leggessero per alcuni motivi...personali...dato che i miei genitori non sanno realmente la data di nascita del mio ragazzo che è più grande di me...grazie a chi risponderà
Condividi su:

15 Risposte

  • Martina
    Sposa Novella Maggio 1990 Roma
    Martina ·
    Buongiorno Lucia, non ho ben chiaro..allora quindi io potrei fare la celebrazione del rito civile al mio comune di residenza o anche a quello del mio ragazzo? Dato che abitiamo in paesi diversi..inoltre il rito civile al comune come avviene? Posso andare a firmare solo io e il mio compagno o sono obbligatori i testimoni? Perché poi vorrei fare quello simbolico ad una location e magari fare tutta la cerimonia lì..sono in confusione e come hao detto non vengono lette ad alta voce le date di nascita..? Giusto ?
  • Antonella
    Sposa TOP Novembre 2018 Torino
    Antonella ·
    La data di nascita non si legge, tranquilla
  • Lucia
    Super Sposa Ottobre 2016 Venezia
    Lucia ·
    Puoi tranquillamente scegliere un comune non di appartenenza ne a te ne a lui, xche' poi fai la richiesta tu al tuo comune e lui al suo comune per potervi sposare nel comune che volte, muoviti X tempo 6 mesi esatti da quando ti vuoi sposare, si chiama nullaosta è una semplice richiesta che ti viene sempre ed in ogni caso concessa, X cui tranquilla, la ci vogliono 2 testimoni,uno a testa, dato che la cerimonia che farai in location è finita, non serve che siano gli stessi, se hai questo problema, trova una persona per te ed una per lui di estrema fiducia che ve vengano a farvi da testimoni in comune, poi in location, che tutti sapranno che è quella vera glielo fai fare a chi vuoi, fai così, nessuno sa niente 😊😊
  • Elena
    Super Sposa Settembre 2018 Padova
    Elena ·
    Allora in comune vanno gli sposi e i testimoni e vengono letti gli articoli..Se vai in villa è il rito viene celebrato da un ufficiale del Comune è la stessa cosa come se andassi in comune ma se lo fai celebrare da un celebrante (in questo caso non è legalmente valido e devi comunque andare in comune..Si chiama rito simbolico )puoi decidere te come fare la cerimonia e quindi cosa deve o meno dire il celebrante e lo puoi fare in qualsiasi villa anche se non è riconosciuta dal comune..Per questo io ti consigliamo di fare prima il rito civile con i testimoni in comune e poi un rito simbolio. .Io mi sposo in comanette il 7 settembre e poi l'8 faccio il rito simbolico che avrà tutte le sembianze di un rito normale nel parco di una villa Dove poi faremo il ricevimento..x qualsiasi dubbio chiedimi pure
  • G
    Sposa Novella Settembre 2018 Vicenza
    GIULIA ·
    Ciao!
    Noi ci sposeremo in una villa con rito civile e non è nel nostro comune di residenza, anzi!
    Ci sono alcune ville che richiedono un particolare permesso al comune dove si trovano e vengono elette case comunali. A quel punto, puoi effettuare il rito civile con un amministratore comunale con valore legale.
    Non tutte le ville hanno questo permesso perciò quando vai a vederle chiedi se c’è questa possibilità.
    Quando avrai deciso la tua location, potrai recarti al tuo comune di residenza e nel momento in cui presenti la domanda di pubblicazione di matrimonio segnerai nel modulo che richiedi il rito sia celebrato in altro comune per motivi affettivi.
    Dopo l’affissione delle pubblicazioni il tuo comune rilascerà all’altro comune un nulla osta per celebrare il rito presso il comune dove si trova la villa.
    All’altro comune comunicherai credo anche i testimoni.
    Spero di esserti stata d’aiuto😊
  • Martina
    Sposa Novella Maggio 1990 Roma
    Martina ·
    Visualizza messaggio citato
    Si io così vorrei fare..ma al comune di uno dei due residenti? Mentre per il rito simbolico posso scegliere qualunque villa comunale giusto? Ma è obbligatorio entrambi i testimoni al comune qualche giorno prima o solo i sposi? Grazie
  • Lucia
    Super Sposa Ottobre 2016 Venezia
    Lucia ·
    Se fai rito ufficiale, la data di nascita la dicono, ti conviene sposati in comune, anche qualche giorno prima, tanto bastano i vostri testimoni e tenere questa cosa X voi, e fare un rito simbolico in location, dove l'ufficiale, che può essere una persona che decidi te, seguirà alla lettera quello che gli dici di dire, per i tuoi ospiti questo sarà il rito ufficiale, nessuno sa niente di quello che hai fatto in comune e andrà benissimo 😊😊 fammi sapere ‼️
  • Martina
    Sposa Novella Maggio 1990 Roma
    Martina ·
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Elena, scusami ma per il rito alla villa comunale è prevista quindi per forza la lettura io sapevo solo la lettura degli articoli..e al comune direttamente ci possono andare anche solo i sposi a firmare giusto? Invece quello religioso so che non c'è questo problema...sono in confusione
  • Elena
    Super Sposa Settembre 2018 Padova
    Elena ·
    Ciao Martina io mi sposo con rito civile e rito simbolico..Si tu puoi spodare nelle ville comunali anche se non sei residente ma devi pagare..x quanto riguarda la data credo tu abbia un gran problema perché viene letto nome cognome e data di nascita di entrambi gli sposi..Se questo è un problema ti consiglio una cosa..Fai il rito civile in comune con solo i testimoni e poi fai un rito simbolico Dove comunichi al cerimoniere questo problema e chiedi che non legga la data di nascita
  • Martina
    Sposa Novella Maggio 1990 Roma
    Martina ·
    Grazie a tutte 😊lo so avete ragione...il fatto è che noi abbiamo 17 anni di differenza e ai miei ho detto un po di meno..non so come la prenderebbe mio padre se lo sapesse realmente..comunque si noi non pensiamo do fare quello religioso...grazie ragazze 😚
  • B
    Sposa VIP Giugno 2019 Palermo
    Barbara ·
    Ciao noi c sposeremo CN rito civile a Palermo perché siamo originari di lì ma siamo residenti a Milano. "a voce" nn viene detta Nessun data d nascita ma sui documenti ovvio che c sarà per le cifre francamente nn t so rispondere. Cmq cm t ha detto un altra ragazza, dite la verità se la sapessero da altre persone sarebbe peggio. Nn voglio entrare nel. Merito ma cosa può esserci d tanto grave da nn dire la verità. Il mio compagno è più grande d me d 11 anni ma questo nn mi ha impedito d volerlo sposare o la. Mia famiglia mi ha impedito d farlo e tra l altro è anche divorziato e ha due figli 😱😱😱😱
    In og i caso in bocca al lupo per tutto
  • Monica
    Super Sposa Settembre 2020 Fermo
    Monica ·

