Tra stili e tendenze il viaggio nel tempo del bouquet da sposa sembra davvero non finire mai, perché porta con sé le innovazioni e le proposte dei floral designer esattamente come le collezioni di quest'anno e quelle degli abiti da sposa 2019. Vediamo quali sono le migliori proposte e cosa si riconferma rispetto alla stagione passata come ad esempio il bouquet Domo o Bondu composto da fiori dal lungo fusto, avvolti da un nastro di stoffa che richiama il tessuto dell’abito da sposa.

Chic e spettinato: la forma che non ti aspetti

L’idea alla base di questa tendenza è proprio quella che vediamo in numerose acconciature sposa semiraccolte dove ciocche e trecce sembrano essere state raccolte così per caso quando in realtà c’è una logica strutturale di fondo ben precisa. Accade quindi che per i bouquet spettinati, i fiori, la forma e la struttura appaiono quasi improvvisate con fiori di campo appena raccolti, celando invece una precisa idea del floral designer di voler sorprendere facendo leva sui contrasti cromatici e sulle lunghezze. Sceglietelo se non volete un bouquet scontato e già visto!

Bouquet con foglie: il verde che decora

Un’idea per arricchire il bouquet è quella di decorarlo con punte di colore verde. Nel 2018 le protagoniste sono le foglie, ricche, rigogliose ed estremamente eleganti. S’intonano perfettamente a matrimoni in stile boho chic, all'aria aperta, in eleganti giardini. Potete scegliere se farle diventare le uniche protagoniste del vostro bouquet dal fascino green oppure se mixarle ed intrecciarle a piccoli fiorellini. Felci, eucalipto ed ulivo saranno tra i protagonisti di questa stagione.

Monocromatico: un classico senza tempo

Sono sempre tante le spose che chiedono per le proprie nozze un bouquet di fiori in stile minimal e chic. Il bouquet monocromatico è un classico intramontabile che si riconferma per il 2018 come un vero trend bridal. Insieme al total white si affiancano le nuance pastello tipiche delle rose, delle ortensie e delle peonie; inoltre una tendenza sempre più in voga è quella di comporre bouquet monocromatici con un’unica tipologia di fiori. I must di stagione? Il mughetto e la gypsophilia.

Inserti naturali: il tocco di classe

Il 2018 allontana ancora una volta l’idea delle applicazioni gioiello o in stoffa. Insomma al bando tutto ciò che non è naturale e naturalmente bello ovvero artificiale ed artefatto. Il tocco di classe invece è rappresentato da quegli inserti naturali che possono richiamare la stagione o il tema delle nozze: bacche, lavanda, spighe, peperoncini, ravanelli, pigne, baccelli di vaniglia o piccoli frutti non ancora maturi, perfetti anche come boutonnière per l’abito da cerimonia uomo.

Hoop bouquet: la rivoluzione dell’anno

Volete stupire tutti con un bouquet insolito ed originale? La risposta è nell’hoop bouquet: un cerchio in legno o in metallo tipo hula hoop che si impugna tra le mani come se fosse una semplice borsa e decorato con fiori e tante, tantissime foglie. L’hoop bouquet riprende la conformazione tipica delle bucoliche coroncine di fiori per capelli; è perfetto per una cerimonia in campagna in stile country o shabby magari accanto ad un abito da sposa vintage.

E per una sposa più restia ed impacciata o semplicemente poco avvezza ad utilizzare questo accessorio per una giornata intera, esiste un’alternativa meno “ingombrante” e tradizionalista: il bouquet a bracciale ovvero una piccola composizione floreale da portare al braccio che può riprendere le sfumature dell’acconciatura sposa realizzata con fiori freschi. Un’idea in voga per il 2018 e che richiama il corsage delle damigelle d’onore, solitamente abbinato ai loro abiti da cerimonia.