COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

Lena
Sposa VIP Agosto 2014 Milano

Pareri: gravidanza troppo medicalizzata?

Lena, il 20 Ottobre 2015 alle 14:46 Pubblicato in Future mamme 0 13
Salvato Salva
Rispondi

Ciao a tutte,

volevo sentire il vostro parere su una riflessione che sto facendo.

Sono incinta di quasi di 26 settimane, è la mia primissima volta e finora la mia gravidanza sta andando bene, ovvio non perfetta al 100% ma assolutamente non posso lamentarmi. Ho lavorato, ho viaggiato (anche un mese negli Stati Uniti, on the road) e non è mai successo per ora niente di grave o peggio irreparabile.

Tendo, però, a essere una persona ansiosa e ho ripensato al mio percorso fin qui...in quasi 7 mesi sono stata al PS ben 3 volte (mai per minacce o perdite strane) e tutte e tre si sono rivelate inutili nel senso che fortunatamente non c'era nulla (oddio, forse l'ultima ho fatto bene ma anche lì, se non ci fossi andata e avessi solo sentito la mia gine al telefono non sarebbe successo niente...) ho fatto già 5 ecografie nel percorso medico + le 3 al PS, esami del sangue ogni santo mese, TN e bi-test, consulti vari...e tutti mi hanno parlato di queste cose come se fossero assolutamente necessarie e normali.

Mi chiedo, però: e se non fosse così? E se in un certo senso si stessero approfittando della mia insicurezza e del mio essere alle prime armi, quindi impreparata a tutto?

Lo dico perché ho avuto oggi un incontro privato molto bello con l'ostetrica che a breve mi farà il corso pre-parto e lei mi ha fatto ripensare a tutto, a quanto la gravidanza - un evento del tutto naturale, salvo in pochi casi - venga a volte fortemente medicalizzata senza motivo, spacciando questa vera e propria ossessione per semplice prudenza e responsabilità.

Mi ha anche aiutato a rileggere il verbale di pronto soccorso dell'ultima volta che per me era arabo, una pagina fitta fitta di cui non mi avevano spiegato nulla perché dopo mille check ero stata rispedita a casa con un calcione e la sola prescrizione di prendere dei fermenti lattici...però, nel contempo, mi avevano dato una serie di dati e misurazioni mai fatte che lei mi ha detto sarebbe stato meglio non mi avessero scritto, perché erano inutili da sapere e sono solo serviti ad accrescere la mia ansia, senza motivo. Idem internet e i forum sulla gravidanza: io ormai frequento soltanto questo perché solo qui ho trovato una giusta misura e un'ottica corretta, se leggi gli altri ti fanno venire solo mille paranoie e la voglia di metterti a letto e non alzarti fino alla fine del nono mese.

Il risultato di tutto questo è che mi sento insicura e ansiosa, incapace di ascoltare il mio corpo e il mio bambino e segnali che mi manda, spaventata per le settimane che ancora mi restano e derubata della serenità di un periodo che forse rimarrà unico in tutta la mia vita.

Parlare con l'ostetrica mi ha fatto molto bene, ma mi ha anche messa un po' in crisi proprio per tutto questo.

Voi che cosa ne pensate? Come la state vivendo? Credete che ci sia veramente un'eccessiva medicalizzazione della gravidanza oggigiorno oppure che sia una giusta e corretta attenzione?

