Claudia Calà Photography

Le partecipazioni di matrimonio sono uno strumento utile per annunciare le vostre nozze anche a chi non avete l’occasione di vedere quotidianamente e formalizzare così la vostra importante decisione. Che si tratti di partecipazioni di matrimonio fai da te o realizzate da professionisti, quando i vostri cari le riceveranno, scatterà la commozione. Prestate quindi attenzione alle giuste frasi di matrimonio da usare e seguite tutti i punti per impostare al meglio i vostri inviti!

1. Nomi

Sì, la prima cosa da inserire nelle partecipazioni di matrimonio sono i vostri nomi ma la verità è che questo punto è così ovvio che vi farà venire un sacco di dubbi. Per esempio quale nome mettere prima? Si deve scrivere solo il nome o anche il cognome? Secondo il galateo, sugli inviti di matrimonio il nome dell’uomo va prima di quello della donna: questo stile può essere seguito dalle coppie più tradizionaliste, la cui cerimonia sarà squisitamente classica. D’altra parte siamo nel XXI secolo e il concetto tradizionale di coppia è sempre più labile e libero, tanto che una scelta azzeccata potrebbe essere seguire l’ordine dei nomi in base alla sonorità e, perché no, tralasciare i cognomi.

Unconventional Photography

2. Formula

Dal momento in cui gli invitati riceveranno le vostre partecipazioni di matrimonio originali, capiranno quale sarà lo stile delle vostre nozze. Per questo motivo è importante renderle coerenti alla vostra personalità, a partire dalla formula: come preferite annunciare le nozze ad amici e parenti, in prima o terza persona? Normalmente si utilizza la terza persona (“Gli sposi annunciano il loro matrimonio”), con personalizzazioni date da avverbi e complementi (“gioiosamente”, “con gioia”) ma nulla vi vieta di usare un linguaggio più amichevole e meno formale. Perché poi non sbizzarrirvi con l’aggiunta di frasi d’amore? A voi la scelta.

3. Data e Ora

Il terzo punto fondamentale è prettamente informativo e riguarda le indicazioni di data e ora (in questo ordine). Anche in questo caso si può scegliere uno stile semplice, optando per formati di data e ora tradizionali, oppure decidere di scrivere tutto in lettere (esempio: “ventitré settembre duemiladiciassette, alle quindici e trenta”), sicuramente meno convenzionale e molto originale! Se si vogliono realizzare partecipazioni di matrimonio fai da te, occorrerà però prestare attenzione ai cosiddetti “ingombri” e cercare di non forzare troppo la grafica.

Ilaria Pedercini

4. Luogo

O meglio: luoghi, nel caso in cui quello della cerimonia sia diverso da quello del rinfresco. È importante scrivere gli indirizzi corretti e, qualora si trattasse di amene cascine sperdute in mezzo alla campagna, meglio dare indicazioni più pratiche. Se non si vuole appesantire troppo il biglietto delle partecipazioni, si potrebbe aggiungere il link a un sito web o a una pagina sui social network da aggiornare con tutte le informazioni dettagliate circa luoghi e spostamenti (ottimo se avete deciso di noleggiare un pullman per far spostare più comodamente gli ospiti).

5. Stile

Lo stile delle vostre partecipazioni di nozze dovrà seguire quello dell’intero matrimonio a cominciare dai colori (magari gli stessi che ispireranno l’idea per i segnaposti di matrimonio), dalla tematica scelta (per esempio avete pensato di far realizzare un disegno con una vostra caricatura?), dal seguire o meno le tradizioni. Uno stile che non passa ma di moda è quello classico: partecipazioni con scritte scure o dorate su sfondo chiaro, semplici ed eleganti. Ovviamente la ricchezza di contenuti significa anche un maggiore investimento di denaro, ma ci sono molti esempi di partecipazioni di matrimonio economiche che vi sorprenderanno.

Maria Bryzhko Wedding Photography

6. Informazioni aggiuntive

Le informazioni aggiuntive riguardano: la gradita conferma di partecipazione entro una certa data, molto importante per dare indicazioni al ristorante o al catering che si occuperà del rinfresco, e le modalità per dare conferma (per esempio un sito web, un indirizzo mail, un numero di telefono e così via). Inoltre potrebbe essere aggiunta una piccola mappa esplicativa con le informazioni per raggiungere la location dove avrà luogo il ricevimento, le indicazioni circa il dress code, se è previsto, ed eventualmente i contatti dell’agenzia di viaggi per la quota della luna di miele o il nome e indirizzo del negozio dove trovare la lista nozze.

Ora che vi siete fatti un’idea su come impostare le partecipazioni, avrete forse più chiaro quale sia lo stile che volete seguire anche per le bomboniere di matrimonio o i colori da usare nel vostro bouquet da sposa. Vi aspetta un periodo organizzativo intenso, ma sicuramente appassionante… perché si tratta del vostro, unico e inimitabile matrimonio.