Il corredo nuziale è una tradizione italiana di origine antica, radicata in particolare nelle località dell’entroterra delle varie regioni italiane. Negli ultimi anni vi è una ripresa di questa consuetudine, visto il riscoperto interesse da parte delle spose per la biancheria ricamata.



In passato le donne solevano radunarsi in casa per cucire e ricamare e l’arte del taglio e cucito veniva tramandata da generazione a generazione. Quando in una casa nasceva una bambina, fin dalla sua nascita, mamme, nonne e zie cominciavano a prepararle il corredo in vista del suo matrimonio. Questo sarebbe stato portato alle nozze come integrazione della dote matrimoniale e che era, inoltre, un indicatore delle condizioni socio-economiche della famiglia d’origine. Asciugamani, lenzuola, tovaglie e biancheria venivano ricamate a mano o comprate alla fanciulla fino a poco prima delle nozze.

La domenica che precedeva il giorno delle nozze gli invitati al matrimonio,  formavano un corteo diretto alla loro futura casa, portando l’intero corredo. Vi era un ordine prestabilito: davanti vi erano le persone con il corredo femminile e, di seguito, quelle con il maschile. La tradizione dettava le regole anche sul quantitativo dei capi da portare, che dovevano essere in numero sempre multiplo o sottomultiplo o pari a 6.

La quantità e la qualità dei capi presenti nel corredo, tendenza di nuovo in voga negli ultimi tempi, varia in relazione al gusto della coppia e alla sua disponibilità economica. C’è chi ancora si attiene alla tradizione, ma anche chi, più pratico, preferisce che nel proprio corredo via siano degli oggetti da usare nella vita quotidiana. Alle lenzuola e alle coperte ricamate a mano e di valore inestimabile, si preferiscono soluzioni più pratiche,   utili all’arredamento della casa e da poter effettivamente utilizzare nella vita domestica di tutti i giorni.

In un corredo di matrimonio completo non possono mancare i seguenti oggetti: un piumone invernale e un piumino più leggero; una coperta di lana; un copriletto di seta o di piqué; diversi completi di lenzuola e asciugamani, anche per gli ospiti; accappatoi; asciugamani da mare; tovaglie da usare sia tutti i giorni sia nelle occasioni speciali; strofinacci e due ricambi di guantiere e presine.

Ad ogni modo, ciò di cui gli sposi avranno bisogno, non presente nel corredo, si inseriranno nelle apposite liste nozze.