Mi farebbe piacere avere qualche parere Smiley smile

13 Risposte

Ultime attività da Lena, il 29 Ottobre 2015 alle 09:06
  • Lena
    Sposa VIP Agosto 2014 Milano
    Lena Online ·
    • Segnala
    Non credo si tratti dell'estremo di cui tu parli Smiley smile io sono alla mia prima gravidanza e ho fatto tutto quello che serve per assicurare al mio bimbo il meglio: eco private ogni 5 settimane dalla mia gine, TN, bi-test, morfologica, tutti gli esami del sangue che mi hanno richiesto, prendo le vitamine prescritte, sto molto attenta all'alimentazione perché non sono immune alla toxo...non volevo fare un'elogio dell'irresponsabilità, tutt'altro. Semplicemente volevo dire che mi sembra che spesso, in questo coacervo di esami e analisi, sia medici sia future mamme perdano di vista la cosa più importante: il rapporto profondo con il proprio bimbo nella pancia e l'ascolto del proprio corpo e delle proprie sensazioni, che va molto oltre quattro numeri scritti su un foglio che come dici tu, se ti fanno fare ma nessuno poi ti spiega perché, hanno poco valore. Rimango anche dell'idea che ci siano medici troppo drastici e superficiali che impongano lo stare a letto stile malata terminale con troppa facilità, per poi vedere bimbi nascere comunque oltre il termine e sanissimi. Per quanto riguarda pubblico e privato, è una scelta personale data da molti fattori: io ho preferito affidarmi al privato per avere la certezza di essere seguita da una sola persona di cui mi fido e che so che conosce me e la mia gravidanza, e non ogni volta da gente diversa che ha idee diverse e pareri contrastanti (come purtroppo succede ad alcune mie amiche seguite nel pubblico che si sentono dire di volta in volta tutto e il contrario di tutto). Solo questo Smiley smile mi sa che alla fine la pensiamo uguale, solo lo esprimiamo in modo diverso.
    • Rispondi
  • Lena
    Sposa Saggia Settembre 2014 Roma
    Lena ·
    • Segnala
    No, vabbé ragazze, scusate ma vado controcorrente. Nessuna credo sia stata costretta a forza a farsi seguire. Se qualcuna di voi preferisce vivere la gravidanza, il parto e la maternità in maniera "naturale" è liberissima di farlo. Libera di tenersi le ragadi, far affamare il pupo pur di non darli il biberon, libera di non sapere se il feto è sano, liberissima di non sapere se soffre di diabete gestazionale, gestosi, ecc ecc ecc. Ma chi vi obbliga a farvi seguire? Certo, fino a qualche diecina di anni fa era tutto naturale, per lo meno in ambito rurale, ma anche il tasso di aborto era alto, la mortalità neonatale, le malattie genetiche, trisomie e via dicendo, ma non c'era scelta.Capisco che leggere cose che non si capiscono può aumentare il senso di ansia e impotenza ma lì ci sono due possibilità: o vi fate spiegare da chi vi segue (e non deve essere per forza un medico privato, l'SSN offre la possibilità di seguire la gravidanza quasi totalmente in maniera gratuita) o non le fate le indagini. Mi spiace prendere una posizione così drastica, ma io vedo la possibilità di avere l'assistenza medica un plus (notevole) che dovrebbe aiutarci a vivere questo periodo in modo più sereno, non il contrario (accettando anche la limitatezza degli strumenti odierni!). Poi, ovvio, se una ignora tutto non ha ansie, ma se qualcosa va storto... come la prende?
    • Rispondi
  • Lucia
    Sposa VIP Giugno 2015 Verona
    Lucia ·
    • Segnala

    Ciao cara, hai davvero ragione! Io non sono mamma, ma ho iniziato a guardarmi intorno e ascoltare esperienze e vedo che la gravidanza viene spesso trattata come una malattia Smiley surprise , ti consiglio un libro che sto leggendo io: "Accanto alla madre" di Clara Scropetta. Secondo me è illuminante! Smiley smile

    Buona gravidanza! Smiley heart

    • Rispondi
  • Annalisa
    Sposa VIP Settembre 2012 Bologna
    Annalisa ·
    • Segnala

    D'accordissimo con te!! Proprio per questo motivo se avrò un secondo bambino ( devo solo convincere mio marito Smiley tongue ) valuterò seriamente di partorire in una casa maternità piuttosto che in ospedale.

    Certo, ben vengano i controlli, le visite, gli ospedali e i cesarei, che salvano tante vite, ma se la gravidanza è fisiologica, davvero spesso si esagera con le visite e i controlli.