    Secondo l'ordinamento giuridico italiano, dopo la celebrazione del matrimonio, l'ufficiale di stato civile è tenuto a redigere l'atto di matrimonio.

    L'atto deve contenere una serie di indicazione previste dall'art. 64 D.P.R. n. 396/2000 che sono:

    • il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita, la cittadinanza e la residenza degli sposi; il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza dei testimoni;
    • la data della eseguita pubblicazione o il decreto di autorizzazione alla omissione;
    • il decreto di autorizzazione quando ricorra alcuno degli impedimenti di legge;
    • la menzione dell'avvenuta lettura agli sposi degli artt. 143, 144 e 147 del codice civile;
    • la dichiarazione degli sposi di volersi prendere rispettivamente in marito e in moglie;
    • il luogo della celebrazione (se diverso dalla casa comunale);
    • la dichiarazione fatta dall'ufficiale di stato civile che gli sposi sono uniti in matrimonio.

    L'atto, oltre ad un contenuto necessario, può avere anche un contenuto eventuale (riconoscimento di un figlio naturale o dichiarazioni relative al regime patrimoniale tra coniugi).

    Dopo la compilazione, l'atto di matrimonio viene sottoscritto dagli sposi, dai testimoni e dall'ufficiale di stato civile. L'atto di matrimonio viene quindi iscritto nel Registro dei matrimoni.

  • Monica
    Super Sposa Settembre 2020 Fermo
    Monica ·
    Ciao Martina!!!
    Allora, che io sappia, ti puoi sposare legalmente in comune, oppure parlando con il sindaco o chi per esso e alla location, potete decidere di farlo altrove.
    Inoltre, non è necessario sposarsi nel comune di residenza, ed in questo caso le marche da bollo per i documenti sono due da 16€ circa..(letto su una guida per rito civile 😁) poi ovviamente sempre meglio informazioni presso gli organi competenti in quanto magari sono cose che variano tra i vari comuni.
    Per quanto riguarda la data di nascita, non mi pare venga letta..ovviamente vado a memoria, provo a dare un'occhiata in internet e ti dico 😉
  • Luana
    Sposa VIP Settembre 2019 Torino
    Luana ·
    Ciao! Anche se non sei residente ti puoi sposare in un altro comune ma devi pagare la tassa dei non residenti. Noi ad esempio pagheremo 400€ al comune dove ci sposeremo con rito valido in location. Altrimenti puoi sempre sposarti nel tuo comune di residenza e fare in location solo il rito simbolico.
  • G
    Sposa VIP Settembre 2018 Lucca
    Greta ·
    Ciao! Per quanto riguarda sposarsi nelle ville, dipende da comune a comune. Nel mio, ad esempio, ci si può sposare legalmente solo nella casa comunale o in 8 ville convenzionate con il comune, e basta. Per quanto riguarda la data di nascita, non saprei dirti!
    Se mi permetti di darti un consiglio spassionato, dite la verità ai vostri genitori: essere nati prima o dopo non cambia il fatto che vi amate e vi sposerete; ma, se lo venissero a sapere da altri e non da voi, sicuramente sarebbe grave.

Rispondi a questo Topic

×

Articoli che potrebbero interessarti