    • Rispondi
  • V
    Super Sposa Giugno 2016 Roma
    Veronica ·
    • Segnala

    Non sono mamma ma si,eccessiva.La gravidanza sembra ormai più una malattia che un decorso assolutamente normale.C è business dietro.

    • Rispondi
  • Lena
    Sposa VIP Agosto 2014 Milano
    Lena Online ·
    • Segnala

    Ciao, hai sicuramente ragione, da un lato è rassicurante sapere di essere ben seguite e avere solidi punti di riferimento, dall'altro certe volte ho paura che molte cose servano più a rassicurare me/noi come persone e non nel reale interesse del bambino...

    Ti faccio un esempio: io conosco più di una donna che ha trascorso mesi a letto per indicazione del medico per rischio parto prematuro, poi gli dicevano che potevano alzarsi, niente più terapie, ultimo mese pazza gioia...e poi partorivano a 41 settimane e oltre con induzione! Lì i medici dicevano: "eh, non potevamo saperlo, meglio una precauzione in più..." ma io mi chiedo chi ridarà a quelle donne il periodo più emozionante della loro vita che hanno dovuto trascorrere come se fossero delle malate gravi (senza motivo) e che magari non gli capiterà mai più?

    • Rispondi
  • Lena
    Sposa VIP Agosto 2014 Milano
    Lena Online ·
    • Segnala

    Ciao hai proprio ragione, infatti il periodo in cui sono stata meglio in assoluto è stato il quinto mese che ho trascorso in vacanza negli Stati Uniti girando qua e là...tutti da casa che avevano paura per me ma non è successo nulla! Anzi, al ritorno analisi e visite perfette!

    Invece ora che sono al settimo mese e sono ancora più seguita e mi riguardo molto di più sento sempre mille fastidi...vai a capire...

    • Rispondi
  • Totta
    Sposa Saggia Luglio 2018 Catania
    Totta ·
    • Segnala

    Ciao io non sono incinta e non lo sono mai stata però vedo che molte donne sono seguite troppo la mia migliore amica attualmente alla 28° settimana fa ecografie ogni 20 giorni analisi tutte le settimane.. io non so se riusirei a sopportare un carico così alto di stress.. perchè si è vero bisogna controllare l'andamento della gravidanza però neanche io modo così eccessivo.. io sono sempre più convinta che non mi farò assolutamente seguire da un ginecologo ma ben si da un'ostetrica perchè i ginecologi medicalizzano troppo la gravidanza al contrario delle ostetriche.. per il resto stai tranquilla non correre sempre in ospedale per un mal di pancia.. ascolta il tuo corpo e il tuo bambino e vedrai che andrà tutto bene.. ti do un grosso bacio e stai tranquilla perchè il 90% delle volte tutti i problemi sono dovuti allo stress.. il mio consiglio è se ne hai la possibilità fatti una bella vacanza di relax di shopping e di divertimento e non pensare troppo

    • Rispondi
  • Jamile
    Sposa Saggia Maggio 2015 Rimini
    Jamile ·
    • Segnala
    Ciao...sicuramente tempo fa era diverso e probabilmente per dove siamo arrivati o faremo gravidanze in letti di ospedale dalla prima settimana o torneremo a fare 3 ecografie in 9 mesi come in Inghilterra...
    • Rispondi
  • Valentina
    Sposa Master Maggio 2010 Verona
    Valentina ·
    • Segnala

    Ciao cara guarda in tutta onestà ti dico che si è medicalizzata da morire nel senso che tutte queste prassi sono spesso inutili ma è anche vero che appunto se abbiamo dubbi è giusto che ci siano controlli sopratutto nei mesi che precedono il parto. Io ho partorito il 30 minuti senza aver fatto corso preparto , mi si sono rotte le acque e da li a 30 minuti è nato mio figlio che ora ha quasi 4 anni . reputavo talmente naturale il parto che mi sono rifiutata di andare a fare un corso perchè sapevo che una volta li avrei fatto tutto da sola e cosi è stato. Però ci sono anche donne insicure che hanno bisogno di istruzioni che hanno bisogno di certezze e queste le ostetriche del pre-parto possono darle.... penso che dipenda un pò da soggetto a soggetto , io sono sempre stata una gestante diligente ma da quando persi uno dei miei due gemelli decisi per sicurezza e serenità mia di fare un'ecografia a settimana privatamente ero solo certa del parto e di come sarebbe stato e cosi grazie al cielo è stato.

    quindi dico che si medicalizzate troppo forse ma per certe donne anche no ( non so se si capisce quello che voglio dire Smiley xd )

    tantissimi auguri per tutto !!

    • Rispondi
  • Giulia
    Super Sposa Aprile 2014 Reggio Emilia
    Giulia ·
    • Segnala
    Ciao sono a 27 +2 ed effettivamente se ci penso sono sempre avanti e indietro da ospedali... fai analisi, ritira analisi, prenota visite, fai visite... io poi che sono qui sola e non posso delegare o farmi accompagnare me ne accorgo ancora di più. Cmq da un lato mi fa stare più tranquilla e non mi posso lamentare che cmq il sistema sanitario mi garantisca tutti questi controlli. Dall'altro ho come l'impressione da quello che leggo in giro che soprattutto i ginecologi privati ti debbano trovare qualcosa per forza così torni da loro (pensi ah che bravo ha trovato qualcosa che non va... se invece non ti avesse trovato niente pensavi oddio magari non è tanto competente e vai da un altro )Io sto facendo tutto con il pubblico per ora incrociando le dita nessun problema. Però non si sa mai a chi dare retta
    • Rispondi
  • Sposina2014
    Sposa VIP Luglio 2014 Catania
    Sposina2014 ·
    • Segnala

    Io concordo con te. Anche sugli screening prenatali secondo me c'è un abuso. Se la tansluscenza nucale fosse così indispensabile sarebbe tra le prestazioni obbligatorie e gratuite per tutte le donne gravide. Invece si tratta solo di un test statistico e assolutamente non diagnostico, oltretutto con un'alta percentuale di falsi positivi che mettono inutilmente in crisi le coppie che non vogliono fare l'amniocentesi, o espongono inutilmente ad un rischio i bimbi le cui mamme si sottopongono ad amniocentesi...ma queste cose non tele spiegano davvero bene. Ai primi controlli ti dicono subito che se lo vuoi fare devi prenotare immediatamente perché poi dopo non lo puoi più fare e così preso dall'ansia lo fai senza farti troppe domande, pensando meglio in più che in meno, ma questo solo se tutto va bene. Se il risultato è positivo ti rendi conto di non voler procedere con ulteriori esami, quello fatto sarà stato solo motivo di ansie per tutta la gravidanza (è successo a mia sorella).

    Per non parlare dell'allattamento. Secondo me se si facce più informazione e si vietasse la vendita di biberon, bilance, tiralatte, e rimedi contro le ragadi a chi ancora non ha partorito, forse la percentuale di allattamento al seno aumenterebbe!

    Ci vorrebbero meno esami e più incontri preparto, la gente eviterebbe di cercare informazioni sui forum che comunque si sa sono legati a portali il cui scopo è venderti qualcosa e quindi pieni di spam e pubblicità invasive e ingannevoli!

    • Rispondi
  • Grazia
    Sposa Master Giugno 2013 Genova
    Grazia ·
    • Segnala
    Ciao! I sicuro c'è una eccessiva medicalizzazione della gravidanza cosi come il parto, ma se sei andata al ps i tuoi motivi li avrai anche avuti e in gravidanza e' sempre meglio avere uno scrupolo in piu che in meno e se al ps ti son stati fatti certi controlli vuol dire che anche i medici son stati scrupolosi.Sul fatto che se leggi in internet spesso hai l'idea che chissa' cosa possa succedere e' vero, ma sei hai scelto una ginecologa piuttosto che un'altra vuol dire che quella ti ha dato fiducia quindi non farti condizionare da altre voci.Goditi questi momenti perche son davvero unici nella vita di una donna!!
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti